Retour pergamena Stop Modalità automatica

Agricoltura: problemi e l'inquinamento, le nuove tecnologie e soluzioniLe Potager du Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Agricoltura e suolo. controllo dell'inquinamento, bonifica dei terreni, humus e nuove tecniche agricole.
Avatar de l'utilisateur
Julienmos
Ho inviato messaggi 500!
Ho inviato messaggi 500!
post: 649
iscrizione: 02/07/16, 22:18
Località: acqua regina
x 150

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Julienmos » 22/02/18, 22:32

grazie, ancora una volta: questa è la risposta!

a proposito, stupida domanda: un ramo è il durame dentro, la parte vivente intorno e la corteccia.

Immagino che il durame sia perfettamente impermeabile, ma il resto?

possono le piogge penetrare nella corteccia, o tornare ai luoghi dove è incrinata, e in tal caso, può questa umidità "assorbire" il legno vivente (poroso?), e quindi accelerare il suo decadimento l'effetto dei funghi?

sarebbe anche la porta aperta agli insetti ... o alle piante ... le malattie ... o non so quali parassiti potrebbero attaccare questa parte vivente che, credo, non è costituita da lignina pura o altamente polimerizzata ma dove scorre la linfa, così nutrienti per tutti questi intrusi?
0 x

Avatar de l'utilisateur
Did67
modérateur
modérateur
post: 12612
iscrizione: 20/01/08, 16:34
Località: Alsazia
x 4219

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Did67 » 22/02/18, 22:39

No. Normalmente, la corteccia è uno strato protettivo. È rotto solo verso l'esterno, perché quando il tronco si addensa, aggiungendo strati appena sotto la corteccia (ahmed - non colpire! Ignoro le basi generatrici, così bene), il " vecchia corteccia "non può espandersi; lei si sta spezzando; a seconda della specie, questi vecchi strati si disintegrano e cadono, formano "brandelli" o rimangono incollati alle notizie, che si formano sotto ... Ma allo stesso tempo si forma un nuovo strato di legno vivo (alburno) verso all'interno, un nuovo strato di corteccia si forma, alla giusta dimensione, verso l'esterno ... L'albero "passa un nuovo strato di ceretta" (sous vecchio) ...

L'albero per sceglierlo, deve essere "ragionante" dal suo punto di vista: dall'interno ... Non dall'esterno dove siamo ...
2 x
Avatar de l'utilisateur
green68
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 95
iscrizione: 14/08/16, 13:19
Località: babeau-bouldoux
x 11

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda green68 » 23/02/18, 09:08

Buongiorno,

Julienmos ha scritto:piccola domanda, ho i porri in giardino che prendo secondo i bisogni.

Dato che le temperature siberiane saranno annunciate la prossima settimana, (con -3 ° al meglio della giornata!), Il terreno probabilmente si congelerà in profondità, rendendo probabilmente impossibile la raccolta.

Che cosa stai facendo in questo caso? (Lo so, devo mangiare qualcos'altro) : Cheesy:


2018-02-23-085343_1366x768_scrot.png
meteo francia
2018-02-23-085343_1366x768_scrot.png (64.81 Kio) Orari 695 accessibili


Installato da 2012 in Babeau-Bouldoux (non ridete tutti allo stesso tempo), non ho ancora sperimentato temperature così fredde :!:

Quindi, piccola domanda: i piselli fioriti probabilmente prenderanno un colpo :?:

green68
0 x
Cigalyves83
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 39
iscrizione: 05/04/17, 13:59
Località: 83 Toulon
x 18

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Cigalyves83 » 23/02/18, 18:56

Didier, ho letto il tuo libro e sono rassicurato perché ho offerto 4 prima di leggerlo :Rotolo:
Sei un filosofo del giardinaggio il degno successore di Diderot. Questo è per quando l'enciclopedia del fenocultore :?:
Infatti Diderot si distingue proponendo più materiale per un ragionamento autonomo del lettore piuttosto che un sistema completo, chiuso e rigido. Le prime parole dei suoi Pensieri sull'interpretazione della natura (2e ed., 1754):
"Giovane, prendi e leggi. Se puoi andare alla fine di questo libro, non sarai in grado di ascoltarne uno migliore. Poiché sono stato meno incline a istruirti che a esercitarmi, non mi interessa se adotti le mie idee o le respingi, a condizione che usino tutta la tua attenzione. Un più esperto ti insegnerà a conoscere le forze della natura; sarà abbastanza per me averti fatto provare il tuo. " Wikipedia.
Sono stato felice di leggere che quest'anno proverai la torta di ricino mentre sul filo hai sempre espresso piuttosto contro :cipiglio:
5 x
ChristianC
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 63
iscrizione: 01/06/17, 13:51
Località: Hérault, Cazilhac
x 21

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda ChristianC » 24/02/18, 12:03

Julienmos ha scritto:grazie, ancora una volta: questa è la risposta!

a proposito, stupida domanda: un ramo è il durame dentro, la parte vivente intorno e la corteccia.

Immagino che il durame sia perfettamente impermeabile, ma il resto?

possono le piogge penetrare nella corteccia, o tornare ai luoghi dove è incrinata, e in tal caso, può questa umidità "assorbire" il legno vivente (poroso?), e quindi accelerare il suo decadimento l'effetto dei funghi?

sarebbe anche la porta aperta agli insetti ... o alle piante ... le malattie ... o non so quali parassiti potrebbero attaccare questa parte vivente che, credo, non è costituita da lignina pura o altamente polimerizzata ma dove scorre la linfa, così nutrienti per tutti questi intrusi?


Curiosi come sei, se ti piace leggere, c'è un libro accessibile ai non agronomi e ai non biologi che siamo, scritto da Francis Hallé, "elogio della pianta". Spiega tutto questo e non solo (va avanti e indietro tra piante e animali per spiegare differenze e somiglianze). Questo non accenderà la lanterna immediatamente per oziare nell'orto, ma ancora, è come il capitolo 2 del libro di un alsaziano che tutti conosciamo qui, ci mette il grande tutto in prospettiva.
0 x

joesab
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 12
iscrizione: 14/02/18, 10:35
Località: Oise
x 2

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda joesab » 24/02/18, 19:33

Did67 ha scritto:Visto questo. E ho avuto uno shock: quando vedo come produco facilmente il ramo di sedano senza alcun trattamento! Cresce spontaneamente come un'erbaccia !!! L'uva, lo sapevo.

Uva e sedano sono i frutti e le verdure più contaminati dai pesticidi

Una ONG ha compilato i dati di cinque anni di indagini sulla DGCCRF. Mostrano che 73% dei campioni di frutta non biologica analizzata e 41% di quelli di verdure sono contaminati.
... / ...



Buonasera,
Non ho preso in consegna l'intero post, ma lavorando in agricoltura, mi sarebbe piaciuto conoscere la fonte dei prodotti analizzati.
Penso che gli agricoltori francesi non siano tutti "grandi" inquinatori. I prodotti importati sono lontani dall'avere le stesse regole di produzione.
Sembrava un piccolo paese come l'Olanda, la Spagna, il Marocco, per menzionare solo questo ....
Sabine
1 x
Moindreffor
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 881
iscrizione: 27/05/17, 22:20
Località: confine tra Nord e Aisne
x 215

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Moindreffor » 24/02/18, 19:41

joesab ha scritto:
Did67 ha scritto:Visto questo. E ho avuto uno shock: quando vedo come produco facilmente il ramo di sedano senza alcun trattamento! Cresce spontaneamente come un'erbaccia !!! L'uva, lo sapevo.

Uva e sedano sono i frutti e le verdure più contaminati dai pesticidi

Una ONG ha compilato i dati di cinque anni di indagini sulla DGCCRF. Mostrano che 73% dei campioni di frutta non biologica analizzata e 41% di quelli di verdure sono contaminati.
... / ...



Buonasera,
Non ho preso in consegna l'intero post, ma lavorando in agricoltura, mi sarebbe piaciuto conoscere la fonte dei prodotti analizzati.
Penso che gli agricoltori francesi non siano tutti "grandi" inquinatori. I prodotti importati sono lontani dall'avere le stesse regole di produzione.
Sembrava un piccolo paese come l'Olanda, la Spagna, il Marocco, per menzionare solo questo ....
Sabine

hai assolutamente ragione, spesso spargiamo teste rosse agli attori dell'agricoltura, senza aver cura di ascoltarli prima, bisogna dire che la loro parola è troppo spesso incorniciata e non abbastanza libera
0 x
"Quelli con le orecchie più grandi non sono quelli che sanno meglio"
(di Me)
gek
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 75
iscrizione: 19/11/16, 09:40
Località: Holtzheim (67810)
x 18

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda gek » 24/02/18, 20:13

Ciò che è divertente con questo studio (come spesso deriva dall'associazione delle future generazioni) è che analizzano le verdure convenzionali, vedono i pesticidi (nulla è quantificato per quella materia) e concludono la necessità di Mangia prodotti biologici ma non analizzano mai le stesse verdure biologiche alla ricerca di residui "naturali" di pesticidi o anche sintetici.

All'epoca in cui avevano fatto il brusio con i cereali, era stato smentito da alcuni scettici la cui teiera cosmica:

https://theierecosmique.com/2016/10/12/ ... esticides/
0 x
sicetaitsimple
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 2048
iscrizione: 31/10/16, 18:51
Località: Bassa Normandia
x 335

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda sicetaitsimple » 25/02/18, 12:27

Mi permetto di copiare qui parte di un post di Izentrop apparso sull'argomento "la terra in 200 milioni di anni".

Associato al progetto "4 per mille" consentirebbe un rapido ritorno a una stabilizzazione del clima. http://agriculture.gouv.fr/4-pour-1000- ... i terreni-0.
Ma il buon senso non è di questo mondo :cipiglio:

Questa è un'iniziativa del COP21 per aumentare il contenuto di materia organica 0,4% / anno (o carbonio, non è necessariamente molto chiaro) di tutti i terreni coltivati.

Mi sembra semplicemente impossibile fisicamente, no, almeno su larga scala? Cosa ne pensi?
0 x
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6630
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 435

Re: The Kitchen Garden Sloth: giardinaggio senza fatica più di Bio

Messaggio non luda Ahmed » 25/02/18, 12:41

Ciò che è notevole di questo progetto è che è essenzialmente finalizzato a perseguire un modello sociale insostenibile e non generalizzabile. Ciò che non può essere concepito come un approccio puramente agricolo diventa giudizioso come una stampella con esponenzialismo economico ...
0 x
"Non credere soprattutto che ti dico."




  • argomenti simili
    réponses
    Visto
    messaggio dernier

Di nuovo a "Agricoltura: problemi e l'inquinamento, nuove tecniche e soluzioni"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Google [Bot] e gli ospiti 2