Retour pergamena Stop Modalità automatica

I combustibili fossili: petrolio, gas, carbone, nucleare (fissione e fusione)EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Petrolio, gas, carbone, nucleare, PWR, EPR, fusione calda, ITER, termica, cogenerazione, trigenerazione. Peakoil, esaurimento, economia, tecnologie e strategie geopolitiche.
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3396
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 283

EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda moinsdewatt » 04/11/16, 22:26

Nucleare: FES rivede di nuovo verso il basso le sue previsioni di produzione

Veronique Le Billon Il 03 / 11 / 2016

Il prezzo dell'energia elettrica sul mercato all'ingrosso è salito a livelli record. EDF si spostò da settimane a riavviare più reattori.

Come temperature esterne fino in Francia, cavalcano sui mercati dell'energia elettrica. Mentre megawattora (MWh) scambiata intorno 70 euro ultimi giorni, ora dobbiamo pagare euro 275 per la consegna della prossima settimana. Nelle ore di punta, il prezzo all'ingrosso addirittura superato 500 euro / MWh una situazione senza precedenti in quanto il picco storico di freddo in Francia nel mese di febbraio 2012Quando il consumo ha raggiunto 102,1 GW.

La situazione è legata, in parte, alla caduta di temperatura programmata: dovrebbero essere inferiore 4 5 gradi alla norma stagionale prossima settimana. Per produrre più energia elettrica, il mezzo più costoso di produzione vengono progressivamente chiamate sulla rete (carbone, gas, olio ...). In Francia, la "temperatura sensibili" i paesi europei a causa della alta quota di riscaldamento elettrico (circa 30%), un grado in meno porta ad una domanda supplementare 2,4 gigawatt.

300 milioni EBITDA meno

Ma se questo primi mercati freddi interessati, è perché si combina con eccellenti giudizi di reattori nucleari. Giovedi, venti fette erano ancora a un punto morto, che rappresenta 20 GW, o quasi una capacità nucleari terzi. E manager di rete di trasmissione di potenza RTE, che è presente il Venerdì il suo scenario di "passaggio dall'inverno" annuale dovuto rivedere le sue previsioni per la fretta nelle prossime settimane: FES lui significava Mercoledì sera che fu spostando riavvio cinque reattori nucleari. L'elettricista pubblico ha anche rivisto al ribasso per la terza volta Giovedi notte, l'obiettivo della produzione nucleare, quest'anno tra il 378 e 385 terawatt ore (TWh contro 414 inizialmente previsto). Ciò riduce ulteriormente 300 milioni il suo EBITDA previsioni per 2016 (tra 16 e 16,3 miliardi di euro).

Solo sette i reattori sono in programma per la produzione di energia elettrica di nuovo entro la metà di novembre. E quattro tranches supplementari devono essere decise per tre settimane nel mese di dicembre e gennaio a seguito dei controlli previsti dall'Autorità per la sicurezza nucleare. Il mercato resterà probabilmente molto volatile nelle prossime settimane. "Non appena il picco della domanda di energia elettrica supererà 85 GW nel contesto attuale di manutenzione elevati, i prezzi spot dell'energia elettrica potrebbero aumentare sensibilmente", osserva Helen Bonfils, consulente presso IHS.

L'aumento dei prezzi non avrà alcun impatto immediato sulle bollette dei consumatori. "I prezzi riflettono i volumi marginali, perché i fornitori che hanno fatto il loro lavoro hanno già coperto le esigenze dei loro clienti", ha detto un venditore. Per le famiglie, la formula di calcolo dei prezzi di vendita al dettaglio è anche lisciata per un lungo periodo. Ma le preoccupazioni attuali ancora alimentando un aumento dei prezzi all'ingrosso per la consegna il prossimo anno. A 49 euro / MWh, che ora supera notevolmente il livello di ARENH (42 euro / MWh), il prezzo al quale EDF deve vendere ai suoi concorrenti fino a un quarto della sua produzione di energia nucleare, una contropartita per il suo monopolio per animare la concorrenza nella fornitura di energia elettrica. E 'quindi probabile che i fornitori scelgono questa opzione - devono decidere entro la metà di novembre. Di fronte ai rischi di speculazione, EDF ha chiesto una sospensione di questo dispositivo, ma il governo ha scelto di temporeggiare.

Al di là l'evoluzione dei prezzi di mercato, qualche ora temono eliminazione del carico in caso di rigido inverno. "La nostra preoccupazione è l'impatto sul processo di grandi clienti industriali in caso di riduzione del carico", dice il venditore. "Non ci aspettiamo più di 100 gigawatt di consumo di questo inverno in quanto la domanda è diminuita negli ultimi anni", osserva Helen Bonfils tuttavia, IHS.

http://www.lesechos.fr/industrie-servic ... 040149.php
1 x

moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3396
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 283

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda moinsdewatt » 04/11/16, 22:28

Ma rassicurati su Ségolène per parlare:

Royal: la Francia non ha esperienza carenza di energia elettrica di questo inverno

AFP 04 / 11 / 2016

Il Ministro dell'Ambiente e dell'Energia, Ségolène Royal, ha detto il Venerdì che la Francia non avrebbe saputo di mancanza di energia elettrica questo inverno, nonostante la chiusura di diversi reattori nucleari FES per i controlli di sicurezza.

"No, non vi è alcun rischio di carenza", ha detto la signora Reale, intervistato alla radio 1 Europa.

Il Ministro dell'Ambiente e dell'Energia, Ségolène Royal, ha detto il Venerdì che la Francia non avrebbe saputo di mancanza di energia elettrica questo inverno, nonostante la chiusura di diversi reattori nucleari FES per i controlli di sicurezza.

"No, non vi è alcun rischio di carenza", ha detto la signora Reale, intervistato alla radio 1 Europa.

http://www.boursorama.com/actualites/ro ... f4e03bf857
0 x
ombra
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 171
iscrizione: 13/04/08, 15:16
x 2

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda ombra » 04/11/16, 23:28

moinsdewatt ha scritto:Ma rassicurati su Ségolène per parlare:

Royal: la Francia non ha esperienza carenza di energia elettrica di questo inverno

AFP 04 / 11 / 2016

Il Ministro dell'Ambiente e dell'Energia, Ségolène Royal, ha detto il Venerdì che la Francia non avrebbe saputo di mancanza di energia elettrica questo inverno, nonostante la chiusura di diversi reattori nucleari FES per i controlli di sicurezza.

"No, non vi è alcun rischio di carenza", ha detto la signora Reale, intervistato alla radio 1 Europa.

Il Ministro dell'Ambiente e dell'Energia, Ségolène Royal, ha detto il Venerdì che la Francia non avrebbe saputo di mancanza di energia elettrica questo inverno, nonostante la chiusura di diversi reattori nucleari FES per i controlli di sicurezza.

"No, non vi è alcun rischio di carenza", ha detto la signora Reale, intervistato alla radio 1 Europa.

http://www.boursorama.com/actualites/ro ... f4e03bf857

Sì, naturalmente, qui ci rassicurare OUF
0 x
Senza pareggio Exhausting
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12280
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4046

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda Did67 » 05/11/16, 13:01

Una cosa è dire che non ci sarà nessuna pausa ... Date le interconnessioni, c'è speranza, infatti, che i nostri vicini ci aiuteranno!

La Svizzera, ad esempio, da tempo, compiere le loro dighe in primavera / estate inizio autunno ./ con l'acquisto di energia elettrica a basso costo sul mercato europeo e turbine durante accuratamente quando nella zona "rossa". La stessa elettricità è quindi 10 volte!

Quindi, sì ... Si può sempre dire! Fino a quando si parla finanze!

Una cosa è certa: dopo la fine della fine (anche se questo è probabilmente ritardato per ragioni politiche), sarà il consumatore che pagherà; altrimenti sarebbe EdF sarebbe in bancarotta, poi acquistato da chiunque (cinesi?), che applicano un massiccio incremento di recuperare l'acquisto ...
0 x
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3396
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 283

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda moinsdewatt » 05/11/16, 13:44

Did67 ha scritto:Una cosa è dire che non ci sarà nessuna pausa ... Date le interconnessioni, c'è speranza, infatti, che i nostri vicini ci aiuteranno!
...


Ci aiutano già da metà ottobre (tranne durante la notte)

la produzione di energia elettrica per settore Eco2Mix

Consumo Eco2Mix potere in Francia

scambi commerciali confine

ieri 8 am Francia a importare 7.3 GW di energia elettrica!

quello stesso mezzogiorno importata 1.2 GW.
1 x

Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12280
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4046

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda Did67 » 05/11/16, 14:13

moinsdewatt ha scritto: (Tranne che di notte)
.


In 0 4 h di mattina !!!
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 46993
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 407
Contatto:

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda Christophe » 07/11/16, 11:28

Did67 ha scritto:Una cosa è dire che non ci sarà nessuna pausa ... Date le interconnessioni, c'è speranza, infatti, che i nostri vicini ci aiuteranno!


In ogni caso: non contare su Belgio, dove la maggior parte dei reattori sono anche fermati ...

Did67 ha scritto:La Svizzera, ad esempio, da tempo, compiere le loro dighe in primavera / estate inizio autunno ./ con l'acquisto di energia elettrica a basso costo sul mercato europeo e turbine durante accuratamente quando nella zona "rossa". La stessa elettricità è quindi 10 volte!


Per qualsiasi capacità di memorizzazione totale? Alcuni GWh al massimo presumo? L'energia idroelettrica è interessante per lisciare la domanda, ma non pesa sulla scala di un paese (in particolare Francia kWh grande consumo ...)

Did67 ha scritto:Quindi, sì ... Si può sempre dire! Fino a quando si parla finanze!

Una cosa è certa: dopo la fine della fine (anche se questo è probabilmente ritardato per ragioni politiche), sarà il consumatore che pagherà; altrimenti sarebbe EdF sarebbe in bancarotta, poi acquistato da chiunque (cinesi?), che applicano un massiccio incremento di recuperare l'acquisto ...


L'elettricità EDF è quasi raddoppiata dal 2008: energie fossili-nucleare / esplosione-du-kwh-FES-per-2008-confronto-il-prezzo-t15003.html Non la pena cinese va su!

Potrebbe essere interessante osservare l'esempio belga Electrabel, che è stato venduto a Suez / Engie per anni ...
0 x
Questo forum è stato utile o consigliabile? Aiutalo anche lui così può continuare a farlo! Gli articoli, analisi e download da parte editoriale del sito, pubblicare il vostro! Esaurisci (in parte) i tuoi risparmi dal sistema bancario, compra le cripto-valute!
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12280
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4046

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda Did67 » 07/11/16, 11:52

Per la Svizzera, non dimenticate la topografia speciale, che si riflette nella sua capacità di produrre energia idroelettrica.

http://www.bfe.admin.ch/themen/00490/00 ... ml?lang=fr

Ma quello che volevo sottolineare è che per una data di produzione, che potrebbe o consumare ed esportare il surplus occasionale. Ma la strategia di gruppi svizzeri è più sottile:

- Vendono il massimo possibile quando il prezzo spot è alto, turbinant fondo

- Hanno comprato un po 'quando il prezzo è basso e quindi chiudere i rubinetti ...

Ciò consentirà di aumentare notevolmente il prezzo medio di vendita: energia elettrica acquistata a un prezzo X sul mercato spot nel periodo di verde può essere venduto 5 periodo X rossa.

[Intervista a verde MP Svizzera]

Si noti che con i suoi reattori nucleari (quando lavorano), EdF infatti, del tutto involontariamente, il contrario: svendendo surplus periodo verde (incapacità tecnica per fermare i reattori) e, talvolta, acquistare periodo di rosso, in alta il consumo!

Meccanicamente, il prezzo medio imposto in Francia dall'autorità di regolamentazione sotto la pressione del governo non è sostenibile!
0 x
Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 46993
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 407
Contatto:

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda Christophe » 08/11/16, 14:40

Un'altra analisi di Echoes: France è davvero probabile che sia in nero questo inverno

http://www.lesechos.fr/idees-debats/cer ... 040818.php

si è detto per il Belgio anche 2014: energie fossili-nucleare / carenza-di-energia elettrica-in-Belgio-blackout del previsto-questo-inverno-t13433.html

Alcune precauzioni erano state prese "nel caso in cui" ... ma niente di grave era successo!
0 x
Questo forum è stato utile o consigliabile? Aiutalo anche lui così può continuare a farlo! Gli articoli, analisi e download da parte editoriale del sito, pubblicare il vostro! Esaurisci (in parte) i tuoi risparmi dal sistema bancario, compra le cripto-valute!
moinsdewatt
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 3396
iscrizione: 28/09/09, 17:35
Località: Isére
x 283

Re: EDF ha un po 'di problemi a passare l'inverno

Messaggio non luda moinsdewatt » 08/11/16, 17:39

Sei armi di RTE per evitare carenza di energia elettrica di questo inverno

Ludovic Dupin Usine Nouvelle il 08 / 11 / 2016

In caso di freddo estremo, la fornitura di energia elettrica in Francia potrebbe essere tesa. Pertanto, la rete di trasporto elettrico (TEN) prevede di ricorrere a misure eccezionali.

Inverno potrebbe essere allungato sul piano elettrico. La scarsa disponibilità di parco elettrico francese, in particolare le centrali nucleari, le paure, RTE (rete di trasporto di energia elettrica) di un equilibrio domanda / offerta più difficile da raggiungere. "Questo inverno è sotto forte vigilanza. Certi giorni invernali, in certi momenti della giornata, si possono avere per mobilitare le risorse eccezionali", spiega François Brottes, Presidente della RTE.

La sfida per la RTE è quello di garantire che il consumo e la produzione sono sempre equilibrati. In caso contrario, la rete può essere danneggiato, il che porterebbe a interruzioni di corrente di massa. La France, con il suo riscaldamento massicciamente elettrico, è sensibile alle variazioni termiche. Una goccia 1 ° C provoca un ulteriore necessità 2400MW, l'equivalente della città di Parigi o due reattori nucleari. RTE ha bisogno di una rete elettrica disponibile e reattiva per far fronte.

Un piccolo parco elettrico disponibile

Ora la flotta generazione è inferiore a 11 300 MW quest'anno rispetto all'inverno-2015 2016. Manca già 10 000 MW di energia nucleare a causa dei giudizi di unità nucleari richiesti dall'Autorità per la sicurezza nucleare (ASN), che si estenderà fino alla fine di gennaio. Il parco termale (carbone e gas) ha visto la chiusura di capacità di 1 200 MW. Il vento e l'energia solare potrebbe compensare una piccola parte questo deficit con 1 900 MW aggiuntivi. Tuttavia eolica produce energia che 30% del tempo in inverno. Per quanto riguarda l'energia solare, la sua produzione ha raggiunto 40% al 13h ma è 0% al 19h, tempo corrispondente al consumo di picco in Francia, il momento più critico per la rete.

Per mitigare il rischio di black-out, la RTE ha sei livelli di risposte graduali. Le prime due soluzioni sono ampiamente utilizzati durante tutto l'anno:

1 - Utilizzo delle interconnessioni : La Francia ha interconnessioni con l'Inghilterra (2000MW), il Belgio e la Germania (5000MW), Svizzera (1100MW), Italia (2000MW) e la Spagna (2200 MW). Il massimo teorico può importare 12 200 MW, 3000 MW più che un anno fa. Infatti, in caso di ondata di freddo in Europa, la Francia dovrebbe essere in grado di importare 7 000 9000 MW dall'estero. I paesi limitrofi sono generalmente meno sensibili al freddo, il riscaldamento in maniera massiccia l'utilizzo del gas (causando altre tensioni).

2 - Chiamata per l'eliminazione : Questi sono i consumatori industriali o individui che si recano volontariamente, su richiesta del gestore di rete, ridurre temporaneamente i consumi. Cancellazione di memoria raggiunge 3150 MW per questo inverno, che è quasi invariato rispetto a un anno fa


I seguenti quattro soluzioni all'interno del campo di applicazione delle misure eccezionali di cui da François Brottes. Sono applicati ai modi progressivi, come richiesto.

3 - Attivazione dell'interruzione : È utilizzare molto 21 consumatori industriali nel settore alluminio e acciaio per esempio. Essi sono in grado di ridurre il loro consumo di meno 5 secondi. Questi giocatori sono stati reclutati da RTE gara. Insieme possono ridurre la necessità di 1500 MW istantaneamente.

4 - Appello ai cittadini gesti : Da dicembre 5, RTE lancerà "Eco2mix Alert", un nuovo dispositivo attraverso la sua Eco2Mix applicazione per smartphone. Questi sono i messaggi che gli utenti di avviso sui prossimi picchi di consumo e li chiamano gli atti di verde come posticipare l'uso di alcuni elettrodomestici (lavatrice, asciugatrice ...), cadere un po 'di calore, spegnere le luci nelle stanze vuote, etc. RTE si stima che, nella mobilitazione, questo dispositivo può rappresentare per 1000 5000 MW.

5 - caduta di tensione sulle reti di distribuzione di 5% : Questo può ridurre l'efficacia e l'efficienza di alcuni elettrodomestici, ma senza tagliare alcun uso. Applicare a tutto il territorio, è possibile risparmiare fino 4000MW quasi consumo di Parigi e Marsiglia combinato.

6 - Effettuare tagli di potenza in programma : Questo è l'arma definitiva e l'ultima applicare RTE. Questo è controllato tagli di energia elettrica in alcune zone della rete. Un client non può essere tagliato più di due ore, che è il motivo per cui RTE prevede un spargimento carico rotante. "Abbiamo bisogno di temperature più basse per 6 10 ° C al di sopra della media stagionale per RTE è costretto a svolgere riduzione del carico", ha detto Clotilde Levillain, vice direttore generale di RTE.


Alla luce di questi diversi scenari studiati, RTE prevede che in caso di freddo inverno con -5 ° C inferiore alla norma, il consumo di picco potrebbe raggiungere 97 000MW. Per la cronaca, il record dei consumi è stato fissato in Francia nel febbraio 8 2012 con 102,1GW. Inverno 2015-2016, caratterizzata da temperature molto miti, ha a sua volta raggiunto un modesto picco 88,6 GW.


http://www.usinenouvelle.com/article/si ... er.N461237
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Torna "I combustibili fossili: petrolio, gas, carbone, nucleare (fissione e fusione)"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospite 1

Ricerche più frequenti