L'Università di Hohenheim inaugura il suo laboratorio di biogas

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

La produzione di energia elettrica da biomassa sta vivendo un boom paragonabile a quella di energia eolica. Dal mese di agosto 1er 2004, la legge sulle energie rinnovabili garantisce gestori di impianti di biogas 20 centesimi per chilowattora.

Grazie ai suoi nuovi biogas di laboratorio, l'Università di Hohenheim (Baden-Württemberg) mostra come tali impianti in futuro saranno meglio progettate e gestite. impianti di biogas producono solo 65 megawatt alla fine del millennio. Essi dovrebbero produrre quasi 1000 alla fine del prossimo anno. E il numero degli impianti dovrebbe, dopo l'associazione professionale di biogas (Fachverband Biogas), trascorrere una 2500 4000.

In questi impianti, il prodotto corrente è più o meno da rifiuti: letame, erba o altre piante. "Grazia ha garantito i prezzi nel corso dei prossimi venti anni, è un business redditizio per molti agricoltori," spiega Thomas Jungbluth, direttore dell'Istituto di Agraria dell'Università Tecnica di Hohenheim. "Grazie a questo laboratorio, si sperimentano e sviluppano una nuova generazione di servizi efficienti", spiega Hans Oechsner, la
Direttore dell'Istituto Nazionale di costruzione e macchine agricole. Con reattori 28, l'installazione può testare contemporaneamente diversi materiali di biomassa con dispositivi e processi diversi. I reattori sono anche pieni sotto il controllo di una macchina e
quantità di gas prodotto è come viene inserito automaticamente da un computer.

Contatti:
- Dr.sc.agr. Hans Oechsner - Landwirtschaftliches Landesanstalt für
Maschinen und Bauwesen - tel: + 49 711 459 2684, Fax: + 49 711 459 2519 -
e-mail:
oechsner@uni-hohenheim.de
Fonti: Depeche IDW, Comunicato stampa dell 'Università di Hohenheim,
06 / 12 / 2004
Editor: Nicolas Condette,
nicolas.condette@diplomatie.gouv.fr

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *