Retour pergamena Stop Modalità automatica

Idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ...L'energia eolica: a favore o contro il vento?

Le fonti rinnovabili, ad eccezione (vedi sotto-forum dedicati al di sotto) elettrici o solari termici: eolica, energia marina, l'acqua e l'energia idroelettrica, biomasse, biogas, geotermia profonda ...
lemust09
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 61
iscrizione: 27/02/07, 21:41

Messaggio non luda lemust09 » 07/09/13, 10:05

è certo che altre tecnologie con le correnti marine sono più accese e più stabili, quindi producono meglio onde ondeggianti anche di turbine eoliche sottomarine che usano le correnti marine o nei fiumi anche e ancora piene di altre ma quella non parlare per ragioni X ..... ha il progresso ... e la crescente popolazione che continua ad aumentare ......
0 x
se avete bisogno di qualcosa discutiamo ... con piacere!

Avatar de l'utilisateur
chatelot16
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6832
iscrizione: 11/11/07, 17:33
Località: Angouleme
x 187
Contatto:

Messaggio non luda chatelot16 » 07/09/13, 11:15

perché smontare il traliccio in 20ans?

la torre Eiffel è smontata da ogni 20ans? un po 'di pittura è sufficiente!

peut etre que les nacelle et les helice devront etre changé , mais les fondation et le mat doivent durer beaucoup plus longtemps !
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 11737
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 3703

Messaggio non luda Did67 » 07/09/13, 11:52

1) C'è "CO²" in tutto !!! Compreso il nostro respiro. Quindi questa semplice osservazione non è abbastanza! O fermiamo tutto, compreso il respiro ... [Quello per l'umorismo]

Più seriamente, deve ovviamente tornare al "CO² di origine fossile", è lui che pone un problema. Che è in gran parte il caso di ciò che evocate: la fabbricazione della turbina eolica, il trasporto, la base di cemento ...

Soprattutto, il rapporto tra kWh prodotto durante tutta la vita e "CO² di origine fossile" respinto durante lo stabilimento. Nonostante l'intermittenza, come dice chatelot, con alcune delle infrastrutture che possono durare, non dovrebbe essere così male (rispetto a un impianto termico che rifiuta tonnellate durante il suo funzionamento).

Non conosco il bilancio. Ma è un bilancio che deve essere fatto. Non solo l'osservazione che c'è CO².

2) Toujours mettre les choses en relation avec les autres : quelques dizaines de m3 de béton pour une éolienne. Certes. Combien de milliers pour par exemple un lycée ? un musée ? un pont ? un barrage ? On arrête aussi ?

3) Ora, sì, è intermittente. Ma abbastanza "prevedibile" (con il tempo).

Dovremo trovare soluzioni. Un pacchetto di soluzioni, che avranno tutti i loro svantaggi.

E i rimedi per gli inconvenienti!

Ad esempio, gestione intelligente della rete. Utilizzi differiti (una parte significativa del nostro consumo è diversa) ...

Salverà anche.

4) Non penso ci sia UNA SOLUZIONE. Ma un "bouquet" di soluzioni, interconnesse ... che è più o meno completo. E un uso intelligente. Né "trovo il rubinetto senza fare domande", ma apprezzo tale risorsa in quel momento perché è disponibile, salvo in quel momento perché c'è carenza. Prima o poi, mi sembra che ci siano misuratori intelligenti di uara che pagheranno x centesimi per kWh nel periodo verde, il doppio nel periodo blu, il triplo nel periodo arancione, il quadruplo nel periodo rosso, ecc ... E tu vedere che la gente presterà attenzione! Fai il bucato in pieno giorno con vento forte o pieno sole quando le pale eoliche o i pannelli fotovoltaici sono in carica, o entrambi!) ...

5) Che cosa proponi? Nucleare? Il fossile (gas o petrolio)? Idraulico? Fotovoltaico? Il biometano?

Posso elencare i "difetti" o "limiti" di ciascuna di queste soluzioni! Molto peggio di quelli che hai citato (ad eccezione di quelli che velano la faccia vis-à-vis con il nucleare! È questa la tua soluzione senza CO²?)
0 x
lemust09
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 61
iscrizione: 27/02/07, 21:41

Messaggio non luda lemust09 » 07/09/13, 18:21

quando la CO2 penso che tu abbia dimenticato che le piante che sostituiscono il non funzionamento dei parchi eolici funzionano in media (se prendiamo 20% per i migliori ritorni al DK mentre in Francia siamo - 15%) quindi le centrali elettriche compensare il mini 80% del resto della produzione e il mini 85% se so che esiste una produzione sacra di CO2
quando gli anni 20 sono il momento dell'esenzione fiscale, quindi dopo devono smontare dal momento che non possono venderlo a prezzi che devono acquistare ERDF
naturalmente questo è quello che le persone che vogliono venderci turbine eoliche dicono che ho partecipato alle discussioni che valevano loro ovviamente un rifiuto di tutta la popolazione 98% non lo voglio dopo aver dato spiegazioni o le mie fonti e il mio litigio e quando non si tiene conto del CO2 (olio) per la produzione di turbine eoliche, il movimento terra e l'eccezionale trasporto in convogli, le centinaia di M3 di calcestruzzo e la produzione della centrale termica anche con gas (olio)
Penso che non valga davvero la pena contro una turbina eolica piccola ma individuale sì nessun problema è solo un problema vedere l'ingranaggio sproporzionato ... qui in poche parole e per me il problema non vale il risultato
il problema delle centrali nucleari che producono per i più golosi (SNCF, Pechiney e altre fabbriche per la più grande produzione) quindi se dobbiamo mettere quelle turbine eoliche su tutto il territorio non basterebbe ... d'altra parte le possibilità per il sono al 100% produttivi ma l'attenzione e più difficile perché in mare ma è davvero redditizia ... ma gli investitori non sono ancora interrotti ma arriverà .... è certo che un questo giorno non è facile trovare soluzioni ma grazie a discussioni costruttive riusciremo ad andare avanti .... Capisco che sei ipnotizzato dalle sue turbine eoliche presentate come SOLUZIONE ma non parliamo del tutto
gli svantaggi che non sono meno .. senza parlare di onde è un regalo .... ma non trascurare .....
ma non sono contento né delle centrali nucleari, ma durante lo smantellamento o metterò tutti questi rifiuti in mare o sepolti? Sono pessimista ma non mi fido degli ecologisti che pensano solo a breve termine .... e La soluzione FISCALE penalizza quindi le piccole entrate ...
0 x
se avete bisogno di qualcosa discutiamo ... con piacere!
lemust09
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 61
iscrizione: 27/02/07, 21:41

Messaggio non luda lemust09 » 07/09/13, 18:28

per calcestruzzo ho dimenticato il calcestruzzo 1200 M3 con turbine eoliche per grandi
0 x
se avete bisogno di qualcosa discutiamo ... con piacere!

Avatar de l'utilisateur
chatelot16
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6832
iscrizione: 11/11/07, 17:33
Località: Angouleme
x 187
Contatto:

Messaggio non luda chatelot16 » 07/09/13, 18:49

1200 m3 calcestruzzo per grandi dimensioni, quindi penso 6MW

1200m3 / 6000 = 0,2m3 per 1kW

per realizzare una piccola turbina eolica di 1kW ci vorrebbe 200l di cemento per essere nella stessa proporzione: lo trovo piuttosto debole: la grande turbina eolica è molto più ottimizzata di quelle piccole

una grande turbina eolica costa meno di una moltitudine di piccoli

dopo 20 anni demolirà la vecchia turbina eolica per avere un nuovo tasso agevolato per il prossimo? Non ci credo c'è una buona possibilità che in 20ans non ci sia bisogno di un tasso agevolato: il tasso normale sarà redditizio e li faremo durare il più a lungo possibile! fabbricheremo tutta l'attrezzatura necessaria per mantenerli e modernizzarli!

Il superamento della durata prevista mi preoccupa molto meno per le turbine eoliche che per le centrali nucleari!

per quanto tempo sono state determinate centrali idrauliche?
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 11737
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 3703

Messaggio non luda Did67 » 07/09/13, 19:08

Non sono ipnotizzato. Nemmeno un fan !!!

Ho appena scoperto che elencare gli "svantaggi" di un "metodo" e dimenticare quelli degli altri è ... non molto obiettivo!

Quindi prendiamo alcune cose:

a) all'inizio, in un dato momento, c'è un consumo (la scelta del nostro consumo di elettricità - diretto: i nostri dispositivi che girano, la luce .. - o soprattutto indiretta: fabbriche, ipermercati, illuminazione pubblica, agricoltura presto, ecc.)

b) Di fronte, c'è una produzione con vari mezzi. In Francia ci sono le centrali nucleari (prima di tutto), l'idraulica (dighe, linee d'acqua), centrali termiche (olio combustibile pesante, carbone, gas ...) - un po ', il fotovoltaico quando c'è il sole, il vento quando c'è il vento, l'energia delle maree (La Rance) quando ci sono le maree, il biometano (ancora trascurabile) ... Ho dimenticato forse.

Dire che l'aerogeneratore "crea" CO² perché richiede che le centrali termiche gestiscano le intermittenze è almeno una scorciatoia.

Che è giusto: hai bisogno di una fonte alternativa, rapidamente adattabile.

Ma anche le centrali nucleari! Loro, sono rigidi nella loro produzione, e di fronte, il consumo è lo yoyo! Deve adattarsi bene !!! Quindi non scalabile su scala ridotta, ci vogliono molti modi alternativi per fare lo yoyo.

Quindi possiamo restituire totalmente l'argomento. Quando c'è vento, possiamo fare a meno delle centrali termiche, quindi abbiamo omesso CO².

Se non prendiamo come punto di partenza "un certo consumo", possiamo dire quello che vogliamo. E avremo ragione.

Per me, ma è solo un'opinione, essere contro le turbine eoliche, è una battaglia di passato sicela. Quna don ha costruito la Torre Eiffel, c'erano persone contro! E i movimenti di protesta !!! Portester, ern France, o "essere contro" è una seconda natura. Non parlerò di De Gaulle!

Ed è soprattutto per essere "per" un altro modo di produrre questa elettricità. Riposo la mia domanda: che poi ???

Nucleare, più nucleiare, un altro EPR: sì o no? Forse "sì se la pianta è 100 km da casa mia?"

Idraulica: sì o no? Senza dubbio sì, ma non nella mia valle?

Centrali termiche (gas, carbone, combustibili pesanti)? Sì o no? E così CO2, il calore del clima? Tempeste (ma non a casa?) Inondazioni? (ma non a casa?) ...

Un altro punto affrontato: le singole turbine eoliche, è bello, ma un potere ridicolo (perché a livello del suolo, il vento è irregolare e debole, è necessario "salire" per avere venti più regolari e più forti). Ne hai uno? Non è assolutamente deprivabile. Quindi devi essere generoso e acconsentire a produrre la tua elettricità molto più costoso di quanto costa il contatore. Molto !

Un altro punto: niente forze da smontare! Cos'è questa cazzata? Il piano aziendale si basa su un tasso agevolato garantito 20 anni. Dopodiché, l'installazione è stata pagata e rimborsata e ha persino apportato il vantaggio! L'installazione, reliftée come indicato chatelot, continuerà a produrre al prezzo di mercato - dato che tutto è pagato e ammortizzato, nessun problema nemmeno per un'azienda privata in cerca di benefici ... Sarà "redditizio" (specialmente quello per allora, il prezzo dell'elettricità sarà raddoppiato approssimativamente)

NB: Se sono aziende straniere, quello che succede è che in Francia siamo tossicodipendenti del nucleo e abbiamo trascurato questo mercato. Quindi sì, la tecnologia è estranea. E le aziende in grado di "gestire" questi parchi, purtroppo anche loro. Non temere l'invasione! Dispiace che in Francia siamo drogati di energia nucleare e stupidi al punto di aver mancato anche questo mercato! E piangeremo per vedere esplodere la disoccupazione. Siediti sulla nostra tecnologia nucleare che possiamo solo respingere alcune dittature (Cina).

[Per vostra informazione, personalmente, sono piuttosto in un processo di economia, ma penso che il fotovoltaico diventerà "neutro" nell'elettricità. Come professionista, impegnato in un progetto di 600 roof roof roof m², che va da 2009, e una stazione di digestione anaerobica con un cogeneratore che sviluppa 180 electric kW, 24 h su 24! Calore venduto a suina per gas sub-naturale - risparmiando così CO². Questo è ciò di cui sono fan]

PS: Sono rispettoso di tutte le opinioni (eccetto il nazismo e alcune cose estremiste come quella). Ma mi piace discutere. Prendi questo per quello, solo quello. Non una "critica". E ancor meno una mancanza di rispetto.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 11737
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 3703

Messaggio non luda Did67 » 07/09/13, 19:09

chatelot mi ha grigliato (ciao!). Ma condivido anche la sua opinione, che si sovrappone in parte a ciò che ho appena scritto.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 11737
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 3703

Messaggio non luda Did67 » 07/09/13, 19:22

C'est un peu curieux d'être "pour" l'éolien en mer, mais pas sur terre.

Ci sono certamente alcune ragioni tecniche: più vento, più regolare ...

Ma anche alcuni problemi: è molto più "complesso" e costoso.

Noterai che sulle principali critiche che avanzate (CO², intéermittence, duration ...), non cambia nulla!

Noterai che lì, persone e pescatori sono contrari ...

Quindi, in pratica, tutti vogliamo il nostro conforto. Ma nessun inconveniente a casa! E inventiamo gli argomenti che vogliamo.

On a eu un mouvement contre notre station de méthanisation. Aujourd'hui elle tourne, les gens ne s'en sont même pas apperçu. Mais ils étaient contre. Elle allait faire du bruit (alors que sur le boulevard, tous les jours, toutes les nuits, des bagnoles tunées ou des scooters avec de spots "spéciaux" font du barouffe ! Peut-être leurs gosses ?). Le moteur allait émettre des polluants (alors qu'à 100 m, une autoroute voit passer l'essentiel du trafic Pays de l'Est - FRance/Espagne avec des camions d'une autre époque parfois, qui fument comme le camion de nos grand-pères). Les chauffeurs, pressurisés, pissent dans les bouteilles plastiques d'eau vides et jettent sur le bord de route... Voilà le monde dans lequel on vit. Mais on est contre le progrès.

Il ministro quasi lo mancò. Avrebbero avuto lì dei cazzi da applaudire. Oppure, è urgente rileggere De Gaulle ...
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 11737
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 3703

Messaggio non luda Did67 » 08/09/13, 09:48

Devo chiarire un punto, un po 'ideologico. Penso che ridurre la quota del nucleare, dato che è difficile in Francia considerare un'uscita, è una buona scelta.

Quindi, per trovare "la risorsa", di fronte, non ci sono soluzioni 36:

a) ridurre significativamente i nostri consumi

b) gestire meglio i nostri consumi: reti intellettive; consumare quando c'è fonte in termini di metodi di produzione intermittenti (fotovoltaico, eolico e anche idraulico "over water" - Reno, Rhônes)

c) fuoco di qualsiasi legno: vento, PV, metanizzazione di tutti i rifiuti organici disponibili, gassificatore, e c'è il rischio di più termico (con più CO² - cosa succede in Germania) ...

Quindi, essere contro il vento, è per più fossili di CO², o per più nucleare (o entrambi).

Oppure pensate che il francese medio potrebbe ridurre rapidamente il consumo di 30 o 40% ... Questo metterebbe tutti d'accordo (almeno per CO²). Non prende il modo. E rimane la questione delle auto elettriche, in connessione con l'aumento del prezzo del petrolio ...
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ..."

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospite 1

Ricerche più frequenti