Perché la ricerca di soluzioni alternative non sta avanzando.

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Nelle vostre reazioni sul forum, molti di voi ci dicono circa la vostra mancanza di comprensione per quanto riguarda la riluttanza delle imprese a fare ricerca e sviluppo per soluzioni alternative di consumo metri.

Nell'articolo che segue è l'ex direttore della ricerca di Schneider Electric esponendo il suo ragionamento e ci illumina sulla cecità che prevale nei laboratori. Particolarmente gustoso: non si preoccupano dei rifiuti, i nostri nipoti passeranno dietro di noi a pulire la nostra m ... s.


Calcolare il vero costo dell'energia: un mal di testa per tutti

In termini di energia di potere-a-cura costo offerto da EDF (in 80% nucleare) è la migliore per il consumo domestico. Sulla base di riferimento economico, turbine eoliche o pannelli solari hanno alcun interesse altamente localizzata. La loro bassa potenza rispetto alle fonti energetiche convenzionali non vale la pena di investire massicciamente in questi 'microénergies'. In sostanza, questa è la conclusione raggiunta dopo i confronti estesi, Michel Barrault, la società di consulenza di orientamento e l'ex direttore della ricerca di Schneider Electric. "Il discorso si concentrerà su energia, mentre uno ha bisogno di potenza in un momento specifico. E lì, niente batte la rete classica. Ciò non impedisce godere della diversità delle situazioni di utilizzare il potenziale delle risorse locali: il vento, geotermico cascata. E soprattutto, dobbiamo risparmiare energia dove è più facile da fare: nel riscaldamento e dei trasporti ", aggiunge Michel Barrault. L'energia nucleare, rivali in casa? Che ha fatto schizzare più di uno specialista ... "Preferisco prendere in considerazione l'uso di fonti di energia che producono poco o nessuno spreco. Naturalmente, oggi, l'energia fornita da EDF sembra più affidabile. Ma cosa accadrà quando il mercato elettrico sarà completamente aperto alla concorrenza? Ricordiamo i tagli mostro nei paesi in cui questo è il caso ... "chiede Bassam Ouaida, l'ufficio di studi TRANSENERGIE. Un altro problema sollevato: che dire di scorie nucleari che non può gestire oggi e il cui stoccaggio non viene mai preso in considerazione nel calcolo del costo di questo tipo di energia? Dal punto di vista di Michel Barrault, un tale argomento non può avere successo, "se non abbiamo oggi la tecnologia per il trattamento di rifiuti nucleari, i nostri nipoti, li. Abbiamo paralizzarci limitare le nostre opzioni per una questione di conoscenza scientifica in un dato momento, mentre guardando avanti costantemente. "

In materia di energia, il dibattito sull'innovazione non sono obiettivo. Dobbiamo continuare ad investire in soluzioni convenzionali, quindi, di rispettare il quadro della politica francese in materia di energia e dei suoi tre pilastri - la sicurezza degli approvvigionamenti, la tutela dell'ambiente, l'accesso a tutti? Anche in questo caso, le opinioni divergono. "Costruire il nostro ambiente, piuttosto che contro di essa. I paesi nordici ci danno un esempio di oggi, la costruzione in legno, utilizzando le correnti del vento, solare, geotermica o sull'oceano per la produzione di energia ", sostiene Bassam Ouaida. Posizione opposta a quella di Michel Barrault, per il quale "gli investimenti deve essere fatta dove il ritorno in termini di potere è il migliore. Le soluzioni meno efficaci non dovrebbero essere aiutati ".

Matthew Massip

Fonte: http://www.brefonline.com/numeroERA_affichearticle.asp?idA=2073

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *