Retour pergamena Stop Modalità automatica

Écoconstruction: HQE, HPE, bioclimatica, habitat naturale, l'architettura climaticaTetto freddo o tetto caldo?

La costruzione del habitat naturale o ecologica: pianificare, progettare, consigli, esperienza, materiali, geobiologia ...
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2858
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 152
Contatto:

Tetto freddo o tetto caldo?

Messaggio non luda izentrop » 26/04/18, 19:13

Buongiorno,
Per cambiare l'incarico di una dipendenza che mancava di altezza, senza voler invadere il vicino, abbiamo deciso di realizzare un tetto piano con guarnizione in EPDM.

Siti professionali e video sull'argomento tutti consigliano il tetto caldo. La preoccupazione è che l'isolamento ad alta temperatura sia molto costoso e richiede più altezza di quanto mi aspettassi.
Infine, la copertura a freddo richiede un traferro che non è così complicato da raggiungere. http://www.cndb.org/pdf/CNDB/TELECHARGE ... rrasse.pdf
Ho pensato di fare come mostrato qui (tetto freddo).

D'altra parte, perché mettere la barriera al vapore sopra l'ultimo ceppo di isolamento? Avrei preferito metterlo per ultimo, come sulle pareti :?:
allegati
toitureFroide.gif
RoofingFree.gif (144.7 Kio) Visualizzato 620 volte
0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.

Avatar de l'utilisateur
Christophe
modérateur
modérateur
post: 47028
iscrizione: 10/02/03, 14:06
Località: pianeta Serre
x 409
Contatto:

Ri: tetto freddo o tetto caldo?

Messaggio non luda Christophe » 26/04/18, 20:01

Sì, è strano questo primo piccolo spessore di isolamento, quindi la barriera al vapore e quindi l'isolamento principale ... Ci deve essere una ragione ... ma cosa ???

Non sono mai stato a tetti piatti ... sono fonti perennemente noiose ... anche se è fatto bene: l'EPDM non manterrà mai il tempo di un tetto convenzionale (ardesia, piastrelle .. .)
0 x
Questo forum è stato utile o consigliabile? Aiutalo anche lui così può continuare a farlo! Gli articoli, analisi e download da parte editoriale del sito, pubblicare il vostro! Esaurisci (in parte) i tuoi risparmi dal sistema bancario, compra le cripto-valute!
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2858
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 152
Contatto:

Ri: tetto freddo o tetto caldo?

Messaggio non luda izentrop » 26/04/18, 22:06

La ragione per cui l'ho avuto altrove
L'idea è quella di creare tra il soffitto e la barriera di vapore, un vuoto nel quale circoleranno tutti i tubi, elettrici in particolare, che in alcuni punti attraversano il soffitto. Se la barriera al vapore fosse sul soffitto, sarebbe danneggiata.

Quando l'isolamento 2th posto sul soffitto, in realtà non è obbligatorio in senso stretto. Ma il fatto di avere due isolatori successivi, supporti incrociati, migliora l'erogazione complessiva dell'isolamento perché ciascuno dei due isolanti copre i ponti termici dell'altro.

1 / 3 è la resistenza termica massima che può essere data all'isolamento sotto PV, per evitare la condensa.
Se mettiamo zero, siamo buoni, a condizione che l'altro isolamento sia sufficiente.
Christophe ha scritto:l'EPDM non manterrà mai il tempo di un tetto convenzionale (ardesia, piastrelle ...)
È recente come processo e ci sono alcune stime interessanti http://www.epdm.fr/wa_files/duee_de_vie ... e_epdm.pdf e per il mio caso, sarà la prossima generazione a mantenere : Wink:
0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2858
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 152
Contatto:

Ri: tetto freddo o tetto caldo?

Messaggio non luda izentrop » 28/04/18, 00:22

Nuovo processo per l'isolamento ad alte prestazioni per prevenire la condensazione nel telaio, estate e inverno e probabilmente adotterò hygro +

0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2858
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 152
Contatto:

Ri: tetto freddo o tetto caldo?

Messaggio non luda izentrop » 20/06/18, 23:43

Buongiorno,
Infine, ho scelto la soluzione del mio negozio fai-da-te che sembra corrispondere a queste raccomandazioni: http://www.programmepacte.fr/sites/defa ... 4-07_0.pdf
Consiste in un pavimento OSB3 ricoperto da un sottofondo bituminoso rinforzato con un velo di vetro. è incollato con colla bituminosa a freddo. Dal momento che non è davvero colla, è necessario puntare in alto e fissare i lati. Questo sottostrato funge anche da barriera al vapore.
Oltre a ciò, ho fissato un isolamento PIR (progettato per alte temperature). Quindi la membrana EPDM incollata con perle di colla specifiche. Non sono riuscito a evitare le pieghe, ma hey, non dovrebbe essere troppo teso.
IMG_20180615_130856.jpg
installazione isolante

IMG_20180616_112612.jpg
L'EPDM viene incollato

IMG_20180616_195911.jpg
Quasi finito
IMG_20180616_195911.jpg (467.79 KB) visto volte 296

IMG_20180616_112733.jpg
scarico dell'acqua piovana
IMG_20180616_112733.jpg (487.58 KB) visto volte 296
0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Torna a "écoconstruction: HQE, HPE, bioclimatica, habitat naturale, l'architettura climatica"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospiti 2

Altre pagine che ti interesseranno sicuramente: