Retour pergamena Stop Modalità automatica

Agricoltura: problemi e l'inquinamento, le nuove tecnologie e soluzioniLe Potager du Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Agricoltura e suolo. controllo dell'inquinamento, bonifica dei terreni, humus e nuove tecniche agricole.
Avatar de l'utilisateur
nico239
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1786
iscrizione: 31/05/17, 15:43
Località: 04
x 181

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda nico239 » 19/04/18, 09:47

Did67 ha scritto:
1) Lovage: inizialmente, un "secchio" comprato; quindi recupero di semi e piantine ...

2) I lamponi, se stanno "risalendo" (= produzione quasi continua), sono sensibili alla siccità (fanno radici superficiali). I fiori si interrompono non appena sono caldi e asciutti. La produzione si ferma Quindi sì, devi annaffiarli.

Gli altri, in senso stretto, a meno che non minaccino di cerver, puoi lasciarli: fanno una grande produzione, tarda primavera / inizio estate. La siccità non li influenza troppo ...

3) Sì. Questi cavoli hanno passato l'inverno fuori (cavoli "kale", cavoli "1 000 teste", cavoli siberiani) ... senza alcuna precauzione. Come le "cipolle seme" (cipolle "dimenticate" al momento del raccolto, trovate al momento dello srotolamento del fieno, raggruppate in due righe per averle nello stesso posto, sono al secondo anno e vanno a seme. ..


Ok, grazie.

I lamponi sono teoricamente frequentatori, in ogni caso acquistati come tali.
0 x
"Uno strumento che non consuma energia e rispetta il suolo che cosa è? Ben è uno strumento che non fa nulla "(conferenza citazione François Mulet)

olivier75
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 611
iscrizione: 20/11/16, 18:23
Località: alba, champagne.
x 109

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda olivier75 » 19/04/18, 10:01

Machouette71,

Alcuni orticoltori lo fanno, ma più diserbo, deve essere bagnato abbastanza per mantenere la vita del terreno, che è il vantaggio di coprire la biomassa.

Olivier.
0 x
Moindreffor
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1094
iscrizione: 27/05/17, 22:20
Località: confine tra Nord e Aisne
x 242

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Moindreffor » 19/04/18, 11:20

Did67 ha scritto:
Moindreffor ha scritto:... ma se no, hai preso le foglie sbiancate? anche se non erano enormi perché l'obiettivo era questo


Sì, certo. Semplicemente, erano un po 'sparpagliati. Le radici, già piccole, inoltre, danno parecchi scatti tutt'intorno, perché ho fatto l'errore di tagliare le foglie prima di seppellire ...


Penso che tu abbia messo sottosopra, se posso permettermelo, hai trapiantato i tuoi denti di leone troppo tardi o troppo piccoli, per coprirli di fieno, o hai solo bisogno di un anno intero per riempire le radici
In breve, è un test conclusivo perché l'obiettivo è raggiunto e ricco di lezioni per migliorare l'anno prossimo e aiutare coloro che vogliono provare

dopo c'è forse anche la varietà, le barbe cappuccino possono essere foglie più lunghe dei tuoi denti di leone, perché è una varietà selezionata, così da seguire
0 x
"Quelli con le orecchie più grandi non sono quelli che sanno meglio"
(di Me)
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12936
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4391

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Did67 » 19/04/18, 11:44

Siamo d'accordo ...

[L'incapacità di avere troppe idee "in mente", ma di non realizzarle o così ... quando è troppo tardi. E a volte essere altrove]
1 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12936
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4391

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Did67 » 19/04/18, 11:46

nico239 ha scritto:
I lamponi sono teoricamente frequentatori, in ogni caso acquistati come tali.


Quindi per mettere sotto perf (gocciolamento) oltre a coprire con un materiale con una tendenza più legnoso rispetto al fieno (BRF, segatura mista + erba tagliata) ...
1 x

Avatar de l'utilisateur
stylo67
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 28
iscrizione: 19/05/17, 08:48
Località: alsazia franche county
x 13

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda stylo67 » 19/04/18, 16:32

Did67 ha scritto:...

3) Sì. Questi cavoli hanno passato l'inverno fuori (cavoli "kale", cavoli "1 000 teste", cavoli siberiani) ... senza alcuna precauzione. Come le "cipolle seme" (cipolle "dimenticate" al momento del raccolto, trovate al momento dello srotolamento del fieno, raggruppate in due righe per averle nello stesso posto, sono al secondo anno e vanno a seme. ..


Bjr Didier, appunto, ho lo stesso cavolo e ho esitato a tagliarli a terra, qual è il tuo metodo, lasciarli andare a seminare, tagliare o altro ..... grazie per la risposta
0 x
Moindreffor
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1094
iscrizione: 27/05/17, 22:20
Località: confine tra Nord e Aisne
x 242

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Moindreffor » 19/04/18, 16:57

Did67 ha scritto:
machouette71 ha scritto:Bonjour à tous,

Novità su questo forum e principiante in giardinaggio e fenocultura qui circa due mesi che ti leggo e mi informa con i video.
La mia copertina è stata posizionata di recente (marzo) perché ho scoperto il metodo all'inizio dell'anno.
Mi sono detto che per accelerare il riscaldamento del terreno potrebbe essere installato un telo nero sul fieno per le settimane 3. Fino a metà maggio. Questo potrebbe essere dannoso per la vita del suolo? A causa della temperatura sotto la tela?

Grazie e scusa se la domanda è già stata fatta. Buona giornata di sole : Cheesy:

Caroline


È una "tattica" che ho considerato. Ma ancora non eseguito !!!

Il principale svantaggio è il rallentamento della circolazione dell'aria, a mio parere ... Se lo strato di fieno è abbastanza spesso, penso che "tamponerà" il surriscaldamento ...

il tempo è bello e ho trovato un buon libro del colpo di stato per far camminare la materia grigia come dice il libro
e mi permetto di pensare che la fenocultura sia un nuovo approccio al giardino, quindi non dovremmo provare a inventare le nuove tecniche che ne derivano?
e le tecniche di semina devono farne parte
Torno all'orto in cucina dall'anno scorso e così torno anche al reparto giardino dei garden center e l'anno scorso ho scoperto che la gamma di trapianti era stata espansa con fagioli ad esempio ...
Quindi per me in fenocultura il semi online deve vivere i suoi ultimi giorni, aprire il solco è lavoro e siccome il fieno è un rifugio per lumache in altri, mordicchiano troppo facilmente ciò che viene messo alla loro portata , pur rimanendo nascosto ai predatori
paysan.bio ci ha detto della sua semina di carote in un secchio e che poi si è sbarazzato dove c'era spazio, quindi non solo è possibile, ma non diventerebbe la norma? non che io pensi di attraversare molto facilmente

come abbiamo visto le distanze tra le file possono essere diminuite, ma come Didier piantando i miei scalogni (senza misurare) è stato bello, è stato facile, ho spiegato sopra che avevo fatto il minimo, e le linee sono state fatte una dopo l'altra e poi mi sono detto "hai detto a Didier che avrebbe potuto stringere i ranghi e non l'hai fatto" e sì il gesto essendo ancorato, le mie linee erano separati quasi come "prima", ho prestato più attenzione alle cipolle : Mrgreen:

quindi con la semina in un secchio, dobbiamo essere in grado di fare a meno della copertura ed essere in grado di trapiantare quando il terreno è più caldo, e soprattutto proverò ancora quest'anno a trapiantare direttamente nel fieno senza necessariamente raggiungere il suolo
0 x
"Quelli con le orecchie più grandi non sono quelli che sanno meglio"
(di Me)
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12936
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4391

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Did67 » 19/04/18, 17:14

pen67 ha scritto:
Bjr Didier, appunto, ho lo stesso cavolo e ho esitato a tagliarli a terra, qual è il tuo metodo, lasciarli andare a seminare, tagliare o altro ..... grazie per la risposta


Li lascio fino alla fine della fioritura. Ahimè, ho un dubbio sul fatto che siano ibridi o meno (non credo, ma non sono sicuro). Dopo la fioritura e il loro contributo alla biodiversità, ne tengo uno, quello che è lungo il cammino (in modo che non sia nel mezzo) per i semi.

Dato che le "trincee" sono molto difficili (e, nel corso della decomposizione, così profonde rifugi di lumache), le lacrime e le metto in un posto dove non sono mequiquer. Ad esempio, sotto i cassetti. Lì, possono mettere tutto il tempo che vogliono abbattere ...
1 x
Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12936
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4391

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Did67 » 19/04/18, 17:18

Moindreffor ha scritto:
quindi con la semina in un secchio, dobbiamo essere in grado di fare a meno della copertura ed essere in grado di trapiantare quando il terreno è più caldo, e soprattutto proverò ancora quest'anno a trapiantare direttamente nel fieno senza necessariamente raggiungere il suolo


La semina delle carote è stata fatta.

Oggi ho seminato fagiolini in scoop ...

Quindi, sì, questa è una delle tracce serie ...

Ma il "signore", che mi sembra di conoscere, dice anche: "A ciascuno il suo orto pigro"! E uno dei piaceri che trovo è quello di ritrovare la tua creatività. Il piacere della creatività, una volta liberati dalla paura di non fare quello che ci vuole! Ora, concludo le mie lezioni con l'ambizione di diventare "giardinieri liberati" (sottinteso da tutte le "confusioni" di ricette, "mi è stato detto che ..." di "deve essere fatto in questo modo. .. ", pseudo-religioni e vere credenze) ... [Vedi la fine del mio conf a St-Jean de Sixt, su Youtube]
1 x
Moindreffor
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1094
iscrizione: 27/05/17, 22:20
Località: confine tra Nord e Aisne
x 242

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Moindreffor » 19/04/18, 17:34

Did67 ha scritto:
Moindreffor ha scritto:
quindi con la semina in un secchio, dobbiamo essere in grado di fare a meno della copertura ed essere in grado di trapiantare quando il terreno è più caldo, e soprattutto proverò ancora quest'anno a trapiantare direttamente nel fieno senza necessariamente raggiungere il suolo


La semina delle carote è stata fatta.

Oggi ho seminato fagiolini in scoop ...

Quindi, sì, questa è una delle tracce serie ...

Ma il "signore", che mi sembra di conoscere, dice anche: "A ciascuno il suo orto pigro"! E uno dei piaceri che trovo è quello di ritrovare la tua creatività. Il piacere della creatività, una volta liberati dalla paura di non fare quello che ci vuole! Ora, concludo le mie lezioni con l'ambizione di diventare "giardinieri liberati" (sottinteso da tutte le "confusioni" di ricette, "mi è stato detto che ..." di "deve essere fatto in questo modo. .. ", pseudo-religioni e vere credenze) ... [Vedi la fine del mio conf a St-Jean de Sixt, su Youtube]


è per questo che penso di andare ai secchi per fare a modo mio, e soprattutto perché "trapiantare il prezzemolo porta sfortuna" l'ho subito di nuovo
50 anni alla fine dell'anno, è giunto il momento di liberare la mente

e per tua colpa, ho sempre meno voglia di tornare al lavoro, appena chiudo gli occhi, all'ombra (il Sole mi è proibito) nella mia poltrona reclinabile, mi vedo coltivare un giardino più grande non lontano autosufficienza, un pollaio, alcuni conigli (a mia moglie non piace) non troppo lontani dal mare per andare a pescare quando il pisolino è finito

beh, saremo soddisfatti, la sdraio, la piscina autoportante e il reparto pescheria del supermercato e il piccolo giardino, vedremo il resto per la pensione

fagioli verdi in scoop ho provato, nessuna differenza con semina diretta
0 x
"Quelli con le orecchie più grandi non sono quelli che sanno meglio"
(di Me)




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "Agricoltura: problemi e l'inquinamento, nuove tecniche e soluzioni"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospiti 2