Retour pergamena Stop Modalità automatica

Idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ...L'energia eolica: a favore o contro il vento?

Le fonti rinnovabili, ad eccezione (vedi sotto-forum dedicati al di sotto) elettrici o solari termici: eolica, energia marina, l'acqua e l'energia idroelettrica, biomasse, biogas, geotermia profonda ...
Avatar de l'utilisateur
mnot
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 24
iscrizione: 16/02/07, 17:45
Località: Macon

Messaggio non luda mnot » 15/10/07, 16:09

Per completare la mia riflessione sull'energia eolica in Francia, ecco uno dei problemi. Ecco la mappa del potenziale del vento in Francia:
Immagine

Ed ecco il progetto di Enel:
Erelis installerà un parco eolico ad Ain

La società di Lione Erelis, una consociata del gruppo italiano Enel, inizierà a gestire 2007 l'installazione del parco eolico di Bugey ad Ain. Questo progetto rappresenta un investimento minimo di circa quindici milioni di euro. Il 8 vento per 1,5 a 2 MW, sarà situato nella città di Prémillieu, Armix e Virieu-le-Grand. Si prevede che questa flotta genererà tra 12 e 16 MW / h all'anno da 2008.


Sulla mappa, vediamo molto bene che Bugey si trova nella zona blu, quindi sfavorevole alla creazione di turbine eoliche.

Ha senso?
0 x

Avatar de l'utilisateur
jean63
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2332
iscrizione: 15/12/05, 08:50
Località: Avernia
x 1

Messaggio non luda jean63 » 15/10/07, 17:30

Questa carta è a generalità.

In effetti le turbine eoliche di Cantal citate sopra sono in zona blu, ce ne sono molte anche ad Ally (Cantal o Hte Loire?).

E in Corsica il promontorio corso a nord e le foci di Bonifacio a sud sono molto ventosi.

Dovrebbe essere integrato da queste aree specifiche, ci devono essere molte altre sul territorio.

È forse la frequenza del vento che viene presa in considerazione su questa mappa ma non è certa.
0 x
Solo quando si è abbattuto l'ultimo albero, l'ultimo fiume contaminato, l'ultimo pesce pescato che l'uomo si renderà conto che il denaro non è commestibile (MOHAWK indiano).
Rulian
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 686
iscrizione: 02/02/04, 19:46
Località: Caen

Messaggio non luda Rulian » 16/10/07, 09:27

Concordando con Jean63. E 'la misura del vento all'altezza giusta che può davvero giudicare il potenziale di un sito. La topografia, énormément.Dans gioco vegetazione del Massiccio Centrale, ho visto un'aria ancora nelle valli, ma non appena si sale in alto, c'è un vento decornazione mucche.

Questa carta è generalità.
0 x
emlaurent
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 152
iscrizione: 17/12/05, 00:42
Località: Alsazia

Messaggio non luda emlaurent » 16/10/07, 20:05

Rulian ha scritto:
Christophe ha scritto:Se solo 1 o 2 sua volta è che è probabilmente ... modalità motore al limite per essere in esecuzione e quindi consumano il succo ... eh si ...


Ho seri dubbi al riguardo. Fonte ??


+ 1, anche io ho dei dubbi :?

È vicino all'argomento dell'anti-vento che torna spesso: perché si gira e non il suo vicino? È perché li nutriamo per far sembrare che ci sia vento :shock:

Affinché una turbina eolica sia collegata alla rete per inviare kWh, deve esserci una sequenza di operazioni.
luogo http://www.windpower.org/fr/tour/grid/rein.htm dà alcuni elementi:
Avvio (e taglio) della turbina eolica
La maggior parte dei sistemi di controllo è stata programmata per consentire alla turbina eolica di funzionare al minimo senza connessione alla rete quando la velocità del vento è bassa. (Se fosse collegato alla rete a basse velocità del vento, funzionerebbe effettivamente come un motore, come puoi leggere nella pagina del generatore.)
Quando il vento è abbastanza forte da girare il rotore e il generatore a velocità nominali, è importante che il generatore della turbina eolica sia collegato alla rete in modo tempestivo.


Mi chiedo se in alcuni casi, possiamo usare il generatore per "far funzionare" la turbina eolica alla giusta velocità quando la velocità del vento è nominale per la produzione.
Ma questa fase del "motore" deve necessariamente essere breve e il consumo di energia deve essere molto più basso rispetto alla produzione annuale.

Emmanuel
0 x
Avatar de l'utilisateur
Arthur_64
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 224
iscrizione: 16/12/07, 13:49
Località: Pau

Messaggio non luda Arthur_64 » 19/12/07, 22:41

Sono per la produzione di energia elettrica utilizzando l'energia eolica, ma non per le turbine eoliche a tre pale.

Sembra che la democratizzazione delle turbine eoliche a tre pale abbia "superato" l'ambiente delle turbine eoliche a scapito dell'innovazione.

Ad esempio, l'uso di aerogeneratori aerodinamici (in breve, "turbine" anziché semplici eliche) è più efficiente e sembra generare meno rumore.

Per quanto riguarda le turbine eoliche a tre pale, c'è una flagrante mancanza di trasparenza per quanto riguarda il rumore e gli inconvenienti degli infrasuoni.

Un piccolo documento:
Secondo la guida del vento, documento di riferimento delle amministrazioni ( http://www.ecologie.gouv.fr/IMG/pdf/Guide_eolien.pdf che ci interessa dalla pagina 73):

FREQUENZE BASSE
Ne derivano le basse frequenze generate da una turbina eolica
l'interazione di spinta aerodinamica sulle pale e
turbolenza atmosferica nel vento. Il personaggio
la turbolenza casuale dell'aria si riflette nel
emissioni a bassa frequenza. Sembra che i suoni di
le basse frequenze hanno meno probabilità di generare
fastidi come suoni impulsivi, meno casuali. Lo spettacolo
le basse frequenze riguardano principalmente le turbine eoliche
sottovento (quando la torre della turbina eolica si interpone tra il
vento e rotore), ma tutte le turbine eoliche di oggi sono
bolina.
L'INFRASUONI
Mentre ci sono ancora dati limitati su infrasuoni,
Gli studi stranieri non riportano alcun effetto sulla salute.
Allo stesso modo, secondo l'agenzia svedese per l'ambiente, il
I livelli di infrasuoni emessi dalle turbine eoliche sono così bassi che essi
non causare alcun danno alla salute.


In breve, ancora una volta facciamo affidamento su studi stranieri il cui contenuto esatto non lo sappiamo, piuttosto che realizzare un nuovo obiettivo e renderlo pubblico.

Viene quindi indicato che sono in corso studi sulla sensazione di genio generata dalle turbine eoliche, presupponendo che sia soprattutto un sentimento psicologico (quindi senza a priori!).

È anche accettato che le turbine eoliche generino infrasuoni.

Altri link interessanti e indipendenti ( http://www.parcsetjardins.fr/modules/dw ... _bruit.pdf ):

Questo documento mette in discussione la pertinenza delle normative vigenti in materia di molestie e dei dati presentati nel documento precedente, tra gli altri.
Include in appendice alcuni elementi di reclamo dei residenti su vari argomenti.

L'Accademia di Medicina sembra ritengono inoltre che i rischi di rumore associati alle turbine eoliche siano sottostimati dallo Stato: il regolamento è inadeguato: http://www.academie-medecine.fr/sites_t ... s_2006.doc

Infine, il punto di vista dei "contatori": http://www.bape.gouv.qc.ca/sections/man ... s/DA34.pdf

Ci scusiamo per questa lettura, ma la navigazione di questi documenti ti consente di esprimere un'opinione personale sui rischi o sulle turbine eoliche tribali non provate.
0 x

Chatham
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 536
iscrizione: 03/12/07, 13:40

Messaggio non luda Chatham » 19/12/07, 23:00

Le gigantesche turbine eoliche in serie sono totalmente contro (orribile e rumoroso a meno che non si trovi lungo un'autostrada), isolato è già migliore, ma a mio parere il meglio sarebbe le singole turbine eoliche individuali come quelle proposte dall'azienda francese qui di seguito:
[Url] http://www.gual-industrie.com e funziona per venti fino a oltre 200km / h (quindi anche alle isole Kerguelen!)
Dernière édition par Chatham il 19 / 12 / 07, 23: 23, 1 modificato una volta.
0 x
Avatar de l'utilisateur
Arthur_64
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 224
iscrizione: 16/12/07, 13:49
Località: Pau

Messaggio non luda Arthur_64 » 19/12/07, 23:03

Il tuo URL è andato male, ma sono riuscito ad accedere al sito.

In effetti, ha piuttosto non male. Mi ricorda la turbina eolica brevettata da un ragazzo che era andato agli inventori del concorso M6 e che non abbiamo sentito.

All'epoca, dissi "Sarà difficile superare l'atrio dei tripali ..."
0 x
Avatar de l'utilisateur
Gregconstruct
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1781
iscrizione: 07/11/07, 19:55
Località: Amay Belgio

Messaggio non luda Gregconstruct » 20/12/07, 09:55

Turbine eoliche Lo so, ho un sito proprio accanto a casa mia. Ho anche una centrale nucleare vicino a casa mia. Esteticamente, preferisco le turbine eoliche.

Ora, a livello di efficienza, vale piccole unità individuali. Le mega turbine eoliche hanno bisogno di molto spazio per non rubare il vento, chi fa la vela capisce questo fenomeno.

Quindi, l'energia eolica, io sono per MA, dobbiamo renderci conto che un parco eolico non farà mai (almeno finora) le prestazioni di una centrale nucleare e mi fa molto male. dire !!!

Le energie rinnovabili per essere efficaci devono essere associate l'una con l'altra.

Il più efficace è le singole unità accoppiate con una vera preoccupazione per il risparmio energetico!
0 x
Ogni azione conta per il nostro pianeta !!!
Avatar de l'utilisateur
Capt_Maloche
modérateur
modérateur
post: 4544
iscrizione: 29/07/06, 11:14
Località: Ile de France
x 26

Messaggio non luda Capt_Maloche » 08/05/08, 23:16

LE IMMAGINI DEL VENTO

Davvero impressionante !!
0 x
"Il consumo è simile a una consolazione di ricerca, un modo per riempire un vuoto esistenziale in crescita. Con la chiave, un sacco di frustrazione e un po 'di senso di colpa, aumentando la consapevolezza ambientale." (Gérard Mermet)
OUCH, Ouille, OUCH, Aahh! ^ _ ^
Avatar de l'utilisateur
Remundo
modérateur
modérateur
post: 8238
iscrizione: 15/10/07, 16:05
Località: Clermont Ferrand
x 94
Contatto:

Messaggio non luda Remundo » 08/05/08, 23:47

Belle foto del capitano! non è vento, um ... se in effetti : Lol:


Gregconstruct ha scritto:bisogna rendersi conto che un parco eolico non farà mai (almeno finora finora) le prestazioni di una centrale nucleare e mi fa male dirlo !!!

Le energie rinnovabili per essere efficaci devono essere associate l'una con l'altra.

Il più efficace è le singole unità accoppiate con una vera preoccupazione per il risparmio energetico!


Totalmente d'accordo. 1 100 windmast m, cioè tra 1 e 2 MW picchi non controllabili

Centrale nucleare 1, 1000 MW è costante e controllabile.

Sono della tua opinione su una produzione decentralizzata e diversificata, con una riduzione dei consumi ... un pio desiderio per il momento :cipiglio:
0 x
ImmagineImmagineImmagine




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "idraulica, eolica, geotermica, energia marina, biogas ..."

Chi è in linea?

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e gli ospiti 2