Washington ha continuato a peggiorare il riscaldamento globale

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Un giudice federale di San Francisco ha autorizzato l'24 mese di agosto, una coalizione di organizzazioni ambientaliste e città degli Stati Uniti per portare accuse contro il governo degli Stati Uniti. Gli attori - l'ONG Greenpeace e Amici della Terra e le quattro città di Oakland, Santa Monica, Arcata (California) e Boulder (Colorado) - Due agenzie federali hanno criticato sviluppo americano - Overseas Private Investment Corp. e Export-Import Bank - progetti di petrolio e di gas finanza all'estero avere un effetto negativo sui cambiamenti climatici.

"Questa è la prima volta negli Stati Uniti che la giustizia consente ai cittadini di presentare una denuncia per un pregiudizio causato da progetti industriali che contribuiscano al riscaldamento globale", osserva la San Francisco Chronicle. La denuncia, depositata in 2002, richiede che le agenzie accusate, i cui direttori siano nominati dal presidente degli Stati Uniti "finanzia progetti energetici alternativi più rispettosi dell'ambiente dei combustibili fossili", riferisce il quotidiano.

Secondo la denuncia, "il finanziamento di progetti petroliferi e di gas, tra cui centrali elettriche, campi petroliferi, oleodotti e gasdotti, ammontava a 32 miliardi in dieci anni. Tuttavia, questi progetti sono responsabili dell'aggiunta di oltre 2,1 miliardi di tonnellate di anidride carbonica e metano ogni anno, ovvero circa 8% del totale mondiale e quasi un terzo delle emissioni statunitensi ".

Fonte

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *