L'IGAS sarebbe "terminare" Cyclamed

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Una relazione dell'IGA (Ispettorato generale degli affari sociali) presentata al ministro della sanità raccomanda di "fermare" Cyclamed, il dispositivo per la raccolta di medicinali inutilizzati e di imballaggi di rifiuti. Il ministro, Philippe Douste-Blazy, desidera evolvere il sistema ma non rimuoverlo. Igas è stato sequestrato dal ministro nel settembre 2004, dopo la scoperta del traffico di droga recuperato da farmacisti. Le denunce di 21 sono state presentate in seguito a questa relazione, ma il futuro del dispositivo non viene interrogato. Eppure la relazione "Cyclamed Drug Recycling Device Survey" è grave. Critica "la mediocrità della valutazione ambientale": senza mettere in discussione l'adeguatezza di un sistema specifico di raccolta (che limita la discarica dei medicinali alla discarica, i cui rischi sono poco compresi), osserva che solo 11,6 Sono raccolti% dei pacchetti di droga e 10 a 30% dei farmaci non utilizzati (MNU). Inoltre, lo scopo umanitario del sistema "non deve più essere", le principali associazioni umanitarie (Croce Rossa, Médecins sans frontières, Médecins du monde ...) non vogliono più usare l'UNM. In effetti, queste sono obsolete, inadatte alle esigenze, o poco confezionate. Il tonnellaggio di MNU distribuito è stato diviso per tre in otto anni, ossia 510 tonnellate sul 3.211 recuperato in 2003.

Fonte: www.enviro2b.com

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *