Retour pergamena Stop Modalità automatica

Innovazioni per ridurre il consumo di combustibili fossiliLa legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Le innovazioni, idee o brevetti per ridurre il consumo di energia fossile, per esempio, vento nuovo, nuovi pannelli solari, impianto geotermico si è evoluto ...
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3567
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 308

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda moinsdewatt » 22/04/18, 14:31

bardal ha scritto:Bof ... l'idroelettrico sull'acqua ... Potremmo provare la Loira (beh, se gli adoratori dell '"ultimo fiume selvaggio" lo accettano); in totale, con dighe lungo tutto il corso medio, saremmo in grado di produrre l'equivalente di una fetta ... oltre a un danno ecologico ...

...


Non ci saranno progetti di dighe sulla Loira.

conferisce Sivens e la Madonna delle Landes.
0 x

Bardal
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 242
iscrizione: 01/07/16, 10:41
Località: 56 e 45
x 85

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda Bardal » 22/04/18, 17:56

Janic ha scritto:
... / ...

Il fai-da-te (a livello di una comunità di villaggio, città, regione) è il futuro grazie a un mix energetico più coerente che a dipendere da un sistema di smaltimento centralizzato dalle sue perdite di energia. Tuttavia, e inevitabilmente, la popolazione deve adattarsi a questo nuovo modello, anche se implica un cambiamento di "comfort" troppo facile.
Ma, ultimo ma non meno importante, non dobbiamo più pensare a uno schema egoistico della società, ma a un livello globale se il nostro modo di vivere e il nostro consumo eccessivo è e rimarrà percorribile con una popolazione ben oltre 10 miliardi di abitanti senza causare un rivoluzione dei meno abbienti che sono già e saranno i più numerosi su questa terra.


Il fai-da-te a livello locale porta solo a un'operazione "yo-yo" in grado di soddisfare i bisogni; o non abbiamo abbastanza energia, ed è il balack out, o abbiamo troppo e non sappiamo cosa fare con esso. L'unica via d'uscita è quella di essere collegati a una grande rete che garantisce la permanenza della fornitura di energia elettrica; anche a livello di un paese, non funziona, i tedeschi fanno l'esperienza crudele al momento. Inoltre, nessuna comunità ha messo in atto, e per una buona ragione. Questa storia di "produzione localizzata" è uno dei miti sviluppati dagli zeloti dell'ENR; questi sono solo miti, al contrario la rete deve essere rafforzata a un costo che non è trascurabile (diverse decine di miliardi di euro in Germania, che tuttavia ha solo un quarto della sua produzione in rinnovabili ).

Infine, la questione dei "meno abbienti" a livello globale è essenziale; sarà necessario uscire da questa situazione, sotto pena di gravi disturbi (e questo è un eufemismo). Ci sono due modi per risolvere il problema: o si tende verso una generalizzazione della situazione dei più indigenti (quindi si limita drasticamente il "ricco"), o si tende verso la situazione del più dotato (e si migliora la situazione dei "ricchi"). meno abbienti "); qualcosa mi dice che la prima opzione non sarà accettata da nessuno (il cinese ha rotolato su una bicicletta 20 anni fa, oggi ...) e sarebbe la prima causa di gravi problemi ... Abbiamo solo 'trovare un compromesso tollerabile e accettabile, con i regolatori 1 - l'energia e l'efficienza produttiva 2- una significativa riduzione delle emissioni di GHG ...

Ma se alcuni vogliono escludersi dalla comunità e scegliere autarchia, perso, questo non mi infastidisce assolutamente; ma non mendicano più del burro, del denaro burroso, del supporto della rete energetica e dei sussidi per il fotovoltaico e il vento ... lasciali prendere! Inoltre, cosa li impedisce?
0 x
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6820
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 462

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda Ahmed » 22/04/18, 20:04

Che molte persone, e probabilmente una maggioranza, siano ora consapevoli degli sprechi e di altri aspetti negativi del nostro modello imprenditoriale è fuori dubbio, ma questo si traduce solo in riforme cosmetiche, poiché i determinismi in atto continuano a esprimere. Semplicemente, "i segni forti" sono indirizzati alle popolazioni in modo che le modifiche secondarie siano sufficienti a distogliere l'attenzione dal perseguimento dell'essenziale.
È davvero del tutto inutile situare il problema nel campo della moralità: non è a causa di persone particolarmente malvagie (anche se esistono!) Che il male progredisce, ma a causa dei determinismi di cui siamo tutti agenti a vari livelli, e questo con i migliori sentimenti del mondo.
0 x
"Non credere soprattutto che ti dico."
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6079
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 73

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda Janic » 22/04/18, 20:25

Il fai-da-te a livello locale porta solo a un'operazione "yo-yo" in grado di soddisfare i bisogni; o non abbiamo abbastanza energia, ed è il balack out, o abbiamo troppo e non sappiamo cosa fare con esso.

Stai pensando qui a ciò che è stato fatto decenni fa affidandosi esclusivamente all'energia eolica come pannelli solari. Vi è sempre più diversificazione di queste ENR e questo continuerà in questa direzione.
L'unica via d'uscita è quella di essere collegati a una grande rete che garantisce la permanenza della fornitura di energia elettrica; anche a livello di un paese, non funziona, i tedeschi fanno l'esperienza crudele al momento. Inoltre, nessuna comunità ha messo in atto, e per una buona ragione. Questa storia di "produzione localizzata" è uno dei miti sviluppati dagli zeloti dell'ENR; questi sono solo miti, al contrario la rete deve essere rafforzata a un costo che non è trascurabile (diverse decine di miliardi di euro in Germania, che tuttavia ha solo un quarto della sua produzione in rinnovabili ).

Non c'è niente di sbagliato in ciò che scrivi! Ma tutti i sistemi "grandi" hanno iniziato in piccolo in qualsiasi area. Ma la nostra società è diventata dipendente da questi sistemi che impongono la loro politica industriale e gli "artigianato" in questione mettono in discussione questi colossi devastanti.
Ci sono tentativi di liberare questi sistemi tentacolari come AMAP e cortocircuiti per liberarsi dagli ipermercati, dal resto del cuore, dai telethon (un peccato per la nostra società così ricca), ecc ... e questo continua con le reti di distribuzione idrica che i comuni stanno assumendo sempre più. Sarà la soluzione del futuro? Nessuno può dirlo ora, per mancanza di sufficiente prospettiva, ma non possiamo saperlo senza prima provarci!
Per l'aneddoto il tuo discorso mi ricorda questo umorista Goscinny in Asterix, con il mercante di pesci che vende solo se viene dalla Lutetia, anche quando ha il mare a portata di mano. O l'assurdità dei proprietari di pannelli solari che rivendicano la loro produzione a EDF e la riutilizzano immediatamente piuttosto che consumarla direttamente ... "sono pazzi questi romani !!! Quale industria potrebbe acquistare un prodotto al di sopra del suo prezzo di vendita, senza affondare? Ma chi si chiede perché?
Infine, la questione dei "meno abbienti" a livello globale è essenziale; sarà necessario uscire da questa situazione, sotto pena di gravi disturbi (e questo è un eufemismo). Ci sono due modi per risolvere il problema:
o si tende verso una generalizzazione della situazione dei più indigenti (quindi si limita drasticamente il "ricco"),

Questo è quello che sta succedendo!
o tendiamo verso la situazione del meglio dotato (e miglioriamo la situazione dei "meno abbienti"); Qualcosa mi dice che la prima opzione non sarà accettata da nessuno (il cinese è rotolato su una massiccia bicicletta 20 anni fa, oggi ...)
e ritornano là inquinando la saturazione delle grandi città come in Francia!
Inoltre ci sono più di 4 miliardi di passeggeri in aereo e questo deve raddoppiare con 2050 e nessuna questione di aerei nucleari o elettrici.
https://www.planetoscope.com/co2/1436-e ... ivile.html
più aviazione militare!
e sarebbe la prima causa di gravi problemi ... Resta per noi trovare un compromesso tollerabile e accettabile, con i regolatori 1 - efficienza energetica e 2 produttivo - una significativa riduzione delle emissioni di gas serra. .

è più che 50 anni che questo discorso è stato tenuto da informatori e non ha trovato eco dai leader di tutti i paesi (e ancor più dagli Stati Uniti). Questo non è credibile da un Volontà politica ed economica volontarista perché nessuno vuole perdere i propri guadagni e anche i più poveri vogliono la loro parte della torta consumata esclusivamente dai paesi ricchi ora. Per quanto riguarda l'aumento della quantità di torte, ci vorrebbe tra i pianeti 2 e 10 come i nostri per fornire questi. Ma in queste aree non siamo modelli di virtù!
Ma se alcuni vogliono escludersi dalla comunità e scegliere autarchia, perso, questo non mi infastidisce assolutamente; ma non mendicano più del burro, del denaro burroso, del supporto della rete energetica e dei sussidi per il fotovoltaico e il vento ... lasciali prendere! Inoltre, cosa li impedisce?

Non si tratta di escludere se stessi, (l'argomento è usato fino alla corda :cipiglio: ) ma per rendersi conto che l'attuale sistema sta andando nel muro e che è necessario, almeno, rallentare cercando freni effettivamente adattati piuttosto che voler accelerare ancora di più e la nostra politica di riduzione dei GHG fa sorridere i paesi sulla strada per sviluppo.
0 x
"Noi facciamo la scienza con i fatti, come è una casa con pietre, ma un accumulo di fatti non è più una scienza che un mucchio di pietre è una casa" Henri Poincaré
"L'assenza di prove non è prova di assenza" Exnihiloest
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6820
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 462

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda Ahmed » 22/04/18, 21:42

Bardal, Lei scrive:
Ma se alcuni vogliono escludersi dalla comunità e scegliere autarchia, perso, questo non mi infastidisce assolutamente; ma non mendicano più del burro, del denaro burroso, del supporto della rete energetica e dei sussidi per il fotovoltaico e il vento ... lasciali prendere! Inoltre, cosa li impedisce?

L'ascetismo individuale, se è un sacrificio, oltre ad essere inefficiente a livello pratico *, è una giustificazione molto convincente della fondatezza del consumismo. Può quindi essere giustificato solo dal sentimento di "vincere" a livello personale e morale, e quindi essere indicato come un passo positivo di allontanamento, di alienazione.

* Ciò che viene salvato da alcuni sarà sprecato da altri ...
0 x
"Non credere soprattutto che ti dico."

ENERC
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 87
iscrizione: 06/02/17, 15:25
x 21

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda ENERC » 23/04/18, 08:12

Noi percepiamo i tentativi di liberarlo da questi sistemi tentacolare come con AMAP e cortocircuiti ai mercati iper liberi o ristoranti del cuore, telethon, (una vergogna per la nostra società ricca), ecc ... e questo continua con le reti di distribuzione idrica che i comuni stanno assumendo sempre più. Sarà la soluzione del futuro? Nessuno può dirlo ora, per mancanza di sufficiente prospettiva, ma non possiamo saperlo senza prima provarci!

+1
L'errore è stato quello di creare strutture attorno al giocatore storico dell'energia come EDF Solar Purchase Bond per il fotovoltaico.
Sempre e sempre la centralizzazione attorno allo stato.

Sta cambiando, ma molto lentamente. Infine, puoi vendere la tua elettricità a una cooperativa come Enercoop.
E con smartgrids verranno create altre reti di scambio: verso i servizi di ricarica dei veicoli, nelle regioni, ecc.

Quando la produzione diventerà più economica dell'acquisto, i corsi si svilupperanno. Ma poiché ENEDIS e CRE bloccano il sistema imponendo regole tecniche che prevengono i cortocircuiti, ci vorrà del tempo.

Le serrature saliranno gradualmente: per esempio i sindacati di energia 5 raggruppati in e-Born hanno deciso di sfidare il divieto di fatturare per kWh. Questo non è ancora stato vinto perché il CRE non ha ancora risposto allo studio legale.
Altri come Tesla sono entrati in vigore ignorando i regolamenti ....
0 x
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6079
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 73

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda Janic » 23/04/18, 09:06

sen no sen ciao
In effetti nessun credente sarebbe esistito se non esistesse una specie di "carota metafisica" per farla progredire, per non parlare se avesse dovuto cogliere la nozione di dio riguardo alla definizione naturalistica!

Ancora una volta, è una visione riduttiva di ciò che vuole essere naturalista. Inoltre, questa è una deformazione del significato stesso di un credente sul piano metafisico. Il concetto di carota metafisica è tanto assurdo quanto credere che un bambino creda nei suoi genitori con una specie di carota perché gode di protezione e cibo. L'atto di credere è libero, senza particolari aspettative di ritorno, anche se esiste.
Tuttavia questo non cambia la vera natura delle cose, non c'è più un dio che divinità per la semplice ragione che le nostre capacità mentali non sono affatto sufficienti per comprendere l'incomprensibile ...
Ragionamento sciocco! È come affermare che non esiste il vuoto, l'infinito, l'assoluto, anche se non siamo in grado di vedere e percepire la sua esistenza. Dare un nome a tutto è parte delle informazioni per scambiare idee.
Proprio come ridicolo. dobbiamo creare concetti per federare, connettere cervelli per creare una rete.
Proprio come ridicolo! La nozione condivisa di dio non appartiene a un concetto, ma sperimentare. Per "prova" i concetti religiosi sono molto diversi tra le culture, ma le esperienze sono le stesse. Evidentemente sfugge chi non ha attraversato queste esperienze e addirittura le nega come si può negare alla Francia Inter se la radio cattura solo l'Europa 1 o qualsiasi altro canale.
In effeti solo quelli che catturano Francia inter può assicurare fermamente che questa catena esiste davvero.
L'idea di Dio * serve così da "ancoraggio" per il credente, ed è quindi questo impianto psicologico che consente alla comunità dei credenti di costruire una società basata su questo pensiero guida.
Lì, c'è una specie di realtà per mancanza di verità. L'isolamento può creare il dubbio che l'esperienza sia solo una fantasia della mente, il confronto con altri sperimentatori conferma la sua realtà ed è valido anche per le menti che pensano di essere razionali
È esattamente la stessa cosa con l'economismo esponenziale, questo si basa sulla credenza (che è in gran parte operativa) di essere in grado di aumentare costantemente il proprio tenore di vita, di aumentare la propria sfera di influenza e gratificazione per il proprio punto come questo, via tecnologismo, promette in definitiva se non la vita eterna, almeno l'immortalità.
Non è affatto la stessa cosa perché da un lato non appartiene al razionale della società materialista, dall'altra solo al materialismo, anche se questo si tinge di irrazionale (per questa filosofia! )
Per la vita "eterna" è un'assurdità sia biologica che sociale, ma è la controparte materialistica della vita eterna "religiosa". Cappello bianco, cappello bianco!
* Se questa idea fosse davvero colta, dovremmo notare logicamente l'avvento di un mondo perfetto ... ovviamente non è così, il che dimostra che il concetto di Dio è sfortunatamente un concetto di ordine sociologico.
È un ingenuo kindergarten o un ragionamento di CE1 : Cheesy: , ha ereditato una falsa idea inventata dalle religioni come suoi avversari.
La nozione di un mondo perfetto è già assurda nelle condizioni che ci circondano, dove il darwinismo sostiene la nozione del vincitore più forte sempre sui più deboli (secondo i criteri spesso falsi). Un mondo perfetto significherebbe un'enorme progressione spirituale che porta ad armonizzarlo con le azioni.
Per riprendere l'esempio dell'automobile (o di qualsiasi altra cosa) il progettista cerca di eliminare tutti i possibili difetti che potrebbero mettere in pericolo il futuro guidatore. Ma non può imporgli regole di condotta che risparmiano la vita del guidatore come gli altri (il libero arbitrio di cui i trasgressori amano raccomandarsi). Da dove queste legislazioni vincolanti (in biologia si chiamano le leggi degli esseri viventi) vedono sanzionare i pericolosi trasgressori per se stessi come per gli altri [*]. Quindi, quando tutti rispetteranno le leggi, volontariamentetutte le condizioni dei vincoli spariranno allo stesso tempo rendendo l'ambiente automobilistico quasi "perfetto".

Ahmed ciao
L'ascetismo individuale, se è un sacrificio, oltre ad essere inefficiente a livello pratico *, è una giustificazione molto convincente della fondatezza del consumismo. Può quindi essere giustificato solo dal sentimento di "vincere" a livello personale e morale, e quindi essere indicato come un passo positivo di allontanamento, di alienazione.
Tutto questo è molto giusto! nella zona in cui sono sensibile, il Vg, vediamo che la nozione di sacrificio (per proibire qualcosa, questo è ciò che Obamot pensava prima di qualificare il suo discorso e persino di cambiare idea) viene sostituita (nel vegani che crescono sempre di più) da questo gradino positivo di distanziamento, di disalienazione del carnismo, come altri per il BIO, le medicine morbide, ecc ...
Ciò che viene salvato da alcuni sarà sprecato da altri ...
in una certa misura: sì! la natura odia il vuoto, dicono! Certamente, ma svuota il contenitore di un liquido o di qualsiasi prodotto, esaurendo alla fine ciò che contiene, è solo una questione di tempo!

[*] Vedi i rancori, le velocità dei trasgressori imposti, contro l'ultima generazione di radar che non lascia passare nulla.
0 x
"Noi facciamo la scienza con i fatti, come è una casa con pietre, ma un accumulo di fatti non è più una scienza che un mucchio di pietre è una casa" Henri Poincaré
"L'assenza di prove non è prova di assenza" Exnihiloest
Avatar de l'utilisateur
sen-no-sen
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5622
iscrizione: 11/06/09, 13:08
Località: Alta Beaujolais.
x 222

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda sen-no-sen » 23/04/18, 10:50

Janic ha scritto: Inoltre, questa è una deformazione del significato stesso di un credente sul piano metafisico. Il concetto di carota metafisica è tanto assurdo quanto credere che un bambino creda nei suoi genitori con una specie di carota perché gode di protezione e cibo. L'atto di credere è libero, senza particolari aspettative di ritorno, anche se esiste.


Janic non sei nel soggetto giusto ... :freccia: https://www.econologie.com/forums/societe-et-philosophie/ochlocratie-et-anacyclose-t15641-10.html
0 x
"Genius talvolta si compone di sapere quando smettere" Charles De Gaulle.
Janic
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6079
iscrizione: 29/10/10, 13:27
Località: Borgogna
x 73

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda Janic » 23/04/18, 15:12

Janic, non sei nella giusta materia.
non c'è un argomento specifico! Prendo il treno solo quando è iniziato da altri. :D
0 x
"Noi facciamo la scienza con i fatti, come è una casa con pietre, ma un accumulo di fatti non è più una scienza che un mucchio di pietre è una casa" Henri Poincaré
"L'assenza di prove non è prova di assenza" Exnihiloest
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6820
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 462

Ri: La legge sulla transizione energetica o il carro davanti al cavallo.

Messaggio non luda Ahmed » 23/04/18, 20:14

L'idea di salvezza è ancora una sacra (sic!) Carota metafisica ...
Questo concetto ha inoltre trovato la sua traduzione nel materialismo, che è più spirituale di quanto sembra (anche se di una spiritualità molto mediocre). La salvezza ora passa attraverso l'accumulazione astratto di valore, attraverso il periodo di transizione del protestantesimo, durante il quale la Salvezza escatologica e la Salvezza terrestre hanno vissuto una convivenza tanto inaspettata quanto complessa.
0 x
"Non credere soprattutto che ti dico."




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "Le innovazioni per ridurre il consumo di combustibili fossili"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospite 1