Scarica: particelle diesel auto e la loro eliminazione

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

particelle di combustione per autoveicoli e loro dispositivi di eliminazione. documento ADEME

Risultati del programma guidati da ADEME dal 1995 "Particulates automobiles".

caratterizzazione chimico-fisica delle particelle. L'efficacia dei dispositivi di controllo dell'inquinamento.

Introduzione

Nonostante i significativi progressi nel limitare il rilascio di sostanze inquinanti dalle automobili, a causa di regolamenti e dei progressi tecnologici, rimane una preoccupazione per l'emissione di alcuni inquinanti quali gli ossidi di azoto e particolato, a causa il costante aumento del traffico di passeggeri e merci.

Infatti, Diesel, inizialmente utilizzato quasi esclusivamente per i veicoli pesanti, ha visto il suo impiego crescere molto forte per i veicoli privati ​​negli ultimi anni. Attualmente rappresenta 60% del fatturato e quasi 50% della flotta di auto private in Francia. Questo successo è legato alla natura economica dell'uso di questi motori (prezzi combustibile diesel inferiore combinati con consumi di volume inferiore a quello dei motori a benzina) e progressi tecnologici hanno ricevuto negli ultimi anni.

Le soluzioni più recenti in atto (iniezione diretta ad alta pressione, turbocompressore a geometria variabile) hanno indubbiamente contribuito ad aumentare le prestazioni di questi motori, riducendo ulteriormente i loro consumi di carburante insito, emissioni inquinanti e le loro emissioni sonore.

Da un punto di vista ambientale, il motore diesel è però penalizzato da emissioni di particolato che provoca.

Lo studio e il trattamento di questi composti solidi, gas di scarico visibile e pesantemente criticati per il loro impatto sulla qualità dell'aria, oggetto di numerosi studi per la caratterizzazione e lo sviluppo. Le particelle emesse diventano sospese nell'aria e possono essere inalate e depositate presso un punto delle vie aeree o essere scaduti. Il sito di smaltimento, o alla scadenza probabilità dipende dalle proprietà delle particelle, le vie respiratorie e il sistema respiratorio. Effetti sulla salute a breve termine si manifestano in concentrazioni relativamente basse (meno di 50 mcg / m3) e verificare il livello medico (consultazioni, pronto soccorso).

A concentrazioni più elevate, è correlata con la presenza di particelle e lo sviluppo di bronchite cronica.

Per quanto riguarda gli effetti a lungo termine (effetti cardiovascolari, tumori delle vie respiratorie), molte valutazioni sono state condotte da agenzie di sanità pubblica dei paesi industrializzati (IARC, 1989; INERIS, 1993; HEI (Health Effects Institute ) 1995; Società Francese di sanità pubblica (SFSP), 1996 ...).

Fino ad oggi, carattere mutageno di questi residui di combustione è stato dimostrato sperimentalmente.

Ma gli effetti cancerogeni di tali emissioni non è stato possibile dimostrare che, per alcune specie animali e per le concentrazioni di inquinanti ben al di sopra di quelle incontrate nell'ambiente. Negli esseri umani, studi epidemiologici sul posto di lavoro tendono a mostrare un aumento dell'incidenza del carcinoma del polmone e della vescica.

Inoltre, gli studi negli Stati Uniti tendono a mostrare un aumento del rischio di cancro al polmone associato con l'esposizione a lungo termine all'inquinamento particolato nell'aria. particelle diesel sono stati classificati come cancerogeni probabili da parte dell'Agenzia internazionale per la ricerca contro il cancro.

Il crescente interesse per il motore diesel sia per i veicoli merci che per le autovetture e gli impatti sulla salute individuati, incitano a chiedere una serie di questioni importanti, tra cui la rilevanza della norme sulle emissioni.

Tenuto conto del fatto che queste sono le più piccole particelle che penetrano in profondità nelle vie respiratorie e la loro pericolosità dipende anche dalla loro composizione chimica, le due domande che hanno bisogno di fornire risposte sono:
- I dispositivi tecnici considerati ad affrontare le più severe norme sulle emissioni a quando non avranno avere un'azione più efficace sulle particelle più grandi più pesanti le particelle più fini, mettendo così in discussione la rilevanza della normativa vigente che copre le emissioni massiche?
- Qual è la composizione chimica delle particelle emesse, sono i loro composti pericolosi smaltiti correttamente dai dispositivi tecnici?

Per rispondere a queste domande, ADEME decidere presto 1990, di quantificare le prestazioni di un filtro antiparticolato (DPF).

A quel tempo, la prima applicazione è su un bus di tener conto delle emissioni nelle aree urbane. Tuttavia, la tecnologia non è matura, i risultati non sono stati soddisfacenti.

ADEME poi ha deciso di organizzare un grande programma di caratterizzazione, basata su due assi principali:
- Un programma di ricerca si è focalizzata sulla caratterizzazione chimico-fisica delle particelle delle automobili. Gli obiettivi di questo programma, lanciato nel 1995 nel programma PRIMEQUAL / PREDIT mirare in primo luogo per informarsi meccanismi di formazione di queste particelle
e in secondo luogo per identificare le caratteristiche di effetti fuliggine responsabili per la salute. Questo componente è sviluppato nella prima parte del documento.
- Un programma di valutazione delle prestazioni in uso sulle flotte, i primi sistemi disponibili. Le valutazioni in questione tutti i veicoli stradali, autobus, camion della nettezza urbana, camion pesanti, veicoli leggeri. Per ogni tipo di veicoli coinvolti, tutti sistemi rilevanti è valutata, sia nell'uso reale (tenuta nel tempo ed efficienza) e laboratorio per dati accurati e comparabili. Questo componente è l'oggetto della seconda parte del documento.

Altro:
- Le particelle sottili, impatto sulla salute
- tesi di dottorato sulle particelle
- Discussione filtri antiparticolato efficienza?

Composizione di una particella diesel

Scarica il file (un abbonamento alla newsletter può essere richiesto): auto diesel particelle e la loro eliminazione

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *