Retour pergamena Stop Modalità automatica

Nuovo Trasporto: innovazione, motori, l'inquinamento, le tecnologie, le politiche, organizzazione ...L'auto a idrogeno RE: Il futuro?

Trasporto e trasporto nuovi: l'energia, l'inquinamento, le innovazioni del motore, concept car, veicoli ibridi, i prototipi, il controllo dell'inquinamento, le norme di emissione, imposta. non i singoli modi di trasporto: trasporti, organizzazione, carsharing o carpooling. Trasporto senza o con meno olio.
Bardal
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 196
iscrizione: 01/07/16, 10:41
Località: 56 e 45
x 59

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Bardal » 18/04/18, 21:17

sen-no-sen ha scritto:
ENERC ha scritto:Non sostituiremo questi molti casi di utilizzo con le biciclette. È l'urbanistica che deve essere ripensata se vogliamo rimuovere queste auto per lo più diesel che escono da 5h30 per evitare ingorghi.


Solo se si considera la situazione in modo monolitico.
L'attuale sistema è basato sulla cattiva gestione dell'energia a causa di un approvvigionamento energetico garantito.
Tuttavia, tali situazioni non possono essere mantenute a lungo e la scarsità dovrebbe ristabilire l'equilibrio.
Ripensare l'urbanistica non è semplicemente possibile senza un tale prerequisito, come nuotare contro la corrente ai margini delle Cascate del Niagara!


Bof ... La rarefazione non è per il domani ... Non è affatto certo che io lo sappia, e anche tu. Il petrolio rimane e soprattutto il gas per diversi decenni (almeno 5 o 6) e il carbone per diversi secoli. La questione del riscaldamento globale ci colpirà molto prima che i combustibili fossili siano esauriti ... E rimarrà nucleare, per la fine dei secoli ...

Non so se è un caos, quello che stiamo vivendo, ma mi sembra che non ci tornare al camminare a piedi o velocipede di 40-50 anni; al massimo un paio di ferite nei giorni in cui il tempo è buono, e per le distanze irrilevante.

L'unico futuro che vedo credibili, almeno per alcuni decenni a venire, è l'uso di energia limitando drasticamente gli impatti climatici e un modo di esistenza fermare il boom demografico ed economico che conosciamo; il compito è già enorme.
0 x

Avatar de l'utilisateur
sen-no-sen
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5444
iscrizione: 11/06/09, 13:08
Località: Alta Beaujolais.
x 194

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda sen-no-sen » 18/04/18, 21:43

bardal ha scritto:
Bof ... La rarefazione non è per il domani ... Non è affatto certo che io lo sappia, e anche tu. Il petrolio rimane e soprattutto il gas per diversi decenni (almeno 5 o 6) e il carbone per diversi secoli. La questione del riscaldamento globale ci colpirà molto prima che i combustibili fossili siano esauriti ... E rimarrà nucleare, per la fine dei secoli ...


La domanda di un crollo o di disgregazione della nostra società non è solo riserve disponibili, rimane da dimostrare che lui rimarrebbe la quantità astronomica di oli a basso costo da usare, qualcosa che sembra violare tutti gli studi geologici in corso! Se hai delle fonti, sono interessato*! :)
L'economia è un sistema interconnesso e il problema deve essere visto da diversi punti di vista: geopolitico, energetico, demografico, sociologico.
Ad esempio, il continente africano dovrebbe vedere la sua popolazione aumentare di circa 1,250 miliardi da 2050 ... quasi un terzo dei giovani africani dice di voler andare in Europa ... e il fenomeno è già iniziato (i famosi "migranti").
La situazione economica dei paesi industriali (USA, Europa, Giappone, Cina) è tutt'altro che ottimistica, per non dire altro, perché senza l'iniezione di liquidità fittizia nel nostro conto, diversi paesi sarebbero già bordi del baratro ...

Pensare che si sarà in grado di continuare a vivere con la propria auto è una visione molto ottimista, se non ingenua (!) Del futuro futuro!
Un'estrapolazione della curva di crescita indica che ci sarebbero circa 4 miliardi di automobili al mondo in 2050, devi davvero essere pazzo (o essere un economista) per credere che una tale situazione si verificherà! : Lol:


*Resta anche per dimostrare la reale possibilità di continuare ad operare risorse fossili, riducendo il riscaldamento globale (!), Perché anche l'ultima nuova sepoltura dei CO2 nel terreno più rapporti al pseudo-paletta per basso livello giornalista di un'autentica soluzione tecnica! : Lol:
1 x
"Genius talvolta si compone di sapere quando smettere" Charles De Gaulle.
Bardal
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 196
iscrizione: 01/07/16, 10:41
Località: 56 e 45
x 59

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Bardal » 19/04/18, 03:49

In effetti, è probabilmente la questione del riscaldamento globale che diventerà il fattore limitante, ben prima della carenza di energia ... È più che 30 anni che sentiamo parlare del picco di Hubbert, che avrebbe già dovuto produce 2 o 3 volte ...

L'esperienza mostra che la cattiveria dell'uomo a spingere i limiti (che non sono fissati da una legge fisica ma da un economista pragmatico) è incommensurabile; anche negli Stati Uniti, un terreno cosiddetto esaurito di tutte le risorse ha riacquistato la sua fertilità, almeno per un certo tempo ... E siamo lontani dall'aver valutato ciò che resta da sfruttare con mezzi ancora da inventare (quanti Gli idrati di metano da recuperare (per favore) ... E siamo solo lì nell'energia chimica, l'energia dell'atomo apre altre prospettive, infinite, loro, sulla nostra scala.

Tutto questo non è una visione ottimistica del futuro è anche il contrario, dal momento che saremo collettivamente muro clima senza essere in grado di limitare in qualsiasi momento, i nostri bisogni e le frenesie affrontare un pericolo importante e conosciuto dimostrato; la "virtuosa Germania ambientalista", continua allegramente saccheggiare la sua lignite e carbone, come gli altri, e il nostro amichevole "verde" L'Europa bicicletta (elettrica!) per l'aeroporto per imbarcarsi per qualche giorno all'altro capo mondo ... inutile scommettere sulla saggezza dell'uomo, è solo costretto e forzato che sarà limitato.

L'ingenuità è credere che una semplice auto-limitazione risolverà il problema, o che una carenza di risparmio autoregolerà la macchina globale. Se ci può essere una regolamentazione diversa dalle grandi crisi (che significa guerre e massiccia distruzione di persone e capitali), non è certamente una restrizione imposta negli stili di vita e un ritorno al energia dei muscoli umani (pesa le noccioline) ma bene nella ricerca di efficienza e sobrietà energetica, e nella realizzazione di energie non-carbonio; non ci sono cinquanta.

La limitazione della popolazione umana è anche parte del pacchetto regalo (andiamo inesorabilmente ...), ma non è la mancanza e la miseria a portarlo. Un'equa distribuzione di ricchezza e risorse è anche parte dei mezzi obbligatori per muoversi verso una soluzione ...

Bene, dobbiamo essere 37 o 38 milioni di auto in Francia, e non vi è alcuna indicazione che stia andando giù; non dovresti essere troppo lontano dal veicolo 1 per persona in età di guida
continua, un altro sforzo ...
0 x
Eric DUPONT
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 325
iscrizione: 13/10/07, 23:11
x 8
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Eric DUPONT » 19/04/18, 08:48

Barda solo dimenticare che in Francia c'è la carbon tax di aumentare il prezzo di un litro di gazoel di 7 centesimi ogni anno è centesimi 30 2022 qui e che questa tassa sarà riadattato a bastone solo per il livello di riduzione Emissioni di CO2. questa tassa è anche aggiunta all'aumento naturale correlato all'aumento del barile di petrolio.
0 x
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6351
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 414

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Ahmed » 19/04/18, 12:30

Et Eric Dupont dimentica sempre la "L" di Bardal! :D

Non è né la mancanza di energia né il cambiamento climatico a causare direttamente il collasso a venire, ma il sequestro delle ruote del sistema stesso. Nonostante tutte le sottigliezze * per aggirare la crescente difficoltà di ottenere l'aumento del valore astratto attraverso lo scambio mercantile, la colossale somma di denaro accumulata da un lato e l'assenza di progetti veramente redditizi (nel senso sistemico) condanna irreparabilmente la logica in movimento (sic!).

* Come la "transizione energetica", il desiderio di distruggere l'attuale flotta di auto nel nome di standard sempre più severi o la "nazione di start-up" o altri billevesées dello stesso barile.
0 x
"Non credere soprattutto che ti dico."

moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3347
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 273

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda moinsdewatt » 19/04/18, 21:27

bardal ha scritto:.....
Bene, dobbiamo essere 37 o 38 milioni di auto in Francia, e non vi è alcuna indicazione che stia andando giù; non dovresti essere troppo lontano dal veicolo 1 per persona in età di guida
..


e anche un po 'di più:

ha pubblicato 26.07.17

Con un aumento di 1,2% nel numero di registrazioni in un anno, il parco auto francese ha superato il marchio 39M di veicoli registrati in 2017.


https://www.lelynx.fr/assurance-auto/ve ... cais-2017/
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3347
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 273

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda moinsdewatt » 19/04/18, 21:33

Air Liquide apre la terza stazione di servizio a idrogeno
L'idrogeno è in aumento

Pubblicato 31 / 03 / 18

Air Liquide apre la sua terza stazione di rifornimento di idrogeno nella regione di Parigi. Questo sarà utilizzato per alimentare due autobus con celle a combustibile, ma anche il servizio di flotta di taxi ad idrogeno Hype.


E tre. Il francese Air Liquide ha appena inaugurato una terza stazione di rifornimento di idrogeno nell'isola della Francia, dopo quelli del ponte di Alma e dell'aeroporto di Orly. Si trova a Loges-en-Josas e sarà utilizzato per rifornire due autobus dotati di celle a combustibile che forniscono collegamenti tra Versailles e Vélizy. La stazione, che ha ricevuto il supporto della FCH JU e il programma europeo 3Emotion, entrerà in servizio solo su 2019.

Per l'operatore Air Liquide, è la terza stazione del suo genere. Infatti, Oslo e Rotterdam hanno ciascuno una stazione di idrogeno dedicata piena di autobus. Successivamente tali stazioni ospiteranno veicoli pesanti e servizi pubblici.

In Francia, la stazione di Les Loges-en-Josas verrà utilizzato anche per riempire il taxi Servizio Hype 75 (Società Taxi Parisien) la cui flotta è composta solo di veicoli a celle a combustibile come il cellulare Hyundai ix35 combustibile e Toyota Mirai raro.


https://www.lesnumeriques.com/voiture/a ... 72959.html
0 x
Eric DUPONT
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 325
iscrizione: 13/10/07, 23:11
x 8
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Eric DUPONT » 19/04/18, 22:24

lo sviluppo della macchina a idrogeno sarà rallentato dal costo del platino. non avremo mai la competitività dell'azoto liquido.
0 x
yves35
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 84
iscrizione: 27/09/15, 23:22
Località: renna
x 7

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda yves35 » 19/04/18, 22:57

Bonsoir,

Eric Dupont ha scritto:lo sviluppo della macchina a idrogeno sarà rallentato dal costo del platino. non avremo mai la competitività dell'azoto liquido.


il futuro è idrazote, è ovvio ...


yves
0 x
Eric DUPONT
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 325
iscrizione: 13/10/07, 23:11
x 8
Contatto:

Re: Re auto a idrogeno: il futuro?

Messaggio non luda Eric DUPONT » 20/04/18, 11:12

effettivamente. in azoto chaufant con idrogeno viene ottenuto sotto azoto motore ha circa 2 3 volte più energia per chilogrammo di azoto liquido, 650 memoria wh / kg e al consumo hyd arogene 1 Kwh di calore ha fornito la meccanica di 1 kwh. Tutto questo a livello termodinamico. speriamo almeno il rendimento 80%. vale a dire che per ottenere la meccanica 1 kwh, sarà 2 kg di azoto liquido e 30 o 40 grammo di idrogeno.
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Torna a "Nuovo trasporto: innovazioni, motori, l'inquinamento, le tecnologie, le politiche, organizzazione ..."

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospite 1

Ricerche più frequenti