Presto Giorno dell'Indipendenza Energy

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

da Jean-Marc Lefevre, presidente del PCDDEI (Piattaforma, comunicazione, sostenibilità, Ecologia industriale)

Con 25% delle emissioni globali di gas serra, gli Stati Uniti, l'Australia, al fianco di figure come "studenti cattivi" dell'Accademia di Kyoto. Castigato dalle ONG di tutti i tipi, ma annunciano ambizioso fi economica e scientifica per ridurre le emissioni. effetto annuncio o il liberalismo abilmente pensato?

A ... mappa globale nazionale

Buenos Aires, il ritorno? anni 7 dopo la Quarta Conferenza delle Parti, i governi del mondo sono incontrati nella capitale argentina di prendere in considerazione l'entrata vicina in vigore del protocollo di Kyoto nel febbraio 16 2005, e il punto della situazione. Come nel "version1" nello stesso luogo, gli Stati Uniti arriva senza firma, ma con importanti dichiarazioni e un piano post-Kyoto, la visione del clima, che sembra sostanzialmente credibili dai dollari che mobilita.
In 1997, gli Stati Uniti avevano annunciato nella scoperta di Buenos Aires, in modo appropriato, enormi depositi di CO2 "salvati" negli Stati Uniti, nelle foreste nei parchi nazionali, e anche in strati geologici profondi. ONG rabbia, i paesi europei furia che aveva molto da fare per raggiungere un accordo tra di loro, spruzzi felicemente nella loro "bolla". Tuttavia: gli USA hanno continuato la loro strada, in particolare su serbatoi di carbonio, sono riusciti a formalizzare 2003 nel mese di giugno, con il Forum Internazionale sulla Carbon Sequestration (CSLF), che ha vinto anche 15 Uniti UE (compresa la Francia). Non è più davvero contare ettari di foreste, ma per memorizzare l'anidride carbonica alla fonte da cogenerazione industriale o di grandi dimensioni nella "cattura" in cavità sale, olio fine ben operativo o nelle miniere in disuso. Il carbone è una questione importante per gli Stati Uniti, che ora detengono
22,9% delle riserve mondiali (36,2% per l'Asia). Era quindi naturale che uno dei grandi programmi "effetto serra anti" è il futuro Gen, annunciato in 2002, vale a dire, la produzione combinata di elettricità e idrogeno da il carbone con il sequestro del prodotto CO2, o la trasformazione in CO2 supercritica (un solvente eccellente).

1 miliardi su $ 10 anni (finanziato in parte dal governo degli Stati Uniti).

Questo è ciò che i paesi interessati fortemente dipendenti da questa risorsa primaria ... soprattutto se sono nel gruppo dei paesi meno sviluppati, i potenziali beneficiari del CDM (Clean Development Mechanism)! Mentre il sequestro del carbonio non è ancora ufficialmente entra questi meccanismi di flessibilità, uno degli obiettivi degli Stati Uniti a Buenos Aires è di integrarli nella nuova contabilità globale. Come molti crediti che verranno archiviati direttamente sul suolo americano, in nome della solidarietà globale sulla riduzione dell'effetto serra.
Accanto FutureGen, vi è anche una delle priorità degli Stati Uniti: l'idrogeno e le sue applicazioni nel settore dei trasporti su strada. Questo è il programma Freedom Auto, che mira a generalizzare celle a combustibile per tutti i veicoli di produzione, in particolare i camion, per 2020. risparmio stimato: 500 milioni di tonnellate di CO2 all'anno per soli Stati Uniti, che sono riusciti a quel colpo, per ottenere il sostegno della maggior parte dei paesi industriali.

Agricoltura ordinato di ridurre le emissioni

Nel mese di febbraio 2002 era il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, che passa sotto le forche di riduzione dei gas a effetto serra. Obiettivo: 12 milioni di tonnellate di carbonio equivalente salvate da 2012, in particolare con i programmi proattivi di preservare le foreste, ma anche la creazione di "biogas" a rifiuti agricoli, riforestazione intensiva (soprattutto nelle aree protette ), e metodi molto educativi per le aziende agricole per consentire loro valutazione finanziaria dei loro tassi di sequestro. Senza dubbio, gli Stati Uniti in maniera massiccia giocare LULUCF (Land Use, Land Use Conservazione e forestali), il meccanismo di sviluppo pulito originariamente immaginato per preservare la foresta amazzonica ...

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *