le turbine


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Un nuovo fronte si apre in fonti rinnovabili di battaglia: l'uso di correnti sottomarine.

Parole chiave: energia rinnovabile, acqua, energia idroelettrica, il recupero, l'uso, correnti oceaniche, mare, marea, marea, vento

Con Armelle THORAVAL

Le turbine?

Sospeso in aria e ancorato al suolo con le sue catene, la bestia si presenta come una sorta di aereo privato delle sue ali. In studio di SMD Hydrovision, piccola azienda britannica di Newcastle upon Tyne, le turbine ruotano lentamente, meno di quindici giri al minuto in direzioni opposte l'uno dall'altro. La creatura può muoversi, girare su se stesso, come un insetto che vola sul retro. Questo prototipo, al 10e la scala reale non è destinato a confrontarsi con l'aria, ma fondali sottomarini. Un altro 25 metri sotto il livello del mare, ma meno di 50 metri. La dimensione effettiva di ciascuna elica si 15 metri di diametro. Questa è una delle novità che il Ministero dell'Industria britannico account per aprire un nuovo fronte nella battaglia delle energie rinnovabili, l'uso di correnti sottomarine e delle maree. Sul suo computer, Ralph Manchester, giovane coordinatore del progetto, mostra la macchina funziona in acqua: il flusso e riflusso, la bestia collegato ai perni su ogni lato si trasforma; eliche pausa momentaneamente, poi lasciare. "Non siamo qui per salvare l'umanità, ma per dimostrare che è economicamente efficiente. I tempi sono ormai maturi per investire nell'energia del mare ", ha detto Ralph.

Un interesse timida

Nelle statistiche di fonti di energia rinnovabili, l'energia idroelettrica si trova (dighe), la biomassa (rifiuti di legno), energia eolica (eolica) o solari. La percentuale di energia fornita da correnti sottomarine è ancora vicino allo zero. Se questa prospettiva è attualmente esaminata con un po 'più di interesse da parte dei produttori di energia elettrica di grandi dimensioni è ancora cauti. L'impianto di marea potere di Rance, tra l'installazione Dinard Saint-Malo e, fisso, costoso e la cui costruzione è durata sette anni, rimane unica al mondo in quel scala. L'aumento del costo dei combustibili fossili, i cambiamenti climatici e il riscaldamento globale, l'urgenza di trovare nuovi progetti hanno spinto gli inglesi più velocemente di altri, per coordinare i loro sforzi per testare e verificare tutti progetti, ma non realizzati, per sfruttare l'energia fantastica dell'oceano. Questo può essere distruttiva, mostruosa quando uno tsunami ha colpito le coste dell'Asia meridionale. Ma si tratta di una fonte di speranza per i ricercatori. I suoi sostenitori più entusiasti ritengono che il potenziale energetico delle onde e delle maree potrebbe garantire il consumo globale di energia elettrica. energia delle maree è stata valutata in modo più rigoroso in 2,6 terawatt (1). Solo una piccola percentuale potrebbe essere trasformata in energia.



Se, nel corso degli ultimi quindici anni, nessuno ha puntato un soldo sullo sviluppo di turbine sottomarine, le aziende oggi puntano il naso in questo mercato delle turbine sottomarine, o meglio le turbine. I "mulini a vento" fioriscono rapidamente in Europa. Ma non è senza suscitare il malcontento delle associazioni locali di protezione e di vicinato reclami ambientali del rumore e disturbo visivo. Eole si sveglia senza preavviso e l'energia eolica non può prevedere. Mentre se Poseidon sue collere, l'attrazione della luna sulle maree oceani garanzie, più o meno forte a seconda delle posizioni relative della Terra, Luna e Sole e la geografia delle coste. "Questo aspetto prevedibile è il vantaggio principale di turbine, anche se può permettersi di produrre energia che 45% del tempo. Le maree sono anche più prevedibile di quello delle onde, hanno anche sottoposto il vento. Inoltre, le turbine sono sott'acqua. E 'meno aggressivo per l'ambiente di vento, ma molto simile nella tecnologia. Si muovono e in grado di sopportare le condizioni peggiori ", spiega Ralph Manchester.

SMD non è il progetto più avanzato, ma probabilmente il più flessibile e sperava la società, il meno costoso. E 'stato testato in NaREC, un centro di ricerca britannico, e nelle peggiori condizioni per testare la sua mobilità e la forza. Una dimensione reale "Tidel" (nome del sistema) potrebbe fornire 1 megawatt (MW). "Penso case 900 potrebbero essere alimentati da un'unità," Ralph anticipo. Lo scopo sarebbe stabilire a 5 chilometri parchi turbina nervature può produrre fino a 100 MW. Il sistema sostenuto da Marine Current Turbines (MCT), uno SMD concorrente britannica con sede a Bristol, è meno sorprendente e più vicino allo spirito delle turbine eoliche. torri di grandi dimensioni sono stivati ​​nel letto del mare, che scorrono le turbine. Tutto funziona come una sorta di ascensore. Ai fini di manutenzione e riparazione, è sufficiente seguire le eliche all'aria. "E 'stato dieci anni fa, era impensabile essere in grado di sviluppare questo tipo di tecnologia. Ora, si può stimare che questo potrebbe fornire un giorno per 10 30% dell'energia globale. Non prendetemi per un esaltato, ma è urgente. I 60 anni. Durante il periodo della mia vita, le emissioni CO2 aumentato 10%. Durante uno dei miei figli, se continua, essi saranno progressi a 20%. Ma ora siamo pronti per iniziare in questo settore. La domanda ora è politica ed economica. Si realizzerebbe cambiare i nostri modelli mentali e calcolare la redditività su un lungo periodo. Oltre al potere politico ei governi non si muovono abbastanza velocemente ", dice Peter Frankel, uno dei leader del progetto di MCT, che è supportato da EDF Energy. Un po 'più avanzato rispetto ai loro concorrenti, MCT ha stabilito dieci colonne di un chilometro dalla costa di Lyndon, un grazioso villaggio nel Devon. I capi di alberi, in modo da grandi boe gialle si intravedono off. "La gente ha risposto molto bene e l'unica sfida è quella di un residente che dice in linea di principio contro la luce elettrica," dice Peter. L'energia elettrica non è stato pagato indietro sulla rete. MCT ha scelto un luogo di installazione dove il tempo può essere odio, rendendo accesso possibile colonne e manutenzione di turbine irrealizzabili. La società prevede di conseguenza un nuovo impianto nel sud-ovest di Belfast. "Non si può istituire i parchi nel passaggio troppo stretto tra l'Isola di Wight e Portsmouth, per esempio, perché non v'è il rischio che la corrente si allontana; deve essere sufficientemente forti maree e meteo che forniscono un'adeguata accessibilità ", dice Peter.

Nessun finanziamento pubblico

Entrambe le aziende garantire che non vi è alcun rischio per il traffico marittimo. Sia perché le turbine si trovano ben al di sotto del progetto delle barche più grandi. O perché i poli sono riconoscibili, come fari. Per quanto riguarda la fauna acquatica, turbine rotanti lenti sarebbero evitare l'abbattimento di pesci. Ma tutti i progetti comprendono l'approfondimento per testare la forza dello studio di impatto ambientale. Altri problemi sono i soldi, ovviamente. Senza fondi pubblici, le piccole imprese non possono pagare il 5 o 10 milioni di sterline (di 7 14,5 a milioni di €) necessari per la ricerca e la produzione di prototipi. Tom Murley, che sovrintende questo settore all'interno di un grande fondo di investimento HG Capitale ", la tecnologia non è ancora pronta ad investire." La stessa vista per Jonathan Johns, responsabile del settore "rinnovabili" in Ernst & Young: "Il sistema è ancora immaturo, dobbiamo aspettare almeno cinque anni." Il tempo che è necessaria la tecnologia più efficace.

maggiore energia

Gli investitori privati ​​vengono a vedere, ma non di più. Senza i finanziamenti pubblici così poca speranza di successo. Anche in Francia, Hydrohelix, una società bretone cerca di lanciare un progetto vicina da quelle degli inglesi. Il principio di base è la stessa: utilizzare correnti oceaniche legate a maree sapendo che la densità dell'acqua è molto superiore a quella del vento, garantendo così una maggiore energia. progetto Breton ha l'aspetto di un "collare dei mari", una catena di anelli attaccati al fondo, con il loro centro una turbina. In Norvegia, l'introduzione di colonne subacquee alimenta alcune case nel villaggio di Hammerfesten. "Sappiamo che solo una o due delle tecnologie concorrenti restano i più efficaci, meno costoso. E, infine, ci sarà, come nel settore eolico, grandi gruppi che dominano il mercato ", ammette Ralph Manchester. Fino ad allora, dobbiamo prendere.

Uno degli obiettivi del prossimo vertice di G8 che Tony Blair presiederà, è quello di raggiungere una risposta coordinata per supportare queste nuove tecnologie. Abbiamo visto a Davos che Blair e Chirac è apparso sulla buona strada per posizionare la barra molto alta. Proporre un finanziamento congiunto?

(1) Encyclopedia of Energy, il volume 4, 2004. Un terawatt equivale a un miliardo di kilowatt.

Altro:
- Il parere di un direttore di ricerca CNRS
- Il sito di un produttore di turbine di marea: www.marineturbines.com
- pagina di Wikipedia su Tidal


commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *