Retour pergamena Stop Modalità automatica

Nuovo Trasporto: innovazione, motori, l'inquinamento, le tecnologie, le politiche, organizzazione ...L'auto a idrogeno RE: Il futuro?

Trasporto e trasporto nuovi: l'energia, l'inquinamento, le innovazioni del motore, concept car, veicoli ibridi, i prototipi, il controllo dell'inquinamento, le norme di emissione, imposta. non i singoli modi di trasporto: trasporti, organizzazione, carsharing o carpooling. Trasporto senza o con meno olio.
Avatar de l'utilisateur
chatelot16
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6960
iscrizione: 11/11/07, 17:33
Località: Angouleme
x 232
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda chatelot16 » 20/04/18, 19:46

quando eric dupont spiegherà il costo della sua macchina di azoto liquido possiamo confrontarci con la cella a combustibile

la cella a combustibile esiste ... possiamo vedere il prezzo di ciò che è disponibile ... Trovo che la cella a combustibile sia troppo costosa per me, ma è utilizzabile per alcuni dal momento che esiste

se eric dupont ha inventato un motore a freddo redditizio, sarebbe anche redditizio usare l'idrogeno in forma liquida ... facendo energia sia con il suo freddo che con la sua qualità del carburante

ahimè, temo che la valorizzazione energetica del freddo sia troppo pesante e troppo costosa per essere messa in un veicolo!

se la valorizzazione energetica del freddo di un gas liquefatto deve avere un primo utilizzo sarà per la gassificazione del metano nei porti o uno riceve metano liquido dal methanier ... tanto che in questo caso non lo fa o è il meno difficile che non si possa fare in un veicolo!

c'è un'altra energia che viene dimenticata nell'idrogeno: nel caso in cui sia immagazzinata compressa a 200 o 300 bar: l'energia del gas compresso! invece di allungarsi stupidamente in un regolatore di pressione, se ci si rilassa in un motore a gas compresso si ottiene una potenza non trascurabile, dell'ordine del 10% della potenza fornita dall'idrogeno come combustibile ... e un motore a gas tablet è abbastanza semplice

un motore ad aria compressa ha difficoltà a trovare il calore necessario nell'aria ambiente per non raffreddarsi troppo e perdere la sua efficienza ... un motore a gas compresso che alimenta un motore termico o una cella a combustibile non ha questo problema perché sfrutta il calore perduto di questo motore

un tale uso dell'energia del gas compresso consente di compensare parte della spesa per la compressione del gas
0 x

Eric DUPONT
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 344
iscrizione: 13/10/07, 23:11
x 10
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Eric DUPONT » 21/04/18, 08:40

il costo di un motore ad azoto liquido con azoto che si riscalda con l'idrogeno è il seguente. sono necessari un motore a barra 300 a due stadi e una barra 20 per rilasciare l'azoto compresso che è stato riscaldato a 500 ° C. Uno scambiatore per il riscaldamento dell'azoto a 500 ° C con il carburante. Uno scambiatore per il riscaldamento di azoto liquido con azoto compresso che fuoriesce dal motore. un piccolo compressore ha la barra 300 per comprimere l'azoto freddo che esce dallo scambiatore.

Rispetto ad un motore dove è l'acqua che riscalda l'azoto, con il carburante, il motore è più semplice perché non c'è acqua da recuperare e riscaldare, lo scambiatore per riscaldare l'azoto Il liquido e il compressore per la compressione dell'azoto freddo sono minori poiché il consumo di azoto liquido è meno importante.

non è utile con l'idrogeno recuperare l'energia dell'espansione dell'idrogeno, in un modo che non possiamo recuperare il freddo del rilassamento per raffreddare l'azoto che lascia il motore e che passerà nello scambiatore prima compressione.

Per l'idrogeno liquido in un veicolo, è meglio non pensarci


il problema non è il costo del motore ad azoto, che è probabilmente meno costoso della cella a combustibile ed è più costoso di un motore termico, ma è il costo dell'idrogeno alla pompa che affligge il budjet. al limite possiamo sostituire l'idrogeno con Ch4.
0 x
Leo Massimo
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1929
iscrizione: 07/11/06, 13:18
x 34

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Leo Massimo » 08/06/18, 19:22

A sud di Parigi, il gruppo Engie ha appena inaugurato una stazione di idrogeno nel cuore del mercato internazionale di Rungis:

0 x
"La teoria è quando sai tutto ma non funziona niente, la pratica è quando tutto funziona ma nessuno sa perché." Albert Einstein.
Avatar de l'utilisateur
Remundo
modérateur
modérateur
post: 8263
iscrizione: 15/10/07, 16:05
Località: Clermont Ferrand
x 98
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Remundo » 09/06/18, 14:07

Eric Dupont ha scritto:il problema non è il costo del motore ad azoto, che è probabilmente meno costoso della cella a combustibile ed è più costoso di un motore termico, ma è il costo dell'idrogeno alla pompa che affligge il budjet. al limite possiamo sostituire l'idrogeno con Ch4.

assolutamente,

e persino CH3OH che ha il vantaggio di essere liquido ... gli idrocarburi con gli atomi di carbonio 1 o 2 sono molto più facili da usare.
0 x
ImmagineImmagineImmagine
Eric DUPONT
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 344
iscrizione: 13/10/07, 23:11
x 10
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Eric DUPONT » 09/06/18, 19:51

l'auto a idrogeno è platino dipendente vale più dell'oro nel migliore prende 3 volte più di un convertitore catalitico, ma non ci sono e se lo fa, il prezzo del platino vale 3 tempi più costosi.
0 x

Avatar de l'utilisateur
Remundo
modérateur
modérateur
post: 8263
iscrizione: 15/10/07, 16:05
Località: Clermont Ferrand
x 98
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Remundo » 09/06/18, 22:02

la macchina H2 è un humbug. Ipertecnologia, una voragine di energia, una clientela in cattività, infrastrutture di approvvigionamento molto inadeguate.

Ciò che è necessario è un ibrido dominante in elettricità ad un prezzo accessibile. Fondamentalmente una buona specifica sarebbe:
* posto auto 4 5, 1000 kg, area non troppo frontale
* 15-20 kWh di batteria per rendere 100 km in elettrico
* generatore 3 40 cilindri kW (50 ch)
* potenza 75 kW (100 ch) elettrica, con possibilità di boost a 150 kW quando il generatore supporta le batterie
* auto semplice: non troppi gadget ed elettronica

Inoltre, il motore dovrebbe essere più benzina e accettare l'etanolo 85.

E allo stesso tempo; dobbiamo rafforzare il mix energetico nelle energie rinnovabili e anche il mix di combustibili nei liquidi rinnovabili: metanolo, etanolo, biodiesel ...
0 x
ImmagineImmagineImmagine
Avatar de l'utilisateur
Gildas
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 491
iscrizione: 05/03/10, 23:59
x 24

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Gildas » 10/06/18, 11:59

Video di una motocicletta 1993 che funziona solo su H2 con una batteria per auto.
Si dice che si possa viaggiare 500km con un litro d'acqua 1.
Ci vuole 6 Kw per abbattere il litro d'acqua 1. Sembra vero, una batteria di 50 Ah potrebbe abbattere 0,1 di litri d'acqua mettendo un'ora ...



D'altra parte la moto non sembra andare veloce ..
0 x
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6820
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 462

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Ahmed » 10/06/18, 12:14

Poiché in ultima analisi si tratta di utilizzare l'energia elettrica, sarebbe più logico collegare la batteria o le batterie a un motore elettrico ... Questo video suggerisce che l'energia dell'idrogeno contenuta nel l'acqua sarebbe maggiore dell'energia iniziale, ma è solo una conversione imperfetta.
0 x
"Non credere soprattutto che ti dico."
xboxman4
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 116
iscrizione: 09/07/08, 20:04
x 1

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda xboxman4 » 10/06/18, 12:15

Remundo ha scritto:la macchina H2 è un humbug. Ipertecnologia, una voragine di energia, una clientela in cattività, infrastrutture di approvvigionamento molto inadeguate.

Ciò che è necessario è un ibrido dominante in elettricità ad un prezzo accessibile. Fondamentalmente una buona specifica sarebbe:
* posto auto 4 5, 1000 kg, area non troppo frontale
* 15-20 kWh di batteria per rendere 100 km in elettrico
* generatore 3 40 cilindri kW (50 ch)
* potenza 75 kW (100 ch) elettrica, con possibilità di boost a 150 kW quando il generatore supporta le batterie
* auto semplice: non troppi gadget ed elettronica

Inoltre, il motore dovrebbe essere più benzina e accettare l'etanolo 85.

E allo stesso tempo; dobbiamo rafforzare il mix energetico nelle energie rinnovabili e anche il mix di combustibili nei liquidi rinnovabili: metanolo, etanolo, biodiesel ...


E tu pensi che la batteria al litio della VE non abbia l'appannamento? Carenza futura, aumento del prezzo del litio, riciclaggio problematico, ciclismo schifoso ... In breve, tutto il contrario dell'idrogeno.

L'H2 è un vettore energetico: è una fonte inesauribile, è facile da produrre (un elettrolizzatore non è un sistema complesso per l'industria), può essere prodotto da qualsiasi fonte di energia . Gli attuali sistemi di stoccaggio sono migliorati (fibra di carbonio, alta pressione, peso leggero, sicurezza) e consentono un ciclo virtualmente illimitato. Mi unisco a voi nella cella a combustibile, ma sono in corso molte ricerche per sostituire il platino con altri materiali (proprio come le batterie in cui vogliamo sostituire il litio).
0 x
xboxman4
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 116
iscrizione: 09/07/08, 20:04
x 1

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda xboxman4 » 10/06/18, 12:31

Il veicolo di domani dovrebbe essere:

Il più leggero possibile: e che passa attraverso le tecnologie dei punti: carbonio / alluminio, 3D assistenza informatica, mutualizzazione di alcune apparecchiature
Il più "semplice possibile": un singolo schermo / pannello che visualizza tutte le informazioni, l'automazione di determinati compiti ...
Il più economico: ibridazione per un futuro molto prossimo, con batteria al litio titanato, motore atipson a benzina / E85, scatola automatica, sistema di iniezione dell'acqua (perché no? Pantone), rigenerazione del freno + sospensione magnetica. aerodinamica
Il più durevole: affidabilità giapponese, materiali di qualità, lunga durata.
Riciclabile: esci dalla plastica - uso di materiali più nobili, legno, canapa per paraurti, il rigore della plastica riciclata per alcune parti
0 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Torna a "Nuovo trasporto: innovazioni, motori, l'inquinamento, le tecnologie, le politiche, organizzazione ..."

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospiti 4