Retour pergamena Stop Modalità automatica

Idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ...L'energia eolica: a favore o contro il vento?

Le fonti rinnovabili, ad eccezione (vedi sotto-forum dedicati al di sotto) elettrici o solari termici: eolica, energia marina, l'acqua e l'energia idroelettrica, biomasse, biogas, geotermia profonda ...
Meszigues3
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 48
iscrizione: 06/02/17, 19:12
x 7

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda Meszigues3 » 26/11/17, 17:44

Did67 ha scritto:Peccato che l'elettricità sia immagazzinata così male. Peccato che le centrali nucleari non regoli bene. Peccato che le riduzioni di prezzo non vengano restituite agli utenti, che potrebbero adattare rapidamente una parte della loro richiesta. Peccato che non ci sia più cogenerazione dal biometano, un'energia che "immagazzina in modo naturale" [se volessimo, anche qui, trasmettere i cambiamenti di prezzo ai produttori, che potrebbero facilmente cogenerare solo durante ore di punta, a condizione che raddoppino o triplichino la capacità di stoccaggio e i loro gruppi di cogenerazione).

In breve, un peccato che non siamo più intelligenti (nel senso medio) ...

Non penso che sarebbe sufficiente essere più intelligenti o intelligenti.

Siamo di fronte alle realtà:http://www.rte-france.com/fr/eco2mix/chiffres-cles)

L'elettricità non è immagazzinata;
La produzione eolica varia tra 72 MW e 9455 MW in Francia in 2017 (e tutte le turbine eoliche europee variano spesso allo stesso tempo);
La produzione nucleare non può correggere tali variazioni, anche pianificate con uno o due giorni di anticipo;
La piscina di biomassa è trascurabile: 1927 MW, ovvero 1,4% della flotta francese. Di fronte a 19141 MW di vento + solare (10 volte di più), sarebbe necessario moltiplicare per 5 (o più) il parco installato. Avremmo il carburante? (Non lo so)
Per trasferire le riduzioni di prezzo agli utenti? Cosa vuoi che facciano a 4h00 al mattino? Prezzi negativi in ​​Germania: nessuno lo vuole. L'utente non può, neanche, immagazzinare elettricità (eccetto negli scaldabagni dove possiamo immagazzinare una frazione di euro a notte).

Tuttavia, potremmo, e lo faremo, aumentare i tassi nelle ore di punta. Perché se non possiamo consumare (o conservare) quando non ne abbiamo bisogno, possiamo limitare alcune delle sue necessità se le tariffe ci spingono lì.

Approfitta dell'esperienza tedesca gratuitamente: inquinamento, tariffe elevate, produzione irregolare.
Non imitarli.
0 x

balandar
Ho scoperto econologic
Ho scoperto econologic
post: 7
iscrizione: 14/10/12, 23:26
x 1

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda balandar » 26/11/17, 23:54

ciao
Io sono per la turbina eolica che fa meno rumore del vento nelle foglie degli alberi, quindi ha defraudato di dire a tutti quelli che sono contrari alla necessità di tagliare gli alberi per evitare il rumore (ride) tutti questi le persone non possono sopportare nulla nemmeno la loro ombra mentre le energie rinnovabili sono il nostro futuro a meno che 1000 non ritorni indietro con anni e sotto il controllo dei signori
1 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3543
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 304

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda moinsdewatt » 03/12/17, 13:35

Vestas ricostruirà un parco eolico in Italia, le piccole turbine eoliche 59 600 kW saranno sostituite da 16 3.3 MW.
L'età del vecchio non è specificata.

Vestas per ripotere due parchi eolici in Italia

Dicembre 1, 2017 evind

Vestas ha ricevuto è unito ordine repowering 53 MW per il Castiglione Messer Marino e parchi eolici Schiavi d'Abruzzo, sottolineando crescente importanza di repowering in continua crescita di energia eolica. Vestas sostituirà unità di 59 600 terzi kW turbine con turbine 16 112 V3.3 MW e parchi eolici Con la presente Aumentare la potenza nominale da 50 cento riducendo il numero di turbine eoliche di oltre 70 per cento.

Gli Ordini da E2i Energie Speciali Srl, società partecipata da F2i (Fondi Italiani per le Infrastrutture) e del gruppo Edison / EDF, e sono gli unici progetti che saranno costruiti nella Regione Abruzzo in Italia centrale derivata dalla 2016 e l'ultima in Italia asta.

Alberto Musso, Capo Ufficio Operativo di E2i Energie Speciali, ha aggiunto "Sostituzione vecchi macchinari con unità, Meno più alti e più moderni Soprattutto con una maggiore affidabilità e produzione di energia elettrica superiore è uno dei principali obiettivi della nostra azienda. E2i ha uno storico rapporto commerciale con Vestas e questo contratto per sostituire le turbine eoliche in due parchi eolici in Abruzzo rafforza ulteriormente la nostra partnership.

Avendo installato più del 40 per cento della capacità eolica totale dell'Italia, l'ordine odierno sottolinea la posizione di leadership di Vestas in Italia. I progetti saranno annunciati in 2017 MW, mentre 169 MW supererà.

Marco Graziano, Presidente di Vestas Mediterranean, ha dichiarato: "Questi progetti saranno probabilmente più interessanti per i nostri clienti e per i nostri clienti. Le capacità di repowering di Vestas miglioreranno ulteriormente la nostra posizione in Italia poiché le turbine eoliche più grandi del mondo saranno sostituite dal futuro.

La consegna delle turbine è prevista per il terzo trimestre di 2018, mentre la messa in servizio è prevista per il quarto trimestre di 2018. Per i due parchi eolici, l'ordine comprende la fornitura e l'installazione rispettivamente di 12 e di quattro turbine Vestas.

https://www.evwind.es/2017/12/01/vestas ... taly/61957
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12788
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4317

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda Did67 » 03/12/17, 17:03

Meszigues3 ha scritto:
Per trasferire le riduzioni di prezzo agli utenti? Cosa vuoi che facciano a 4h00 al mattino? Prezzi negativi in ​​Germania: nessuno lo vuole. L'utente non può, neanche, immagazzinare elettricità (eccetto negli scaldabagni dove possiamo immagazzinare una frazione di euro a notte).



In questo caso, stavo parlando della cogenerazione: il biogas prodotto è naturalmente stoppkable, molto facilmente. Basterebbe aumentare le dimensioni dei "cappelli" che coprono i metanizzatori o installare serbatoi di stoccaggio in teloni.

E raddoppia o triplica la capacità di cogenerazione (installa i gruppi 3 invece di uno).

Così l'impianto produrrebbe pm gas 24 / 24 ... Ma noi sarebbe trasformato gruppi di ore "rossa" forte domanda ... Quindi, se 8 ore al giorno, devono 3 gruppi ... Se è ora 6 al giorno, ci vogliono 4 (confronta con gruppo turno 24 h / 24).

Questo aumenta l'investimento.

Quindi funziona solo se il prezzo più alto di energia elettrica viene restituito in parte dal produttore ...

Questo non è il caso. Quindi un produttore installa solo un gruppo, che esegue 24 h / 24. Anche quando non c'è bisogno di elettricità ...

Il biogas è molto piccolo al momento, quindi ovviamente non è probabile che si "riequilibri". Tuttavia, se si sviluppa, abbiamo perso un modo molto semplice per riequilibrare un po '!

Ed è proprio quello a cui miravo quando dico che non ci pensiamo abbastanza ...
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12788
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4317

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda Did67 » 03/12/17, 17:07

Meszigues3 ha scritto:
Prezzi negativi in ​​Germania: nessuno vuole ..



Precisiamo: prezzo sul mercato spot (vendite di eccedenze), che rappresenta una piccola parte di energia elettrica, negativa, anzi in determinati momenti.

Questo riguarda anche EdF, incapace di frenare i suoi reattori nucleari (meno quest'anno, metà - o non molto lontano - viene fermato).

Questo non è un "problema specificamente tedesco".
0 x

sicetaitsimple
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2048
iscrizione: 31/10/16, 18:51
Località: Bassa Normandia
x 335

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda sicetaitsimple » 05/12/17, 19:14

Did67 ha scritto:
In questo caso, stavo parlando della cogenerazione: il biogas prodotto è naturalmente stoppkable, molto facilmente. Basterebbe aumentare le dimensioni dei "cappelli" che coprono i metanizzatori o installare serbatoi di stoccaggio in teloni.

E raddoppia o triplica la capacità di cogenerazione (installa i gruppi 3 invece di uno).

Così l'impianto produrrebbe pm gas 24 / 24 ... Ma noi sarebbe trasformato gruppi di ore "rossa" forte domanda ... Quindi, se 8 ore al giorno, devono 3 gruppi ... Se è ora 6 al giorno, ci vogliono 4 (confronta con gruppo turno 24 h / 24).

Questo aumenta l'investimento.

Quindi funziona solo se il prezzo più alto di energia elettrica viene restituito in parte dal produttore ...

Questo non è il caso. Quindi un produttore installa solo un gruppo, che esegue 24 h / 24. Anche quando non c'è bisogno di elettricità ...

Il biogas è molto piccolo al momento, quindi ovviamente non è probabile che si "riequilibri". Tuttavia, se si sviluppa, abbiamo perso un modo molto semplice per riequilibrare un po '!



Il meglio, dal mio punto di vista, e si sviluppa sempre di più, è quello di trattare il biogas fino a quando non arriva alle specifiche di rete, quindi iniettarlo in esso. Certo, devi essere vicino alla rete del gas, che a volte non è il caso. Ed è la rete del gas che svolge naturalmente il ruolo di stoccaggio.
0 x
Avatar de l'utilisateur
chatelot16
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6960
iscrizione: 11/11/07, 17:33
Località: Angouleme
x 232
Contatto:

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda chatelot16 » 05/12/17, 22:13

la modulazione della potenza del gruppo elettrogeno del biogas è molto più semplice della purificazione del biogas rispetto allo standard del gas naturale

se introdotti nella rete del gas, un gas poco pulita o corrosivi possono danneggiare loro sono enormi ... se biogas purificato con mezzi di lusso uccidendo redditività ... è sufficiente ruotare il più grande generatore di base la domanda sarebbe più semplice

non dimenticate che tutto il modo per purificare il metano non sono perfetti, sono il rifiuto, e qualsiasi rifiuto del metano nell'atmosfera è un disastro ecologico ... a girare un generatore a biogas grezzo è molto più semplice !

una soluzione ragionevole è il generatore di accoppiamento + purificazione del biogas in piccola quantità per la rete: tutto il rifiuto del sistema di depurazione è consumato dal gruppo elettrogeno
1 x
sicetaitsimple
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2048
iscrizione: 31/10/16, 18:51
Località: Bassa Normandia
x 335

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda sicetaitsimple » 05/12/17, 22:50

chatelot16 ha scritto:
una soluzione ragionevole è il generatore di accoppiamento + purificazione del biogas in piccola quantità per la rete: tutto il rifiuto del sistema di depurazione è consumato dal gruppo elettrogeno


Generalmente, in un sistema di rete con l'iniezione, cioè una caldaia a gas povero derivante dal trattamento che fornisce calore comunque necessario per regolare la temperatura del digestore, gas di scarico in modo che tutti recuperabili sono consumati ..
0 x
sicetaitsimple
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2048
iscrizione: 31/10/16, 18:51
Località: Bassa Normandia
x 335

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda sicetaitsimple » 06/12/17, 11:55

chatelot16 ha scritto: se purifichiamo il biogas con mezzi di lusso, uccidiamo la redditività ... solo per trasformare il generatore più grande in base alla domanda sarebbe più semplice


Invocare confronti di redditività tra i due metodi non mi sembra veramente rilevante, perché in ogni caso la redditività di questi progetti (siano essi produttori di gas iniettato o elettricità) è assicurata (principalmente) solo da un prezzo di acquisto del prodotto (gas o elettricità) 3 5 volte superiore (questo è un ordine di grandezza della memoria) al prezzo dello stesso prodotto fabbricato o acquistato in modo "convenzionale".

È la comunità che in un modo o nell'altro (sovvenzioni per investimenti, tasse tipo CSPE, ...) paga questo costo aggiuntivo. Potremmo eventualmente confrontare questi costi aggiuntivi per minimizzarlo, sarebbe già più rilevante.

Ma preferisco iniziare con una semplice osservazione:
- Il fotovoltaico o l'energia eolica producono elettricità, che agiscono. In tal modo si iniettano sulla rete elettrica o si autocompongono sostituendo gradualmente la produzione convenzionale.
- digestione anaerobica produce metano, in modo da iniettare dopo il trattamento nella rete del gas naturale, piuttosto che generare elettricità "nastro 365 / 365" che in genere non abbiamo bisogno oggi, con la Francia esportando strutturalmente elettricità, mentre importa il 100% del suo gas.
0 x
Meszigues3
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 48
iscrizione: 06/02/17, 19:12
x 7

Re: Wind: a favore o contro il vento?

Messaggio non luda Meszigues3 » 06/12/17, 17:45

Did67 ha scritto:Precisiamo: prezzo sul mercato spot (vendite di eccedenze), che rappresenta una piccola parte di energia elettrica, negativa, anzi in determinati momenti.

Questo riguarda anche EdF, incapace di frenare i suoi reattori nucleari (meno quest'anno, metà - o non molto lontano - viene fermato).

Questo non è un "problema specificamente tedesco".
Accetto per il mercato spot che riguarda solo una parte del mercato.

EdF è ancora molto meno colpita rispetto ai tedeschi dai prezzi negativi; mi è sembrato che il mercato fosse interrotto a causa della produzione irregolare di energia rinnovabile e non a causa delle centrali nucleari; non importa.
0 x




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ..."

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospite 1