Totale: cinque raffinerie francesi sei sono spenti

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

PARIGI - Due dei sei raffinerie francesi di Total sono ora fermati e gli altri tre "giù fase". Questo fatto è il risultato dello sciopero indetto dal CGT e CFDT per denunciare la soppressione della vacanza Lunedi di Pentecoste in azienda.

La compagnia petrolifera, il principale raffinatore europea, tuttavia, assicurato che non ci sarebbe no "a medio termine" problemi di approvvigionamento 5626 stazioni di servizio (circa 2000 con il marchio Elan), che tiene conto Francia. Il Ministero dell'Industria ha avuto dalla sua parte ha detto Giovedi che non c'era "nessun rischio di carenza a breve termine."

Questo non è però l'opinione di Carlo Foulard, CGT unione rappresentante centrale. Sulla base delle informazioni raccolte nel settore, assicura che "alcuni depositi stanno vivendo le ultime ore." Ha anche sospettato la multinazionale di attingere a riserve strategiche di Francia.

Ha detto che non vi era ancora alcuna ripresa del dialogo con il senior management. "Prima" a qualsiasi sospensione del movimento è stato "il ritiro della applicazione della legge, il giorno della solidarietà", ha aggiunto. "I dipendenti sono più determinato che mai, essi passano attraverso. "

Lo sciopero arriva pochi giorni dopo l'Assemblea generale di Total actionnnaires, che ha approvato i conti 2004 segnate da un utile netto record di 9,61 miliardi e durante i quali Thierry Desmarest, capo del gruppo, ha ribadito il suo impegno a dialogo sociale.

Fonte: SDA-ATS www.Swissinfo.org


commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *