Retour pergamena Stop Modalità automatica

Agricoltura: problemi e l'inquinamento, le nuove tecnologie e soluzioniNew Lazy Potager in 37

Agricoltura e suolo. controllo dell'inquinamento, bonifica dei terreni, humus e nuove tecniche agricole.
pheno37
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 12
iscrizione: 25/03/18, 19:21
Località: Indre et Loire
x 2

New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda pheno37 » 28/03/18, 13:59

Bonjour.

Ho affittato a settembre 2017 un giardino di famiglia (200 m²) rimasto incolto da maggio (Photo1) e situato nelle vicinanze di Tours (37).
In precedenza, era un orto "tradizionale" mantenuto in buone condizioni, secondo i vicini.

Obiettivo: dedicare 50 m² (10 * 5) a una prima esperienza "giardino cucina pigro".

Inizialmente considero il trapianto (pomodori, zucchine, cetrioli, potimarrons, patate, porri, ecc.). Per la semina, vedrò dopo, ad eccezione di fagioli e piselli (in piccole tasche) e in piccole quantità.
Naturalmente, per questo primo anno, non cerco quantità. Dobbiamo prima vedere come il sistema reagisce e superare i primi errori.
Sto sperimentando in parallelo con le piantine in bottiglia dopo una prima esperienza di successo lo scorso anno.

Fino ad ottobre 15: pulizia. (Photo2) Rifiuti di pulizia lasciati indietro.
Dalla preparazione di 10 a 15 di ottobre: ​​falciare erba e rifiuti vegetali dalla pulizia (Photo3).
Tra 15 e 20 di ottobre, coprite un po 'di fieno irregolare (balle) di circa venti centimetri. (Photo4). I vicini mi hanno guardato con uno sguardo divertente ma Didier67 mi aveva avvertito ...
Ho saputo più tardi che avevo messo il fieno troppo presto ...
Da ottobre a marzo: niente! Ho appena strappato le erbacce qua e là e ficcato alcuni buchi nella copertina.
La marcia 25, lo spessore è diminuito. (Photo5). Nessuna erbaccia tranne un piccolo margine. Il fieno è asciutto su 2 3 cm e molto bagnato su 5cm sotto (Photo6).
Considero i primi trapianti nel primo dekad di maggio, se l'umidità è sufficientemente diminuita, a cominciare dai pomodori.

Ora alcune domande:
1) Qual è l'intervallo di umidità corretto sotto il fieno per iniziare il trapianto?
2) Stessa domanda sulla temperatura della terra?
3) dovrei prendere in considerazione l'aggiunta di una piccola quantità di fieno poco prima di iniziare a letto, perché ho messo il fieno un po 'troppo presto l'anno scorso? Lo farò solo se è "abbastanza asciutto" di seguito (vedi domanda 1).
Grazie in anticipo per i vostri commenti.
1 x

olivier75
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 600
iscrizione: 20/11/16, 18:23
Località: alba, champagne.
x 107

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda olivier75 » 28/03/18, 15:39

Ciao e benvenuto,
Per me,
Ottobre non è troppo presto per convertire un giardino tradizionale, la terra è umida e calda, e permette ai vivi di stabilirsi, alla terra di crescere. La controparte è un maggiore "consumo" di fieno.
Sotto il fieno la terra rimane bagnata e deve rimanere, è la riserva del tuo suolo, perché solo le forti piogge si ricaricano sotto il fieno.
Non presta attenzione alla temperatura del terreno per il trapianto e poco alla semina. Non raggiungerà il suolo nudo fino all'autunno grazie a un raffreddamento più lento.
L'aggiunta di fieno deve essere stimata dalla durata del raccolto e dalla sua resistenza alla competizione.
Aggiungo che nella fenocultura siamo, mi sembra, concordo sul fatto che possiamo tranquillamente preoccuparci delle piante più che tradizionali.
Olivier.
1 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12273
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4026

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda Did67 » 28/03/18, 19:24

Sembra molto buono!

Penso che puoi sicuramente considerare la semina (devi sollevare il fieno, per vedere se sotto, quasi tutto è morto o no).

Non essere sorpreso di "disaccoppiare" nei giardini di assegnazione. Di solito è la gara a cui è più grande, chi coltiva il deserto più bello, ecc ... Se non butti, considerati felice e divertiti! Ancora uno o due anni prima che i primi dubbi penetrino nei tuoi interlocutori - fino ad allora, basso profilo: dal loro punto di vista, sono i migliori giardinieri del mondo!

[Faccio una conferenza a metà aprile prima dell'assemblea generale dei giardini di assegnazione di Sélestat; Ho dato il mio permesso al presidente a condizione che mi garantisse il "diritto di esprimermi" e calma i possibili avversari / denuncianti durante la mia presentazione; dopo, rispondo a tutte le domande ...].
1 x
pheno37
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 12
iscrizione: 25/03/18, 19:21
Località: Indre et Loire
x 2

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda pheno37 » 29/03/18, 19:23

Merci pour vos réponses.
Potrei essere cattivo per niente sull'umidità e la temperatura .. Ho in programma di trapiantare solo dalla prima decade di maggio. I ghiacci tradizionalmente obbligano in Touraine. Fino ad allora, posso ricaricare fieno "sentimento", non molto spesso.
Un amico mi presterà un termometro / igrometro / ph-meter (vedo i sorrisi qui ...) mi consentirà almeno di fissare le idee sugli attuali valori approssimativi.

@didier67: Per me, il colore grigio-nero, è piuttosto morto. No "verde" che punta il naso su diversi sondaggi (vedi foto 6) Non ho iniziato su un prato ma su un ex orto "tradizionale".
Ma temo una piccola semina sul bagnato questo primo anno.
Alcuni cavi, c'è un secondo "fenocultore". Non potrei incontrarlo ma persevererò. Ha messo uno strato un po 'più spesso di me. C'è anche un "uomo di paglia" e un "brf-eur". è 4 su 500 ... Nel mese, possiamo colpire la belota! 8)
Buona fortuna per Selestat! Ti piace vivere pericolosamente, per quello che vedo ... : Mrgreen:
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12273
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4026

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda Did67 » 30/03/18, 09:30

1) Il "drenaggio" (l'eccesso di acqua che viene rimosso per gravità) dipende molto dalla struttura del terreno (argilla / limo / contenuto di sabbia). Non appena un terreno viene spazzato, l'aria ricomincia a circolare, anche se è molto umida. In quella che viene chiamata "macroporosità" - i "grandi fori" tra gli aggregati del suolo, che sono solo temporaneamente saturati). Da lì, gli organismi utili (aerobici) tornano al lavoro ...

2) Quindi puoi seminare e piantare in una terra molto bagnato, non appena viene cancellato. Il fatto che un terreno debba essere "asciutto" sulla superficie è un avatar legato al fatto che altrimenti, nel giardinaggio convenzionale, non possiamo lavorarci: raccogliere, rastrellare ...

Il giardiniere convenzionale aspetta che la sua terra sia asciutta, poi la lavora, quindi pianta o semina e .... spruzza !!!

Basta sbarazzarsi di tutte queste sciocchezze e voilà!

3) Attenzione, anche se un terreno umido può depositarsi e prendere in massa ("come il cemento") se ci cammini sopra: è imperativo viaggiare su tavole. Quindi hai bisogno di un set di schede per far circolare e piantare senza fare danni irreversibili (per alcuni mesi).

4) Non dimenticare che questa umidità, che può sembrare eccessiva, è la "riserva d'acqua utile" che ti impedirà di annaffiare (o ti permetterà di annaffiare molto più tardi!).

5) Un buon indizio: lasciare passare 2 o 3 più settimane, rispetto ai giardinieri convenzionali in terra nuda. Quindi puoi andare, anche se il terreno è molto umido e sembra una pasta da gioco. E prendi un appuntamento al momento del raccolto: molto spesso sono stati catturati i giorni 15 (ovviamente, non con i ravanelli del giorno 21!).

Se hai un multimetro: il terreno dovrebbe avere 14 ° in modo che i batteri nitrificanti possano davvero funzionare!

Probabilmente sarai sorpreso di scoprire che abbastanza rapidamente, in un terreno ancora umido, il dispositivo indicherà "normale": è giusto! È il giardiniere convenzionale e il suo terreno riarso che ha sbagliato tutto! La prova: lo sa lui stesso, spruzza!
2 x

pheno37
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 12
iscrizione: 25/03/18, 19:21
Località: Indre et Loire
x 2

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda pheno37 » 01/04/18, 13:04

Eccomi un po 'rassicurato.
Allo stesso tempo, sono ben consapevole, e lo ricordate spesso, che è con l'esperienza che tutto si chiarirà secondo le mie condizioni locali.
I grandi principianti adorano le ricette e ho fatto l'esperienza lì 12 anni quando ho iniziato il mio primo orto "tradizionale".
Ho letto da qualche parte, nel tuo libro o altrove, che mettere troppo presto il fieno non ha permesso di portare i nutrienti necessari alle verdure seminate o trapiantate al momento giusto. anche questo mi preoccupava. Ma questo non mi rende insonne ... :)
Un'altra domanda: cosa succede al terreno dopo diversi anni e quindi diversi strati di fieno? Non sembra una forma di "humus"?
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12273
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4026

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda Did67 » 01/04/18, 15:41

1) Questo mostra quante guide, discorsi, pub hanno pervertito le nostre menti: non c'è ragione di temere che un sistema vivente non funzioni! C'è, comunque, ogni ragione per credere che funzionerà. Dal momento che ha già lavorato così tanto tempo prima che l'uomo. E quegli 50 anni di cazzate distruttive di quest'ultimo non hanno impedito al sistema di continuare a camminare !!!

Devi iniziare strappandoti quelle scorie di pensieri!

Quando entriamo nelle nostre auto, presumiamo che non funzionerà [eppure un'auto è un sistema orribilmente complesso per trasformare l'energia chimica - combustibile - in un movimento rapido e confortevole!]? O quando accendiamo il nostro computer ??? [anche se è possibile una rottura!]

2) L'humus è un portofalletto di cui tutti parlano e difficilmente qualcuno sa cosa sia. Questo è l'inganno del secolo! Quante imbecillità ho letto!

Schizzo elementi di riflessione nel mio libro (ma ovviamente, ho dovuto scrivere le pagine 100 o 150 per chiarire un po 'meglio l'argomento). Perdonami per non riscrivere le pagine 194 qui su 204 che stanno cercando di fare un punto sintetico. Pigro. Sul filo principale, ho sviluppato questo argomento un giorno. Forse puoi trovarlo con il motore di ricerca del sito?

Quindi sì, il fieno, come altri materiali organici ricchi di fibre (cellulosa e lignina), contribuirà al processo chiamato "umificazione", che è la formazione, in tutta suolo vivo, sostanze umiche, che hanno interessanti proprietà speciali . Da essenzialmente l'attività dei funghi (anche se le teorie sono molteplici e questo caso non è ancora delucidato!).

Ma la natura è dannatamente dannosa, quando si aumentano gli apporti di sostanze che possono formare sostanze umiche, lo stock aumenta.

Ma anche la mineralizzazione di queste sostanze: più ce ne sono, e più ci stanno scomparendo!

E miracolosamente, è equilibrato (a un livello più alto di prima, quindi con un piano "migliore") ...

Ho messo il riferimento di un video di un americano che dopo 30 anni di fenoculture senza lavorazione mostra un tasso record di 8,7% di materia organica nel suo terreno.

In breve: può solo fare un buon terreno!
0 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12273
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4026

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda Did67 » 01/04/18, 15:46

pheno37 ha scritto:Ho letto da qualche parte, nel tuo libro o altrove, che mettere troppo presto il fieno non ha permesso di portare i nutrienti necessari alle verdure seminate o trapiantate al momento giusto. anche questo mi preoccupava. Ma questo non mi rende insonne ... :)


A volte perdo il filo del discorso, ma non credo che ho scritto che: il rischio, mettendo il fieno troppo presto su un pavimento è che è ancora "caldo" (oltre 14 °); i batteri saranno attivi; il fieno inizierà a mineralizzare (decomposizione); quindi, ciò che andrà a finire verrà mappato nella primavera / estate a venire; cosa più importante, questa mineralizzazione produce nitrati, che saranno lisciviati durante l'inverno, per precipitazione. Rischiamo un polverone: inquiniamo le tovaglie nel nome di un metodo chiamato "naturale"!
0 x
pheno37
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 12
iscrizione: 25/03/18, 19:21
Località: Indre et Loire
x 2

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda pheno37 » 01/04/18, 19:18

Did67 ha scritto:A volte perdo il filo del discorso, ma non credo che ho scritto che: il rischio, mettendo il fieno troppo presto su un pavimento è che è ancora "caldo" (oltre 14 °); i batteri saranno attivi; il fieno inizierà a mineralizzare (decomposizione); quindi, ciò che andrà a finire verrà mappato nella primavera / estate a venire; cosa più importante, questa mineralizzazione produce nitrati, che saranno lisciviati durante l'inverno, per precipitazione. Rischiamo un polverone: inquiniamo le tovaglie nel nome di un metodo chiamato "naturale"!

In tempo per me! Ho fatto bene a fare la domanda.
Considera che questa è un'interpretazione approssimativa di Beozia. Ricordo ancora di aver "arrotolato" un buon mese troppo presto. O due ...
non importa, metterò un po 'più di fertilizzante.
Vedi, ho capito tutto ... : Cheesy: : Cheesy: : Cheesy:
0 x
pheno37
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 12
iscrizione: 25/03/18, 19:21
Località: Indre et Loire
x 2

Ri: New Lazy Potager in 37

Messaggio non luda pheno37 » 01/04/18, 19:44

Did67 ha scritto:2) L'humus è un portofalletto di cui tutti parlano e difficilmente qualcuno sa cosa sia. Questo è l'inganno del secolo! Quante imbecillità ho letto!

Ecco perché l'ho messo tra virgolette. In ogni caso, vedrò.
... in quattro o cinque anni. 8)
Did67 ha scritto:Schizzo elementi di riflessione nel mio libro (ma ovviamente, ho dovuto scrivere le pagine 100 o 150 per chiarire un po 'meglio l'argomento). Perdonami per non riscrivere le pagine 194 qui su 204 che stanno cercando di fare un punto sintetico. Pigro. Sul filo principale, ho sviluppato questo argomento un giorno. Forse puoi trovarlo con il motore di ricerca del sito?

Ok, grazie; Rileggerò questa parte Ricordo anche un video in cui mostri la dimensione del grano del terreno sotto il fieno. A casa, è ancora un po 'compatto ma si dissocia facilmente.
0 x


 


  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "Agricoltura: problemi e l'inquinamento, nuove tecniche e soluzioni"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospite 1

Ricerche più frequenti