Retour pergamena Stop Modalità automatica

Scienza e Tecnologianegazione scientifica: il dogmatismo?

dibattito scientifico generale. Le presentazioni delle nuove tecnologie (non direttamente legati alle energie rinnovabili o di biocarburanti o di altri temi sviluppati in altre sedi sotto).
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5586
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 56

Re: la negazione scientifica: il dogmatismo?

Messaggio non luda Janic » 13/04/18, 08:13

Niente a che fare con il soggetto, è solo un grosso problema
In gran parte: sì! Ma l'economia, la politica, il sociale e la scienza sono collegati in modo permanente.
Gli esempi di cancro e di AIDS, mostrano come l'economia e la "scienza", in questo caso mediche, siano intimamente legate perché queste due "patologie" sono esempi tipici di dogmatismo che si è confuso da decenni per la soluzione da fare ma rappresentano l'esempio tipico di un business favoloso di miliardi di dollari.
Quindi in 1996 Charles Mérieux ha detto: " Trovando questo respiro pastoriano, abbiamo tutte le possibilità di sviluppare il futuro vaccino contro l'HIV nei prossimi anni 5 ". Lo stesso discorso "scientifico" è stato fatto sul cancro e, decenni dopo, gli scienziati del cancro e dell'AIDS non hanno trovato nulla e non troveranno nulla se non un'attività succulenta ... e milioni di morti. Mentre allo stesso tempo, Montagnier sosteneva che il "virus" (del presunto HIV) era un virus simile a un altro che scompariva con uno stile di vita adattato al corretto funzionamento del sistema immunitario. 8)
0 x
"Noi facciamo la scienza con i fatti, come è una casa con pietre, ma un accumulo di fatti non è più una scienza che un mucchio di pietre è una casa" Henri Poincaré
"L'assenza di prove non è prova di assenza" Exnihiloest

Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2609
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 138
Contatto:

Re: la negazione scientifica: il dogmatismo?

Messaggio non luda izentrop » 13/04/18, 10:00

Janic ha scritto:Montagnier sosteneva che il "virus" (presunto HIV) era un virus come un altro che scompariva con uno stile di vita adattato al corretto funzionamento del sistema immunitario.
Mi sono detto, eccoci nell'argomento. : Twisted:

Quindi, se seguiamo il tuo ragionamento, perché la sua squadra in quel momento ha permesso un avanzamento della conoscenza del virus, il loro capo ora in pensione è proprio in prima linea? gli articoli sul suo naufragio scientifico non mancano:
Il lento affondamento scientifico del professor Luc Montagnier
Professor Montagnier: un premio Nobel annega nella "memoria dell'acqua" ...
0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5586
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 56

Re: la negazione scientifica: il dogmatismo?

Messaggio non luda Janic » 14/04/18, 11:33

Janic ha scritto:
Montagnier sosteneva che il "virus" (presunto HIV) era un virus come un altro che scompariva con uno stile di vita adattato al corretto funzionamento del sistema immunitario.

Mi sono detto, eccoci nell'argomento. : Twisted:

Se i media affrontano regolarmente questo argomento, è che interessi il pubblico in generale che perde sempre più fiducia nel dogmatismo ufficiale.
Quindi, se seguiamo il tuo ragionamento, perché la sua squadra in quel momento ha permesso un progresso della conoscenza del virus, il loro capo ora in pensione ha ragione ?
assolutamente no! Montagnier è solo testimone di ciò che, scientificamente, dimostra sempre di più sul ruolo trascurato del sistema immunitario.
Quante poche persone, compresa la professione medica convenzionale, sanno che al tempo di Pasteur due correnti, non convenzionale (dal momento che Pasteur ha sviluppato un discorso insolito) sviluppato:
a) quello del ruolo infettivo dei "parassiti", origine supposta e reale delle patologie più o meno regolate dall'asepsi delle ferite.
b) il ruolo importante, primordiale, del concetto di fondamento (che oggi si chiama immunologia e "ignorato" in questo momento). Questa nozione di fondamento sviluppata contemporaneamente da Pasteur da un vero medico lui, il professor Béchamp.
Troviamo questa stessa nozione in agricoltura da diverse correnti di pensiero in cui alcune persone pensano di risolvere i problemi dei parassiti, delle malattie delle piante, con molti trattamenti più o meno tossici, mentre altri pensano che sia necessario rispettare il terreno in promuovere la flora e la fauna del suolo, il PH, la selezione di varietà antiche più resistenti alle malattie, ecc. Tutto ciò che si è sviluppato nei suoi articoli e conferenze, in modo che lo squilibrio causato da pratiche scorrette scompaia e allo stesso tempo tempo queste patologie vegetali.
Sfortunatamente è stata la visione del Pasteur a vincere perché ha permesso lo sviluppo di un lucroso affare di droghe e vaccini, mentre qui, come in agricoltura, non sono possibili affari succulenti quando piante come gli umani sono in buona salute
Gli articoli sul suo naufragio scientifico non mancano:
Professor Montagnier: un premio Nobel annega nella "memoria dell'acqua" ...

secondo:
a) non è, ancora una volta, LES ma DES!
b) ilHL'istoria testimonia questo gioco tra conservatorismo e progressismo e la medicina attuale non la sfugge.
Ma il conservatorismo è ancora rappresentato dalla maggioranza sul posto che ha costruito la sua reputazione su questo "non cambiare nulla, tutto va bene così". Come detto sopra, Pasteur era un progressista (aveva ragione o torto!) E i curatori del suo tempo non hanno mancato di tenere un discorso di opposizione, come al solito!
Quindi in questi siti che indichi, c'è uno del tipo cestino che caratterizza le sette così senza interesse! Più interessante è quello del Figaro che richiede di essere analizzato dal dettaglio per sottolineare i difetti del ragionamento, come tutti gli articoli che dimostrano un'ignoranza, o piuttosto di un certo conformismo, dalla mancanza di studi e confronti tra i vari argomenti l'uno dell'altro. Ma questo non è un giornalista, sembra un biologo!
0 x
"Noi facciamo la scienza con i fatti, come è una casa con pietre, ma un accumulo di fatti non è più una scienza che un mucchio di pietre è una casa" Henri Poincaré
"L'assenza di prove non è prova di assenza" Exnihiloest


Torna a "Scienza e della Tecnologia"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospite 1

Ricerche più frequenti