Retour pergamena Stop Modalità automatica

Agricoltura: problemi e l'inquinamento, le nuove tecnologie e soluzioniIl laborioso cammino verso la mia amaca: un superbo bronzino della Sarthe

Agricoltura e suolo. controllo dell'inquinamento, bonifica dei terreni, humus e nuove tecniche agricole.
fl78960
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 20
iscrizione: 16/02/18, 13:19
x 7

Il laborioso cammino verso la mia amaca: un superbo bronzino della Sarthe

Messaggio non luda fl78960 » 16/09/18, 00:59

Bonjour à tous,

Breve presentazione: A partire dagli anni 3, siamo proprietari nella periferia parigina di un grazioso giardino (con una casa nel mezzo) a pochi chilometri dalla Reggia di Versailles. Il prezzo di mq di verde è vergognosamente alto e la nostra politica di condominio è piuttosto ... disperata :il male:

estratto dai regolamenti di copro

29764994487_b568acb4df_o.jpg
29764994487_b568acb4df_o.jpg (13.69 KIO) Accesso ai tempi 318


Detto questo, presentato in una (piccola) aiuola, non sono ancora stato infastidito dalle milizie locali.

42895131401_b1a321d726_k.jpg


Ho già postato qui o là, dicendomi che avrei potuto presentare questo giardino, ma non è tutto molto interessante, mi ha permesso di mettere le dita nel terreno e di sperimentare alcuni trucchi ( e certamente troppo allo stesso tempo), compreso l'uso della sdraio. Ci tornerò occasionalmente ma non è il tema che desidero sviluppare qui.

Frustrato dalla mancanza di spazio, eravamo alla ricerca di un bel po 'di tempo un piccolo lotto "né troppo lontano né troppo costoso" per essere in grado di crescere alcune verdure, essendo verde, e se per qualche miracolo ci fosse qualche frutto sarebbe la perfezione .

Si tratta in definitiva nella Sarthe che questo progetto sta diventando realtà come un pacco edificabile non coperta con un magnifico boschetto di 2500 mq, decorato con alberi di castagno, vecchi alberi di mele, castagne, un enorme noce castagne, peri, albicocchi, alcune querce e anche castagni. Nel mezzo, una bella radura di circa 400 m², perfetta per l'inserimento di un orto. Ciliegina sulla torta (castagna!), Un cabanon duro (cadastro!), Con acqua corrente. Intorno, questi sono principalmente pascoli, senza colture intensive.

in sintesi: abbiamo avuto sogni pazzi ... ma ecco il Graal.

Ma ... aspettando l'amaca appesa ... ci sarà ... lavoro!

30463512678_21ae3393c5_o.jpg


Ho letto il capitolo che tratta questo caso. Una vegetazione molto voluminosa ma "leggera", e l'area sgomberata per la mia visita aveva un terreno di incredibile flessibilità.

Queste grandi aree mi danno un po 'di vertigini, ho un sacco di lavoro per riprendere il controllo della terra, pulire, potare i frutti, sperando di avere una produzione "bella" la prossima primavera.

Nel nostro caso, questo giardino lontana deve imparare a badare a se stessi, ci sarà il migliore per 1 2 una volta al mese, più vacanze, in modo che fornirà la cultura "facile", poco impegnativo, sperando le lumache non sanno molto sull'angolo : Mrgreen:

Dato che saremo lontani, non penso di piantare, piuttosto trapiantare, piantine acquistate o piantare piantine fatte a casa (ma mi ci vuole troppo tempo e spazio in casa), ma forse è un errore?

Spero di attaccare quest'autunno (feste di Ognissanti) la preparazione dell'orto (aspettiamo i ritardi amministrativi e la data della firma al notaio è ancora un grande sconosciuto ...).

Non metto in dubbio la possibilità di trovare il fieno nelle immediate vicinanze, ma non posso sapere cosa ho / posso fare da inizio novembre:
- Stavo pensando di seminare un'area con fagioli e un'altra zona di aglio e scalogno già a novembre.
- un'area appena ricoperta di fieno in attesa della semina primaverile
- lasciare incolto e attendere che la primavera si schiarisca / copra e pianta direttamente sopra.
- un'area di patate: copro in autunno o vivo in primavera?

Infine, secondo te, quale superficie iniziare? Immagino che spargere il fieno non sia troppo lungo, ma ho il dolore di un cane per stimare quanto tempo mi ci vorrà per gestire gli orti di 100, 200 o 300.
2 x

Avatar de l'utilisateur
nico239
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1774
iscrizione: 31/05/17, 15:43
Località: 04
x 180

Re: la via laboriosa verso la mia amaca: un superbo bronzino della Sarthe

Messaggio non luda nico239 » 16/09/18, 01:28

Wow, questo è un ottimo programma .....

Posso capire la tua impazienza, ma conosco i notai più lenti dei più pigri : Mrgreen:

Beh, questo ha detto che potresti cadere su un bacio di crack ...

Sarebbe necessario avere una fotografia aerea del terreno (geoportail) per capire meglio la sua configurazione

Per la superficie direi che metà della locazione sarebbe già abbastanza buona.
Dipende tutto da quello che chiami, perché se è la foto in basso è attiva, c'è lavoro.

Dato che ho un debole per le piante (escluso l'orto) tenderei a risparmiare le felci : Mrgreen:

Inoltre, non c'è in questa confusione di arbusti da vivaio o fragole nascoste ... ecc. Oltre alla frutta?

Personalmente sono sempre meno bravo a trapiantare: è un lavoro e nulla dice che ciò che è ripiantato si acclimaterà senza cure
Preferisco di gran lunga la semina.
Tu semini e tu lasci andare.
Qualunque cosa che crescerà sarà probabilmente buona nel tuo angolo.
E ciò che non va bene non lo spingerà.
Almeno non complichi la vita

Non conoscendo il vostro tempo troppo è difficile consigliare per le colture, ma tenderebbe a dire che se si terra in questo boschetto nel mese di novembre la mia fede senza la presentazione di una mega strato di fieno in un angolo è stato designato come un vegetale e aspetta la primavera non ci sarà molto da fare.

Ma .... come effettivamente suggerisci tutte le piantagioni di bulbi aglio e scalogno ... Vai .....
I fagioli dipende dal (micro) clima ... credo di meno.

In ogni caso è un bellissimo progetto / sfida.

In ogni caso 1ère compito, mettere un po 'di fertilizzante ai piedi di ..... notaio in modo che cresca più velocemente Immagine
0 x
"Uno strumento che non consuma energia e rispetta il suolo che cosa è? Ben è uno strumento che non fa nulla "(conferenza citazione François Mulet)
Moindreffor
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1093
iscrizione: 27/05/17, 22:20
Località: confine tra Nord e Aisne
x 242

Re: la via laboriosa verso la mia amaca: un superbo bronzino della Sarthe

Messaggio non luda Moindreffor » 16/09/18, 13:06

a me
1) compra un distruggidocumenti come Didier
2) si spazzola e si mette un buon livello su una parte al centro della locazione
3) con tutto il legno, che passerà nel macinino creerai una zona cuscinetto attorno al giardino, perché per non essere frustrato fin dall'inizio sarà necessario gestire le erbacce intorno al giardino
allora puoi spargere il fieno
4) quindi dovremo combattere contro i conigli e possibilmente cervi e cinghiali
5) inizia in piccolo, 100m2 max, perché vedrai una natura che cresce rapidamente, specialmente quella che è già presente
6) fai l'inventario degli alberi presenti e prova a vedere quali colture sarai già in grado di fare, castagne mi sembra : Mrgreen: ma forse nocciole, noci, frutta secca è già buono, soprattutto senza fare nulla
7) pensa ai tuoi alberi da frutto futuri, sarà la stagione per piantarli (proteggili anche tu) e vedrai la superficie che sarai in grado di mettere grandi steli
8) vedere la gestione dell'acqua

bon coraggio
0 x
"Quelli con le orecchie più grandi non sono quelli che sanno meglio"
(di Me)
Avatar de l'utilisateur
essere Chafoin
buona Éconologue!
buona Éconologue!
post: 423
iscrizione: 20/05/18, 23:11
Località: Gironde
x 18

Re: Il modo duro per la mia amaca: un bellissimo bronzier nella Sarthe

Messaggio non luda essere Chafoin » 16/09/18, 18:03

Come Nicolas, dubito della possibilità di fagioli in autunno nella Sarthe, ma devi imparare nei giardini del seguito. Il fagiolo resiste per diversi giorni al grande freddo o al gelo, ma è ancora una pianta mediterranea. O dovresti coprirli con un tunnel e un monitor, che nel tuo contesto mi sembrano inappropriati. Quest'anno in Gironde, ho dovuto coprire i miei fagioli 10 giorni. L'anno precedente senza coprirli hanno subito 10 giorni di temperature negative. Non sono morti e sono partiti comunque in primavera ma tirando severamente la faccia e con una produzione non nullo ma piuttosto colpita dall'episodio ...

Per la copertura di fieno o altra vegetazione, ho capito che era meglio aspettare fino a gennaio per evitare una lisciviazione invernale di nitrati. A meno che non si è installato subito un raccolto invernale che utilizzerà questi nitrati immediatamente, che sembrerebbe fattibile per me subito coprendo un'area aperta e quindi impiantare la coltura in 3 o 4 settimane .. per vedere se è giocabile con il tuo calendario, perché si parla di novembre e mi sembra abbastanza tardi per le colture invernali, soprattutto in questo angolo ... si potrebbe cancellando sfiorano un luogo e coprire con tutto quel legno, legname, carbone per una coltura più tardi, dopo carenza di azoto (vedi "pompa di azoto" di Didier).

Dato che sarai piccolo, tenderei a dire, contrariamente ad altre opinioni, che dobbiamo favorire un'area di coltura abbastanza grande, al fine di mantenere i benefici dei raccolti conseguenti, anche se ci sono perdite perché malattie o parassiti che non puoi controllare. Inoltre, nel mezzo di questa foresta, è necessario liberare uno spazio abbastanza aperto per catturare il sole. In questo modo, e senza aver davvero esperienza, preferisco le piante che vivono spontaneamente.
0 x
Moindreffor
Gran Econologue
Gran Econologue
post: 1093
iscrizione: 27/05/17, 22:20
Località: confine tra Nord e Aisne
x 242

Re: Il modo duro per la mia amaca: un bellissimo bronzier nella Sarthe

Messaggio non luda Moindreffor » 16/09/18, 20:27

Non voglio giocare a uccelli minacciosi, ma in uno spazio come questo il lancio di un raccolto è davvero improbabile per quest'anno
quindi dare la priorità al prossimo anno,
1) pulizia e impostazione di un buon livello di copertura in modo da non dover ripetere ogni volta
2) prepara la lotta contro conigli, cervi e cinghiali

in uno spazio così aperto e in campagna non speri che tutto questo piccolo mondo cresca nulla, quindi seminare in grandi quantità sta dando loro grandi quantità da mettere nello stomaco

per me, nel tuo piccolo orto nella regione parigina, installa una cornice e prepara le piante delle cose che potresti raccogliere durante le tue vacanze, insalata per tagliare (foglie di quercia per esempio) qualche metro di pomodorini, piedi di zucchine o zucche in vaso
puoi dirigere la tua zucca sul tetto del capanno per mettere un po 'di frutta nel rifugio

prova ad installare un pergolato di fronte al capanno e arrampicarti sui cetrioli
0 x
"Quelli con le orecchie più grandi non sono quelli che sanno meglio"
(di Me)

fl78960
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 20
iscrizione: 16/02/18, 13:19
x 7

Re: Il modo duro per la mia amaca: un bellissimo bronzier nella Sarthe

Messaggio non luda fl78960 » 17/09/18, 13:14

Grazie per le vostre risposte, mi permette di canalizzare le mie idee!

Prima di tutto una foto aerea, ho riportato approssimativamente i contorni del pacco sull'immagine di Google Earth perché la foto aerea geoportale è stata scattata in modalità "savana".

Vista aerea lalalande.jpg
Vista aerea lalalande.jpg (170.99 KIO) Visualizzato 246 volte


Lì vediamo più chiaramente la radura centrale. Come punto di riferimento, troviamo la carcassa della macchina (che ovviamente deve partire da lì!) Vista nel mezzo di rovi nella foto del mio primo messaggio.

La strada che passa a nord è sotto terra (circa 2 / 3 metri fino al più alto, 1 metro al più basso), la pendenza su questo limite settentrionale è un ceduo di castagni. Se non è già fatto, possono essere fortemente ridotti da Enedis perché i fili elettrici si intrufolano tra i rami.

Terra del Sud è "chiuso" da un molto molto alta siepe di cedro su 4 per 8 metri ... (di qualsiasi modo, la dimensione giusta per un cedro è Chainsaw a 5 cm da terra). Ma eliminare il cedro non mi permetterà di guadagnare luce in quanto la casa e gli alberi del sud sono ancora più alti dei cedri.

Un'altra foto per capire meglio il livello del pennello.

DSC02559.JPG


In sintesi, penso che concentrerò la mia fine dell'anno su:
dare al cabanon un rifacimento (c'è del lavoro!)
pulire i dintorni,
raccogliere castagne, noci e nocciole.
trovare / potare / ringiovanire alberi da frutta già presenti (devo imparare).
piantare le talee di fichi che i miei genitori riservano per me
pianta un piccolo letto con aglio / scalogno
piantare bacche (fragole, lamponi, uva / kiwi)?

Bene, già se lo faccio la metà sarò felice!


Per il resto, aspetterà fino alla prossima primavera:
approfittare dello spazio disponibile per seminare molto, compensare le (grandi) perdite dovute alla nostra assenza
non diffondersi troppo, perché 100 m², richiede già lavoro
costruire una pergola per scalare i cetrioli
pensare agli animali che potrebbero apprezzare il frutto del mio lavoro :-)

A casa dopo anni buoni 2 armeggiare con mio compost, sono riuscito a creare un sistema semplice dove non posso andare più scarti vegetali alla discarica, tutto viene tagliato e terra per finire come pacciame o compost.

Per questo campo, non ho pianificato di connettermi all'EDF, e anche se avessimo un piccolo impianto elettrico solare, non sarebbe dimensionato per far funzionare una smerigliatrice. Forse, una volta che la terra è stata ripulita, a seconda delle dimensioni del "rifiuto" affitterò una grossa smerigliatrice termica per poter riutilizzare questa materia prima.
1 x
Avatar de l'utilisateur
Diabolorent
Capisco econologic
Capisco econologic
post: 106
iscrizione: 13/02/18, 16:37
Località: Digne les Bains
x 22

Re: Il modo duro per la mia amaca: un bellissimo bronzier nella Sarthe

Messaggio non luda Diabolorent » 17/09/18, 16:20

No, vedo solo una cosa per te: taglia e brucia : Mrgreen:

Vorrei radermi prima dell'inverno per avere il minimo lavoro dopo al momento della preparazione delle piantine : Wink:

Non mi rendo conto, ma se hai un'esposizione nord / sud la siepe di cedro non interferirà. sarebbero piuttosto i grandi alberi ad est e ad ovest che non ti ombreggiano?
Ad ogni modo puoi provare il 2 tecnico: semina diretta e semina in vaso a casa, per vedere quale è più adatto alle tue giornate di presenza. Quindi a seconda dell'anno (prima della stagione delle piogge o meno) probabilmente dovrai mescolare 2 a causa delle piantine senza irrigazione, l'ho già provato, beh, non funziona terribilmente :shock: : Cheesy: a meno che non si inserisca un irrigatore programmabile.

Bel progetto in ogni caso, buona fortuna!
0 x
"Non è un segno di buona salute mentale adattarsi bene ad una società malata" Jiddu Krishnamurti.
Ahmed
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 6816
iscrizione: 25/02/08, 18:54
Località: Borgogna
x 462

Re: Il modo duro per la mia amaca: un bellissimo bronzier nella Sarthe

Messaggio non luda Ahmed » 17/09/18, 22:34

Fl78960, Lei scrive:
Forse, una volta che la terra è stata ripulita, a seconda delle dimensioni del "rifiuto" affitterò una grossa smerigliatrice termica per poter riutilizzare questa materia prima.

In considerazione delle tariffe praticate per gli individui e dell'uso ricorrente che dovrai considerare, l'opzione di un piccolo smerigliatrice termica ti consentirà di spargere i tuoi sforzi e macinare come e quando: vedi qui il thread che ho dedicato a questa domanda.
1 x
"Non credere soprattutto che ti dico."
Avatar de l'utilisateur
nico239
esperto Econologue
esperto Econologue
post: 1774
iscrizione: 31/05/17, 15:43
Località: 04
x 180

Re: Il modo duro per la mia amaca: un bellissimo bronzier nella Sarthe

Messaggio non luda nico239 » 18/09/18, 01:02

Anche se le foto sono più chiare, non capisco. :D

Sulla foto aerea vediamo un grande spazio aperto ...

Sarebbe quello che ora è coperto dal bronzier?
0 x
"Uno strumento che non consuma energia e rispetta il suolo che cosa è? Ben è uno strumento che non fa nulla "(conferenza citazione François Mulet)
fl78960
Imparo econologic
Imparo econologic
post: 20
iscrizione: 16/02/18, 13:19
x 7

Re: Il modo duro per la mia amaca: un bellissimo bronzier nella Sarthe

Messaggio non luda fl78960 » 18/09/18, 08:52

nico239 ha scritto:Anche se le foto sono più chiare, non capisco. :D

Sulla foto aerea vediamo un grande spazio aperto ...

Sarebbe quello che ora è coperto dal bronzier?


hai perfettamente capito: la natura odia il vuoto!

Il venditore mi ha detto che non aveva messo piede a terra dall'estate precedente (foto scattata alla fine di agosto), era arrivato poco prima di me per pulire 100 m² semplicemente con il suo tosaerba ( e ovviamente alcuni litri di olio di gomito).
0 x


Di nuovo a "Agricoltura: problemi e l'inquinamento, nuove tecniche e soluzioni"

Chi è in linea?

Visitano il forum: Nessuno e ospiti 5