Dopo l'era industriale, niente?

Condividi questo articolo con i tuoi amici:

L'età industriale è entrato nella sua fase critica. Il processo di riduzione graduale è ben avviato in 2005, e in pochi anni l'era industriale si fermerà, dire con questo che gli impianti industriali di ogni genere non può più continuare.

La minaccia alle forniture di energia condanna irrimediabilmente infrastruttura industriale e le attività industriali che derivano esistente. Nessuno può ignorare che le risorse energetiche primarie esaurito, è una questione di pochi anni al massimo, e allo stesso tempo, queste risorse vedranno i loro costi di produzione aumentano considerevolmente a causa della loro scarsità fronte a un la domanda è in aumento ogni giorno. Viviamo in un mondo dove tutto segue da vicino ciò che accade a livello industriale. A causa della organizzazione industriale globale, un piccolo cambiamento in un endpoint primario (come ad esempio i prezzi del petrolio) ha conseguenze incalcolabili per una serie di cose.

L'ultima vento industriale arriverà dall'Asia, in particolare dalla Cina, nel frattempo, le altre due potenze, America ed Europa sperimenterà difficoltà insopportabili per contenere le loro industrie, posti di lavoro le loro industrie, senza parlando naturalmente di innumerevoli industrie indirettamente legati alla loro attività. Non fanno così anche evocare la situazione dell'Africa quel buio. Dopo di che, niente.

PROSPECTIVE - 18 / 10 / 2005
Cronaca Olivier RIMMEL

commenti Facebook

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *