Nuovo metodo per la produzione di nanotubi di carbonio


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

I ricercatori della McGill University di Montreal hanno sviluppato un nuovo metodo per la produzione di nanotubi di carbonio, che presenti un ottimo potenziale commerciale.

I nanotubi di carbonio, la cui scoperta risale 1991, sono composti di atomi di carbonio cilindri in una disposizione esagonale regolare e costante alle estremità da un tappo emisferica. Hanno notevoli proprietà meccaniche ed elettroniche e avere importanti potenziali applicazioni in molti campi, materiali compositi ad alta resistenza, sensori e dispositivi ottici ed elettronici, attraverso i catalizzatori, batterie e celle a combustibile.

Il metodo sviluppato dai ricercatori si basa sulla tecnologia al plasma. Il termine "plasmi termici" si riferisce allo stato caratteristico di un equilibrio termodinamico esistente tra elettroni, ioni, atomi e molecole. I plasmi termici generalmente mostrano temperature tra 4000 ° C e 25 000 ° C e sono creati da archi elettrici o da induzione magnetica.

Secondo i ricercatori, a differenza dei processi produttivi attuali che limitano l'uso di nanotubi di carbonio, il loro metodo aumenterà la produzione di livelli industriali. Il Québec è anche un giocatore importante nel campo dei plasmi termici in tutto il mondo.

Contatti: Dipartimento di Ingegneria Chimica, jean-luc.meunier@mcgill.ca, tel: + 1 (514) 398 8331

Fonti: Newswire, 15 / 07 / 2004, McGill University. Nicolas Vaslier MONTREAL.


commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *