dotarsi di energia attrezzature efficienti per ridurre le bollette


Condividi questo articolo con i tuoi amici:

Dotato di ridurre la sua bolletta del riscaldamento pubblicato su "Le Particulier" n ° 995, dicembre 2005

da Valerie Stein-Valin



Perchè deve investire nelle energie rinnovabili o processi energetici più efficienti?

La penuria di petrolio annunciata e l'aumento dei prezzi peseranno sempre più pesantemente sul nostro bilancio riscaldamento. Meglio anticipare e investire ora nella installazione di impianti per il risparmio energetico.

In 0,39 2004 cominciando euro al litro, il prezzo medio del gasolio è accaduto 0,68 2005 di euro alla fine di ottobre (le ultime statistiche del Ministero dell'Industria), con un incremento del 74%. Per il gas propano, l'evoluzione è l'ordine del 27% rispetto al periodo di nonna. Per il gas naturale, che supererà 30% con aumenti ottenuti da Gaz de France. Questo aumento dei prezzi non è a causa di restrizioni temporanee della produzione, come è avvenuto in 1973 poi en1980 ma l'aumento senza dubbio sostenibile, il consumo di petrolio e di gas mondiale (soprattutto in Cina e India).

Ciò significa che i prezzi di queste energie devono rimanere a lungo ha alti livelli. Per quanto riguarda l'elettricità, il prezzo si evolve come l'inflazione, che rimane significativamente cherre del gas naturale o olio combustibile. E la privatizzazione di EDF, ha aggiunto al costo di rinnovamento dei propri impianti nucleari, può trarre le sue tariffe verso l'alto. Tuttavia, la bolletta del riscaldamento non è inevitabilmente destinata a seguire queste curve in aumento.

"Potremmo, di oggi, costruire edifici che consumano almeno quattro volte meno energia", dice Alain Borna rel, Tribe, una società di consulenza in termini di qualità ambientale nel palazzo. Mentre una casa per gli standard attuali consuma circa 80 kWh / m2 / anno di riscaldamento è nota per costruire case che si limita a meno di 30 kWh. Questo rappresenta, per una abitazione di 120 m2 olio riscaldato, una differenza di 400 euro all'anno. Rimane che tale esecuzione è ottenuto soltanto con materiali e attrezzature elaborato e complesso da implementare e quindi più costosa.

I criteri di ammortamento.

La questione è se, e dopo quanti anni, i costi iniziali sarà compensato dal risparmio energetico indotto, che è il criterio del "tempo di ritorno sugli investimenti" (il costo aggiuntivo diviso per l'economia annua). È la nonna per un edificio esistente, che è possibile migliorare l'isolamento o sostituendo vecchie apparecchiature di riscaldamento con altri meno energia. Ad un certo nuocere: il più energia è costosa, più potenziali risparmi sono notevoli, e quindi il tempo di recupero è breve. Abbiamo condotto i nostri calcoli sulla base dei tassi prevedibili in 2006 e uno "scenario catastrofe" che prevede un aumento del 50% rispetto 2005. Inoltre, il costo delle attrezzature a risparmio energetico sarà ridotto di 2006 2005 è confrontato con l'aumento del credito d'imposta a cui hanno diritto, se installato in una casa esistente.

Questo credito sarebbe andato a 50% per apparecchiature come pompe di calore e riscaldatore di acqua solare. Tuttavia, solo rispondendo attrezzature e materiali specifici ha caratteristiche qualificano per il credito d'imposta, e le spese sono incluse nel limite di euro 8000 per una singola e 16000 euro per una coppia sposata (più 400 600 euro euro figli a carico). Nelle nuove case, singolarmente o collettivamente, i regolamenti (chiamati "regolazione termica" RT o 2000) impone una performance complessiva in termini di consumo di energia, lasciando il produttore la scelta dei mezzi per raggiungere questo obiettivo: l'isolamento uso rafforzato di guadagno solare "passiva" (ad esempio orientando gli spazi abitativi a ovest e sud e fornendo loro finestre) o di utilizzare una modalità di riscaldamento ha un basso consumo energetico. Tale andamento è espresso come rapporto tra il consumo di abitazioni e di una sede di riferimento (da qui il termine "coefficiente di riferimento", o Cref).

A partire da settembre 1 2006, nuove normative, chiamati RT2005, di imporre una nuova Cref alloggiamento 15% inferiore a quello attualmente richiesto.

Il premio per il riscaldamento centralizzato.

L'opzione richiede, in via preliminare, meno investimenti per il riscaldamento di una nuova casa è tutto elettrico, con pannelli radianti (circa euro 150 ciascuno) o un riscaldamento a pavimento elettrico (di un euro 30 35 / m2 più piani). In tutto, tra il 3 000 e 4500 euro per una casa 120m2. Durante l'uso, l'elettricità è l'energia più costosa, ma ci vogliono diversi anni prima che compensa la differenza investimento iniziale con altri metodi di riscaldamento. Inoltre, il cambiamento arriva molto costoso. "Noi non sappiamo come i costi delle varie fonti di energia. Quindi, essere flessibili, e per esso l'installazione di un riscaldamento centralizzato, "analizza Jean-Marie Cartone, della Confederazione dell'Artigianato e piccole imprese di costruzione (CAPEB). Contare euro 300 ciascuno per la qualità radiatori e circa euro 65 / m2 (escluso rivestimento) per un riscaldamento a pavimento idraulico o euro 7800 per una casa di 120 m2. Per alimentare l'impianto, una caldaia elettrica costa euro 1500; una caldaia a gas, euro 2700; e un olio combustibile, euro 3000 per il gas di modellazione o detto olio a bassa temperatura. Ulteriori Cherres (di euro 4 000 [di gas] ha 5000 euro [olio]), le caldaie "a condensazione", tuttavia tendono a vincere: la loro prestazione è più alta (103 107% a% contro 95 100% a% a bassa temperatura), come recuperare calore dai gas di scarico; e che potranno godere di 2006, 40% di un credito d'imposta (per articoli con le dichiarazioni "CE del tipo"). Quale sarà il loro prezzo netto alle basse temperature, per le quali il credito è solo 15%.

Inoltre, caldaia a gas naturale diventa più vantaggiosi rispetto a una caldaia elettrica dopo 2 3 anni, questo periodo essendo circa anni 10 con l'olio. Nelle case esistenti, in sostituzione di un vecchio modello tradizionale di diversi anni, con rendimenti di 60 80% a% da un recente modello ad alte prestazioni può essere un 3 6 paga da anni. Tuttavia, l'acqua di riscaldamento prodotto da una caldaia a condensazione o bassa temperatura essendo ad una temperatura inferiore a quella di una caldaia convenzionale, radiatori originali può essere sottodimensionato. Change caldaia non è poi vantaggioso.


Leggi 2 parte: investire per ridurre le bollette

Sullo stesso argomento: suggerimenti per ridurre le bollette di elettricità e riscaldamento

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *