Retour pergamena Stop Modalità automatica

Riscaldamento, isolamento, ventilazione, VMC, raffreddamento ...Produzione Produzione di acqua calda elettrica

Riscaldamento, isolamento, ventilazione, VMC, raffreddamento ... breve comfort termico. Isolamento, energia dal legno, le pompe di calore, ma anche di energia elettrica, gas o petrolio, VMC ... Aiuto nella scelta e implementazione, la soluzione dei problemi, ottimizzazione, consigli e trucchi ...
PVresistif
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 52
iscrizione: 26/02/18, 12:44
x 4

Produzione Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda PVresistif » 02/04/18, 11:09

Produzione di acqua calda elettrica: efficienza e costi

La nozione di efficienza termica è una nozione importante che è importante comprendere per poter decidere la progettazione di un impianto di energia come la produzione di acqua calda.
In generale, l'efficienza è definita come il rapporto tra l'energia utile Eu, l'energia totale (o pagata) E; la differenza sono le perdite Ep, quindi Et = Eu + Ep

R = Eu / Et = Eu / (Eu + Ep) da cui R% = 100 / (1 + Ep / Eu)

In questo modo è chiaro che per un buon ritorno sarà necessario avere il minor rapporto tra perdite / energia utile (Ep / Eu); Per l'Eu fisso, questo sarà raggiunto riducendo al minimo le perdite Ep e riducendo al minimo le perdite, è anche un modo per ridurre il consumo totale e il costo totale dell'energia consumata.
In vista di questa formula, per ridurre il nostro consumo di risorse - sia naturali che finanziarie - è quindi necessario un buon ritorno - con un design accurato durante l'investimento per aumentare R e ridurre l'Ep - e con uno stile di vita eco-responsabile per ridurre Consumo europeo.
Per una produzione di acqua calda mediante scaldabagno elettrico, Eu sarà l'energia necessaria per l'acqua calda utilizzata e le perdite Ep saranno le perdite dovute alle pareti, le perdite dovute ai tubi che perdono anche energia, ma anche le perdite dovute all'acqua contenuta nei tubi che è necessario inviare alla fognatura prima dell'arrivo effettivo dell'acqua calda a buona temperatura. Queste perdite di energia e acqua possono diventare rapidamente molto importanti in caso di lunghe distanze tra scaldabagno e punti di prelievo.

Una nozione importante anche in termica, è capire che come l'acqua che scorre dall'alto verso il basso, l'energia viene anche scambiata - o scorre dall'alto (alta temperatura) verso il basso (bassa temperatura). Questa legge è inevitabile e questo ha la conseguenza che qualsiasi differenza di temperatura implica uno scambio di energia o altrimenti dice una perdita inevitabile che implica una perdita finanziaria associata.
Pertanto sarà impossibile mantenere un sistema energeticamente stabile o apparire una differenza di temperatura; e quindi, per mantenere la stabilità, sarà necessario compensare queste perdite con un contributo equivalente di energia che dovrà essere pagato e che quindi deteriora l'efficienza del sistema.

Se prendiamo per esempio uno scaldabagno domestico 200 L essa è in contatto con l'ambiente in cui è collocato, e scambia calore così differenza di temperatura .Se il termostato è impostato 65 ° C e che lo scaldabagno è nel bagno riscaldato a 20 ° C, c'è uno scambio permanente - una costante perdita di energia - proporzionale alla differenza di temperatura o 45 ° C e alla superficie di scambio (la superficie esterna del riscaldatore, o circa 2.1 m2 per 200 apparato L) .Questo costante perdita sarà compensata dallo start-up di resistenza per mantenere l'acqua ad 65 ° C.
Per uno scaldabagno 200 Le perdite sono date dai produttori per 24 e sono dell'ordine di ore 1800 Wh al giorno o all'ora 75 W (vedere Appendice A, i dati per gap produttore 45 ° C); è una lampadina forte costantemente in 365 giorni all'anno o 8760 h / anno; le perdite saranno 75W x 8760h = 657000 Wh = 657 kWh.
Sapendo che 1 kWh costa 0.15 €, per un anno è 98.5 €, non è comunque trascurabile; Per contro, se il boiler è in garage ad una temperatura media di 10 ° C, la differenza di temperatura è 55 ° C invece di 45 e perdite annuali sarà aumentato o addirittura * 657 55 / 45 = 803 kWh o 121 € persi all'anno.
Se questo scaldacqua si trova all'esterno o in una stanza fredda - come uno scaldacqua termodinamico - le perdite sono ancora più importanti.
Da ciò risulta chiaramente che è necessario ridurre le perdite, allo stesso tempo ridurre le perdite delle pareti e le perdite dovute alla lunghezza dei tubi: da dove installare lo scaldacqua in una stanza calda e vicino ai punti di disegno; idealmente sarà installato nel volume riscaldato e più vicino al bagno e alla cucina.
Naturalmente possiamo - e dobbiamo - considerare che, nel caso del riscaldatore di acqua nel volume riscaldato, le perdite sono zero poiché recuperato durante la stagione fredda, almeno durante la stagione fredda è giorni 240 all'anno; nel caso in cui le perdite si riducano e diventino 657 x (365-240) / 365 = 225 kWh o 33 € / anno; Con contro se installato nel vostro garage, il tutto è perduto e così è 803 kWh quasi 4 volte più perdite annuali e quindi 4 volte più soldi buttati via!
Installando il tuo scaldabagno in bagno, ad esempio, questa soluzione riduce al minimo la perdita di energia, la perdita di acqua e gli investimenti (scaldacqua standard, tubi più corti e nessun isolamento). investi il ​​minimo e paghi il minimo per produrre la tua acqua calda è la soluzione migliore per te da solo; quindi non aspettare che nessuna associazione professionale standard o energetica suggerisca un design così semplice ed efficiente, i loro interessi non sono i tuoi.
Note:
- è possibile verificare che uno scaldabagno abbia sempre prestazioni migliori e un costo minimo per il caso in cui è installato nel volume riscaldato perché le perdite vengono recuperate durante la stagione di riscaldamento (circa 75% del tempo) e il Le perdite d'acqua sono ridotte perché la lunghezza dei tubi è ridotta.
- Per un singolo scaldacqua termodinamico (CETI), l'efficienza è molto più bassa, perché le perdite sono maggiori (perdite per area maggiore perché atmosfera più fredda, perdita di acqua significativa perché dispositivo distante a causa del rumore) mentre l'energia consumata Eu è molto più bassa; nonostante ciò, il costo totale è più alto per una produzione inferiore a 180 L / giorno (vedi appendice c per le ipotesi selezionate), il che è un peccato dato l'investimento aggiuntivo; in ogni caso, controllare il tempo di ritorno - numero di anni per recuperare l'investimento aggiuntivo - prima di intraprendere questa soluzione complessa e senza manutenzione; non dimenticare, in particolare, di tenere conto del raffreddamento della stanza in cui si trova con il possibile impatto sulla nota di riscaldamento delle stanze riscaldate adiacenti per un CETI sull'aria interna.
- In tutti i casi, si deve cercare il costo più basso che si otterrà più facilmente da uno scaldabagno nello spazio riscaldato più vicino agli apparecchi serviti; inoltre, un apparecchio elettrico invecchia molto meglio in una stanza riscaldata che in una stanza fredda e umida (d'altra parte si devono rispettare le distanze minime dalle pareti della doccia o della vasca).
- I dispositivi termodinamici saranno di interesse solo nel caso di un consumo significativo durante l'anno. (vedi grafico delle prestazioni in funzione consumo)
- La capacità dello scaldacqua dipenderà anche dalla tariffa utilizzata; nel caso di una tariffa notturna - tuttavia, fare attenzione al suo eventuale sovrapprezzo - deve avere una capacità maggiore, ma in caso di tariffa base, utilizzare piuttosto una piccola capacità (che ridurrà al minimo le perdite) di potenza inferiore con uno scaldacqua che verrà utilizzato più a lungo.

NRicorda: quando decidi la posizione del tuo scaldacqua, inciderai notevolmente sulle prestazioni del tuo sistema di acqua calda per tutta la sua durata con pesanti conseguenze finanziarie ogni anno.

Per coloro che sono interessati al piccolo foglio di calcolo, mi piace un messaggio sul sito; Spero che ti permetta di controllare la tua installazione, o piuttosto di convincerti a eseguire un'installazione più efficiente.
Riferimenti:
- Scheda tecnica scaldacqua termodinamico (feb 13) http://www.ademe.fr/chauffe-eau-thermod ... duels-ceti
allegati:
- Allegato a: costruttore di dati (perdite per le pareti)
- Appendice B: foglio di lavoro delle prestazioni di esempio
- Appendice c: foglio di lavoro grafico basato sulla produzione
allegati
Appendice A - Generatore di dati.pdf
(253.95 KB) volte Scaricato 3
Appendice B - Prestazioni e costi Calcul.pdf
(196.15 KB) volte Scaricato 8
Appendice C - Prestazioni e costi Graph.pdf
(191.68 KB) volte Scaricato 168
0 x

yves35
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 84
iscrizione: 27/09/15, 23:22
Località: renna
x 7

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda yves35 » 02/04/18, 13:44

PVresistif ha scritto:Produzione di acqua calda elettrica: efficienza e costi


Se prendiamo per esempio uno scaldabagno domestico 200 L essa è in contatto con l'ambiente in cui è collocato, e scambia calore così differenza di temperatura .Se il termostato è impostato 65 ° C e che lo scaldabagno è nel bagno riscaldato a 20 ° C, c'è uno scambio permanente - una costante perdita di energia - proporzionale alla differenza di temperatura o 45 ° C e alla superficie di scambio (la superficie esterna del riscaldatore, o circa 2.1 m2 per 200 apparato L) .Questo costante perdita sarà compensata dallo start-up di resistenza per mantenere l'acqua ad 65 ° C.
Per uno scaldabagno 200 Le perdite sono date dai produttori per 24 e sono dell'ordine di ore 1800 Wh al giorno o all'ora 75 W (vedere Appendice A, i dati per gap produttore 45 ° C); è una lampadina forte costantemente in 365 giorni all'anno o 8760 h / anno; le perdite saranno 75W x 8760h = 657000 Wh = 657 kWh.
Sapendo che 1 kWh costa 0.15 €, per un anno è 98.5 €, non è comunque trascurabile; Per contro, se il boiler è in garage ad una temperatura media di 10 ° C, la differenza di temperatura è 55 ° C invece di 45 e perdite annuali sarà aumentato o addirittura * 657 55 / 45 = 803 kWh o 121 € persi all'anno.
Se questo scaldacqua si trova all'esterno o in una stanza fredda - come uno scaldacqua termodinamico - le perdite sono ancora più importanti.
Da ciò risulta chiaramente che è necessario ridurre le perdite, allo stesso tempo ridurre le perdite delle pareti e le perdite dovute alla lunghezza dei tubi: da dove installare lo scaldacqua in una stanza calda e vicino ai punti di disegno; idealmente sarà installato nel volume riscaldato e più vicino al bagno e alla cucina.
Naturalmente possiamo - e dobbiamo - considerare che, nel caso del riscaldatore di acqua nel volume riscaldato, le perdite sono zero poiché recuperato durante la stagione fredda, almeno durante la stagione fredda è giorni 240 all'anno; nel caso in cui le perdite si riducano e diventino 657 x (365-240) / 365 = 225 kWh o 33 € / anno; Con contro se installato nel vostro garage, il tutto è perduto e così è 803 kWh quasi 4 volte più perdite annuali e quindi 4 volte più soldi buttati via!
Installando il tuo scaldabagno in bagno, ad esempio, questa soluzione riduce al minimo la perdita di energia, la perdita di acqua e gli investimenti (scaldacqua standard, tubi più corti e nessun isolamento). investi il ​​minimo e paghi il minimo per produrre la tua acqua calda è la soluzione migliore per te da solo; quindi non aspettare che nessuna associazione professionale standard o energetica suggerisca un design così semplice ed efficiente, i loro interessi non sono i tuoi.


la prima cosa che devi fare è offrire al tuo pallone una giacca di lana o di vetro.
http://forums.futura-sciences.com/habit ... mulus.html

Viene discusso il fatto di posizionare il palloncino nel volume riscaldato: le perdite contribuiscono al riscaldamento in inverno ma anche in estate. Ma anche qui, per essere migliori, migliora le cose.

yves
0 x
torrent
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 46
iscrizione: 09/12/17, 17:55
Località: Basso Reno
x 11

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda torrent » 02/04/18, 15:07

È passato un po 'di tempo da quando penso a "mettere un cappotto" sul mio scaldabagno (300L nella mia cantina).
Ogni volta che mi chiedo se isolare lo scaldabagno non sia in grado di creare condensa sulla parete esterna e nel caso, alla fine, il corroso
0 x
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2610
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 138
Contatto:

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda izentrop » 02/04/18, 15:54

torrent ha scritto:È passato un po 'di tempo da quando penso a "mettere un cappotto" sul mio scaldabagno (300L nella mia cantina).
Ogni volta che mi chiedo se isolare lo scaldabagno non sia in grado di creare condensa sulla parete esterna e nel caso, alla fine, il corroso
Buongiorno,
La condensa appare sui muri freddi, quindi nessuna ragione http://www.apper-solaire.org/Pages/Fich ... /index.pdf
0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.
torrent
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 46
iscrizione: 09/12/17, 17:55
Località: Basso Reno
x 11

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda torrent » 02/04/18, 16:16

ok, questo mi rassicura.

lasciami fare una piccola sessione di isolamento in lana di vetro di 100 (ho ancora un po 'di soffitta)
0 x

Avatar de l'utilisateur
chatelot16
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6884
iscrizione: 11/11/07, 17:33
Località: Angouleme
x 208
Contatto:

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda chatelot16 » 02/04/18, 19:47

migliorare l'isolamento di uno scaldacqua elettrico è facile con uno scaldabagno molto vecchio che ha un semplice termostato che misura solo la temperatura dell'acqua ... ma con l'attuale termostato standard non è più possibile! l'isolamento supplementare fa abbassare la temperatura del termostato e si blocca come se fosse rotto: succede in estate quando mettiamo troppa lana di vetro intorno allo scaldabagno

è quindi fondamentale fare in modo che il termostato aumenti l'isolamento ... perché il termostato corrente è cattivo
0 x
Avatar de l'utilisateur
Forhorse
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1755
iscrizione: 27/10/09, 08:19
Località: Perche Ornais
x 11
Contatto:

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda Forhorse » 03/04/18, 08:38

Il termostato cumulus deve essere lo stesso dagli anni 50 ...
0 x
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2610
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 138
Contatto:

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda izentrop » 03/04/18, 08:48

Non vedo perché un termostato elettronico sarebbe più problematico.
Un termostato meccanico include una sonda posta nel condotto dell'anodo galvanico anticorrosione e l'altra parte sotto la resistenza. Nel caso elettronico, la sonda è probabilmente un termistore. http://www.chauffe-eau-pieces.fr/sondes ... 00446.html

La precauzione da prendere nei casi 2 non è quella di coprire la parte elettrica / elettronica (protetta da una cappa sotto lo scaldacqua) per mantenerla a temperatura ambiente.
Immagine
0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.
Avatar de l'utilisateur
chatelot16
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6884
iscrizione: 11/11/07, 17:33
Località: Angouleme
x 208
Contatto:

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda chatelot16 » 03/04/18, 09:17

quello che io chiamo moderno termostato è già abbastanza vecchio: è del tutto meccanica, contiene 2 termostato: il termostato principale ha temperatura regolabile, e un termostato di emergenza che misura la temperatura della scatola, e tagliare se v'è una cattiva contatto che si surriscalda e taglia in modo permanente finché non viene riarrangiato da un pulsante

con questo tipo di termostato si interrompe se si isola lo scaldabagno: l'ho visto per uno scaldabagno in un attico, con alcuni giri di lana di vetro: l'unica soluzione era rimuovere un po 'di isolamento giù per raffreddare il termostato

questo è un altro motivo per fare un termostato elettronico separato dallo scaldabagno ... non solo eviterà questo problema che proibisce un buon isolamento, ma permetterà anche di avere un doppio set di temperatura, nel tipo 60 ° su edf e 95 ° quando c'è elettricità solare
0 x
Avatar de l'utilisateur
izentrop
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2610
iscrizione: 17/03/14, 23:42
Località: Picardie
x 138
Contatto:

Ri: Resa Produzione di acqua calda elettrica

Messaggio non luda izentrop » 03/04/18, 09:55

Non c'è da stupirsi in un attico dove la temperatura ambiente può salire fino a 50 ° e altro. Anche senza sovra-isolamento, c'è il rischio di disgiunzione se è poco ventilato.
Il termostato di sicurezza, se standard o termistore, non cambia il fatto che sia alloggiato in un condotto aperto sottostante.

Gli scaldacqua moderni o solari possono eseguire cicli anti-legionellosi e altre funzioni come il riscaldamento ritardato di notte.
La sicurezza del surriscaldamento è sempre garantita da un termostato a bulbo. https://elyotherm.fr/thermostat-chauffe-eau-electrique
0 x
Hanno ragione di credere non significa che abbiamo ragione di credere.


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "riscaldamento, isolamento, ventilazione, VMC, raffreddamento ..."

Chi è in linea?

Visitano il forum: Google [Bot], Google Adsense [Bot] e gli ospiti 6

Ricerche più frequenti