Retour pergamena Stop Modalità automatica

Idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ...L'energia eolica: a favore o contro il vento?

Le fonti rinnovabili, ad eccezione (vedi sotto-forum dedicati al di sotto) elettrici o solari termici: eolica, energia marina, l'acqua e l'energia idroelettrica, biomasse, biogas, geotermia profonda ...
lilian07
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 468
iscrizione: 15/11/15, 13:36
x 34

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda lilian07 » 05/01/18, 22:52

Incredibile ... solo essere un'oscillazione perché la navicella e lame tonnellate 7 che già tonnellate 45 nell'aria ... se inizia ad oscillare per motivi di strano vento e "ben" Siamo nelle probabilità Esponente 10 -12 ... la cosa inspiegabile dai calcoli di dimensionamento 3D statici.
un po 'di fatica dei materiali, saldature imperfette e l'incidente unico ....
Quando penso a un 185 VESTAS (9,5 MW) di ultima generazione e 18 GWh / anno con 80 35 m lame per tonnellate ciascuna e un'altezza maggiore gondola alla Torre Montparnasse spaventoso ma non è cadere ....
Annunceremo per breve tempo turbine eoliche fino a 15 MW (pale su 100m lunghe ...) incomprensibili per me.
0 x

moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 304

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda moinsdewatt » 01/03/18, 22:24

(Francia) Energia eolica: riduzioni tariffarie nette per installazioni future

Da AFP il 28.02.2018

Il prezzo dell'energia elettrica generata dalle future installazioni di turbine eoliche onshore sarà "significativamente inferiore" rispetto al prezzo di acquisto precedente, secondo i primi risultati di un bando di gara pubblicato mercoledì dal governo, che illustra la crescente competitività dell'energia rinnovabile.

"I risultati sono inequivocabili: la maturità e la competitività dell'energia eolica e dell'energia rinnovabile sono una realtà", ha dichiarato il ministro della transizione ecologica e solidale Nicolas Hulot, citato nella dichiarazione.

Ventidue vincitori sono stati selezionati per installare turbine eoliche onshore con una capacità totale di 500 megawatt (MW) e un prezzo medio ponderato di 65,40 euro all'ora megawatt. L'ultimo prezzo di acquisto, definito in 2017, è stato fissato su ordinazione in euro 72 / MWh e riguarda solo installazioni con meno di 18 MW.

Per Marion Lettry, Vice Direttore Generale dell'Unione delle Energie Rinnovabili (SER), questi risultati dimostrano che l'energia eolica "può occupare un posto importante nel mix energetico francese", poiché il governo sta lavorando al Programma energetico pluriennale (PEE), road map delle ambizioni energetiche per i prossimi anni.

Il 500 MW assegnato mercoledì è solo la prima ondata di una gara globale per 3 GW che sarà distribuita su tre anni.

Questa procedura è la prima per il settore dopo la modifica del meccanismo di supporto per l'energia eolica onshore in Francia, avvenuta lo scorso anno.

In precedenza, l'elettricità così prodotta veniva acquistata da EDF ad un tasso definito dalle autorità pubbliche. Ora, sarà venduto al prezzo di mercato, al quale verrà aggiunto un supplemento di retribuzione garantito per vent'anni, i candidati che chiedono il complemento più basso è privilegiato.

Un terzo dei progetti riceverà un bonus per essere stato oggetto di crowdfunding.

- "Necessità di stabilità" -

Questi risultati "porteranno il governo a favorire questa procedura (gara d'appalto) per i progetti futuri ridefinendo la portata dei progetti ammissibili al sostegno sotto forma di bando di gara e prezzo di acquisto" (l ' ex sistema meno competitivo).

Per il SER come per l'energia eolica della Francia, l'associazione che riunisce il settore industriale, questo annuncio è un "segnale negativo" inviato al settore.

"Vogliamo che le cose vengano fatte gradualmente e in consultazione con il settore", ha detto la signora Lettry, ritenendola "importante mantenere questi due dispositivi per assicurare uno sviluppo armonioso del vento in tutto il paese", e non limitato alle regioni più ventose o più accessibili.

"Le parti interessate hanno bisogno di stabilità", ha aggiunto l'energia eolica della Francia, aggiungendo che le attuali normative avevano solo un anno. Secondo l'associazione, l'estensione del sistema di appalti a strutture più piccole rischia di "mettere a repentaglio una serie di progetti".

Queste critiche seguono reazioni più favorevoli a metà gennaio, quando il signor Hulot ha svelato le misure per sollevare i freni sul vento terrestre.

Tra le dieci misure sono state poi presentate, tra cui cambiare la distribuzione dei benefici fiscali, l'aumento della quota che va ai comuni che ospitano le turbine eoliche, e la rimozione di un livello di competenza per i ricorsi, che saranno gestite direttamente dai giudici amministrativi chiamare.

In 2017, le turbine eoliche 1.797 MW sono state collegate alla rete in base al "Panorama dell'elettricità rinnovabile" rilasciato agli inizi di febbraio. "Questo è il miglior anno di sempre", ha reagito all'AFP Jean-Louis Bal, presidente di SER.

https://www.sciencesetavenir.fr/nature- ... ons_121670
1 x
Avatar de l'utilisateur
sen-no-sen
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5615
iscrizione: 11/06/09, 13:08
Località: Alta Beaujolais.
x 221

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda sen-no-sen » 17/04/18, 20:56

Aude: le turbine eoliche stanno sull'ultimo respiro di uno Zad

Accanto all'emblematica Notre-Dame-des-Landes, vengono aperte altre "zone da difendere" (Zad) in Francia. Nell'Aude, nel Bouriège e nel Tourreilles, una disputa più confidenziale, con un futuro incerto, ritarda la costruzione di un parco eolico.

I funzionari eletti e le autorità locali, decisi oppositori locali sull'orlo del collasso, e una manciata di zadistes attesa, posizionato al di sotto di un sito senza fiato, è il 6 vento edificio del teatro avviato fa quasi quindici anni. I villaggi di Aude Bouriège, abitanti 130 e Tourreilles, abitanti 125, vicino a Limoux, erano una lontana somiglianza di famiglia Notre-Dame-des-Landes, l'iconica "zona di difesa". La nascita di un piccolo parco eolico al vento con energie verdi è meno spaventosa di un aeroporto che pensa di decollare da una regione


http://www.midilibre.fr/2018/02/04/aude-des-eoliennes-buttent-sur-le-dernier-souffle-d-une-zad,1623619.php

Un soggetto in qualche modo micro-marciapiedi ma che offre una panoramica delle opposizioni future più o meno cittadini contro i progetti di transizioni ecologiche ... e che rimandiamo alle nostre contraddizioni.
0 x
"Genius talvolta si compone di sapere quando smettere" Charles De Gaulle.
Avatar de l'utilisateur
nico239
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1666
iscrizione: 31/05/17, 15:43
Località: 04
x 169

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda nico239 » 18/04/18, 16:09

Sì, ci chiediamo perché lo promuoviamo così tanto perché nessuno lo vuole ..... a casa (a casa del vicino nessun problema d'altro canto). : Mrgreen:
0 x
"Uno strumento che non consuma energia e rispetta il suolo che cosa è? Ben è uno strumento che non fa nulla "(conferenza citazione François Mulet)
Avatar de l'utilisateur
sen-no-sen
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 5615
iscrizione: 11/06/09, 13:08
Località: Alta Beaujolais.
x 221

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda sen-no-sen » 18/04/18, 19:48

Energy General Electric ha annunciato l'intenzione di avviare la produzione di una turbina eolica 12 MW. Sarà la macchina più potente sul campo. Chiamato Haliade-X, raggiungerà il picco a 260 metri di altezzae sarà costituito da un rotore di 220 metri, lame di 107 metri di lunghezza e avranno una superficie scansionata di 38.000 m2. Queste caratteristiche dovrebbero dargli un fattore di carico 5 nei punti 7 sopra le turbine attualmente disponibili sul mercato.

https://www.actu-environnement.com/ae/news/general-electric-eolienne-haliadex-30758.php4

Presto l'altezza della Torre Eiffel?

Interessante notare ancora una volta che le leggi della meccanica statistica si applicano al settore dell'energia eolica, una strategia r (molte piccole turbine eoliche) sviluppate da avviare ora passiamo a una strategia K (dispositivi molto grandi) trasportati dai monopoli dell'industria e dell'energia.
0 x
"Genius talvolta si compone di sapere quando smettere" Charles De Gaulle.

moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 304

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda moinsdewatt » 07/05/18, 21:34

Mingyang installa "la più grande turbina eolica anti-tifone"

Pubblicato 07 / 05 / 2018 lemarin.fr

"La più grande turbina eolica al mondo resistente ai tifoni. Ecco come l'energia eolica di Mingyang qualifica la sua nuova turbina eolica MySE.5-155.

La turbina, con capacità 5,5 MW, è appena stata installata nella provincia del Fujian, in Cina. È la prima delle due turbine Mingyang ad aderire al parco eolico offshore 79,4 MW del Fujian Xinghua, secondo quanto riferito dai media locali. Secondo Mingyang, il design della turbina è ispirato all'industria aerospaziale. È più leggero e di dimensioni ridotte rispetto ad altre turbine eoliche di capacità simile. La lunghezza delle sue lame è di metri 76,60.

La stagione degli uragani in Cina va da giugno a ottobre. Il rischio del tifone è particolarmente importante nel sud del paese.

Immagine
La turbina, con capacità 5,5 MW, dovrebbe sopportare i cicloni. (Foto: energia eolica del Mingyang)

http://www.lemarin.fr/secteurs-activite ... contre-les
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 304

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda moinsdewatt » 20/05/18, 14:14

Le turbine eoliche britanniche stanno fornendo più energia al quartiere 1er 2018 rispetto alle loro centrali nucleari 8!
Questo è il 18.8% della produzione di elettricità di T1, in seconda posizione dietro a Gas


L'energia eolica supera per la prima volta il nucleare nel Regno Unito per un quarto

Maggio 16, 2018 evwind

I parchi eolici britannici forniscono più elettricità delle sue otto centrali nucleari nei primi tre mesi di 2018, segnando la prima volta.

L'industria delle energie rinnovabili ha salutato la pietra miliare come energia verde.

In tutto il primo trimestre, 18.8% dell'elettricità, seconda solo al gas, ha dichiarato all'Imperial College di Londra.

A un certo punto durante la notte su 17 marzo, le turbine eoliche hanno fornito brevemente quasi la metà dell'energia elettrica del Regno Unito. Anche l'energia eolica ha aiutato durante gli scatti a freddo, fornendo 12-43% di energia elettrica durante i primi sei mesi dell'anno.

Due centrali nucleari erano disponibili per la manutenzione ordinaria, mentre un'altra era chiusa per l'alga nel sistema di raffreddamento.
................

https://www.evwind.es/2018/05/16/wind-p ... rter/63447
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 304

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda moinsdewatt » 31/05/18, 15:05

Una turbina eolica distrutta dopo un bagliore. nel Regno Unito.

£ La turbina eolica 1m irrompe nelle fiamme dopo un fulmine

30 maggio 2018

Immagine

I vigili del fuoco sono sulla scena dell'incendio del parco eolico di Ransonmoor, vicino a Doddington, in seguito al fulmine nelle prime ore del mattino.

L'ex pompiere David Oldale, che si è svegliato per ricevere una turbina eolica, ha dichiarato: "Lo lascerei, è troppo pericoloso, lo lascerei andare.

"È iniziato nella sala motori dove la turbina è a diverse centinaia di metri.

"Sta gradualmente bruciando la torre; tutti i pezzi stanno cadendo.

"I vigili del fuoco sono ancora qui e penso che lo bruceranno, perché non c'è nient'altro che possano fare davvero".

Ransonmoor si trova nelle Fens of Cambridgeshire. Il progetto Fenpower offre una vasta gamma di risorse per supportare organizzazioni locali e regionali.

http://www.edp24.co.uk/news/fens-wind-t ... -1-5539825

Immagine
http://www.itv.com/news/anglia/2018-05- ... idgeshire/
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3547
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 304

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda moinsdewatt » 15/06/18, 19:53

Valorem inaugura il suo nuovo parco eolico nel Tarn

MARINA ANGEL la fabbrica 15 / 06 / 2018 Nouvelel

L'operatore di energia rinnovabile Valorem inaugura il suo nuovo parco eolico ad Albine, nel Tarn. Un investimento di 29 milioni di euro per una capacità installata di 16 MW.

Immagine
Il nuovo parco eolico di Albine: un insieme di otto turbine eoliche, costruite su una linea di poco più di un chilometro 1,5 per una potenza totale cumulativa di 16 MW.

Il Gruppo Valorem, con sede a Bègles (Gironde), si apre Venerdì giugno 15 il suo nuovo parco eolico in Albine, in Tarn: una serie di otto turbine eoliche costruite su una linea di poco più di 1,5 chilometro su terreno comunale, per una potenza totale cumulata di 16 MW. La transazione, iniziata a luglio 2016, avrà richiesto un investimento totale di 29 milioni di euro. Questo è il secondo parco eolico messo in servizio da Valorem nel Tarn, dopo il collegamento 2009 di una flotta ad Arfons, che ha turbine eoliche 11 per una potenza di 22 MW.

Nuovi progetti in Aude, Haute-Garonne, Tarn e Tarn-et-Garonne.

Per Albine Park, ci sono voluti più di 17 anni di perseveranza. I primi studi per l'installazione di questo parco eolico risalgono agli inizi degli anni 2000 e le autorizzazioni amministrative sono state ottenute da 2007. Ma questo non stava contando i molti ricorsi che posticiparono il lancio del progetto per quasi anni 10. Non abbastanza per scoraggiare Valorem che prevede di lanciare un nuovo sito presto 2019 nella zona di Limoux, Aude, per una serie di 12 vento (45 milioni previsto per una potenza complessiva di 28 MW). Nel processo, altri due progetti sarebbero già programmati per 2020, uno nel Tarn e il secondo nel Tarn-et-Garonne.

In parallelo, l'azienda Gironda, impegnata da dieci anni in una diversificazione in altre fonti rinnovabili (piccole centrali idroelettriche, fotovoltaiche, biogas ...), sta anche preparando a lanciare nel mese di luglio 2018 due nuovi cantieri navali parchi solari a terra in occitano, uno in Alzonne, in Aude 4 MWp (4,5 milioni) e il secondo a Noè, nella Haute-Garonne a 2,5 MWp (3 milioni di €) . "Siamo inoltre in attesa dei risultati dei prossimi inviti a presentare proposte del CRE, prevista per il mese di luglio, per due parchi solari, 5 MWp ciascuno, che vogliamo raggiungere, uno in Haute-Garonne e l'altro nel Tarn-et-Garonne ", afferma Frédéric Petit, responsabile dell'agenzia Valorem di Carcassonne (Aude), responsabile dei progetti nella regione occitana.

Valorem ha realizzato un fatturato di € 74,5 2017 milioni e impiega poco più di dipendenti 200, con tre agenzie a Carcassonne, Amiens (Somme) e Nantes (Loire-Atlantique), due centri di manutenzione a Caen ( Calvados) e Reims (Marne) e uno stabilimento in Guadalupa.


https://www.usinenouvelle.com/article/v ... rn.N707419
0 x
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3122
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 172
Contatto:

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda izentrop » 17/07/18, 22:11

Premesse di un disastro annunciato
OSLO (Reuters) - Svezia dovrà importare più energia elettrica in inverno, quando il paese esportatore netto di energia elettrica al resto d'Europa, andando nucleare per l'energia eolica, ha detto il suo operatore di rete.
Lo scorso inverno, il primo dalla chiusura del reattore Oskarshamn 1, ha esaurito le risorse della Svezia a causa del consumo di punta aumentato dai megawatt 800 (MW), attivando le procedure di avviamento presso le sue centrali elettriche di riserva.

Il bilancio energetico della Svezia ancora deteriorarsi a partire dal prossimo inverno, il paese avrà bisogno di importare e la situazione è destinata a peggiorare con la chiusura di due reattori da 2020, ha annunciato Lunedi la Svenska Kraftnät (SVK ) in un rapporto.

"Per il prossimo inverno (se si tratta di un inverno normale), la Svezia dovrebbe importare 400 MW più di quanto esporti durante l'ora con il consumo più alto", ha detto Erik Hellstrom, analista di impianto elettrico SVK. Reuters.

Hellstrom ha detto che se il prossimo inverno è un "inverno di 10 anni" (più freddo di un normale inverno), le importazioni svedesi aumenteranno fino a 1500 MW più delle esportazioni nell'ora con il più alto consumo.

Delle otto rimanenti reattori nucleari della Svezia, due chiuderà presto, Ringhals Ringhals e 2 2019 1 nel prossimo anno, il taglio uno combinato 1700 MW della propria rete elettrica, anche 40% dipende produzione nucleare.

"L'energia eolica non può contribuire al bilancio energetico nelle ore di punta invernale con la stessa disponibilità che l'energia nucleare sostituisce", ha detto SVK. https://www.reuters.com/article/us-swed ... SKBN1JS1GL
Jancovici il lungo ha detto che l'energia eolica non può assicurare domanda invernale.
L'energia nucleare rimarrà per molto tempo la soluzione più sicura e meno pericolosa.
0 x
Cum hoc ergo propter hoc ... In altre parole: la correlazione non è causalità.




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ..."

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospiti 4