Progetto Prograss: Bioenergy e conservazione


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Conciliare bioenergia e la protezione della natura

Durante 3 anni e mezzo, il progetto cercherà opportunità Prograss - economicamente validi e accettabili da un punto di vista ambientale - l'uso dei pascoli per la produzione di bioenergia in Europa. Caratterizzato 1,6 milioni di euro da parte dell'Unione Europea, il progetto dovrebbe consentire lo sviluppo di un sistema agricolo che, da un lato, garantire la conservazione degli habitat e apre anche la possibilità di un bioenergia non è in concorrenza con la produzione alimentare.

Il potenziale delle aree interessate è importante: 1,5 milioni di ettari di pascolo in Germania, 2,2 0,6 milioni in Inghilterra e in Estonia milioni sarebbero, in linea di principio, essere utilizzati per la produzione di biomassa e bioenergia, anche se le composizioni e qualità molto irregolare. Alcuni sono soggetti a misure di protezione. Uno degli obiettivi del progetto è anche la creazione di nuove fonti di reddito per le piccole aziende e riqualificazione delle aree economicamente svantaggiate.

L'approccio proposto da Prograss sarà testato in più fasi. In un primo sistema cellulare pilota di fase dimostrativa per la conversione della biomassa combustibile solido sarà attuato in tre regioni-modello europeo: l'Estonia, Inghilterra e Germania. Nel frattempo, saranno esplorate le possibilità di applicazione tecnica. Inoltre, i ricercatori potranno determinare come Prograss è, punti di ordine economico e socio-economico, un modo di procedere nelle aree di studio e se il suo approccio possono essere trasposte. Per la conversione di biomassa in pascoli, un nuovo processo sarà utilizzato e progressivamente sviluppato con l'obiettivo di utilizzare 70% (massimo) dell'energia contenuta nella biomassa.

Prograss 8 si compone di sotto-progetti che coinvolgono partner tedeschi, inglesi e l'estone, che studio sugli aspetti scientifici e pratici, ambientali, socio-economiche e tecniche di questo nuovo approccio. L'Unione europea sostiene il progetto come parte del programma di politica e ambientale governo LIFE +.

I partecipanti Prograss sono l'Università di Kassel (coordinatore), l'Università di Bonn, l'Università Estone di Scienze della Vita, l'Istituto di Grassland e la Ricerca Ambientale in Galles, la regione Vogelsberg, Ministero regionale dell'ambiente di Hesse e partner industriali coinvolti nell'applicazione.

Fonte: BE Germania


commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *